L’esca di Jade West

Titolo: L’esca

Autrice: Jade West

Genere: Erotic Dark Romance

Un estraneo online.
Capelli scuri e occhi cupi, che conoscono i miei più sporchi desideri ancora prima di me.
Una fantasia di cui non si dovrebbe mai parlare. Eppure, lui è riuscito a strapparmi una confessione.
E adesso verrà a cercarmi.
Rude. Perverso. Pericoloso.
Sarà una notte fatta per abbandonarsi e dimenticare.
Mi farà sua e fingerò di non volerlo.
Scapperò e lui mi inseguirà.
Perché gliel’ho chiesto io.
L’ho supplicato.
Stanotte, nelle tenebre, lui è il cacciatore.
E io sono l’esca.

l'esca

Recensione di Sara – L’esca di Jade West, un Erotic Dark Romance pubblicato da Quixote Edizioni il 18 Settembre 2018.

“Mi sta strappando l’anima dal profondo
e la tiene stretta.
Sta sussurrando in ogni oscuro angolo
della mia mente.”

Quando ho letto la trama di questo libro mi sono fatta un’idea specifica di ciò che avrei trovato leggendolo. Pensavo ad un rapimento, pensavo di trovarmi davanti uno dei cliché dei dark romance, un cliché che riesce sempre a conquistarmi perché, quando un autore è bravo, riesce a rendere qualcosa di comune completamente differente da tutto il resto. Mi aspettavo tante situazioni, invece questo libro mi ha spiazzata, capitolo dopo capitolo, facendomi capire quanto mi fossi sbagliata a giudicare il libro, a farmi un’idea precisa di qualcosa che si è rivelato tutto tranne ciò che mi aspettavo. Si dice sempre di non giudicare il libro dalla copertina. Io ho supposto alcune cose dalla trama, ma mi sono sbagliata.
E questo libro è stato un’esperienza intensa, difficile, ma piena di emozioni.

Abigail si ritrova a vivere una vita piatta, monotona, dopo essere scappata dal suo passato. Ha bisogno di sentirsi viva, di rendere reali i propri incubi. Ciò che sogna non è qualcosa di comune, di felice o di sicuro. Ciò che popola le notti di Abigail è oscuro, senza volto e pericoloso. Non c’è un motivo specifico per i suoi sogni. Da piccola ne era terrorizzata, crescendo i suoi desideri sono cambiati, così come il suo incubo ricorrente si è trasformato in qualcosa capace di farle provare emozioni intense, di farla sentire viva e piena di desiderio. Abigail ha deciso di rischiare, di cercare di realizzare questo desiderio che fa parte di lei da sempre. È pronta a tutto per realizzare ciò che vuole, persino ad affidarsi ad un estraneo conosciuto online.

“Questa dolce, piccola sirena, arrivata dalle profondità degli abissi, sta schiudendo le mie ferite e le sta guarendo con i baci. Mi sta facendo sentire di nuovo vivo. Completo.”

Phoenix è rinato dalle proprie ceneri come una fenice, deve lasciarsi il passato alle spalle per se stesso e per le persone a cui tiene. Vive la propria vita giorno dopo giorno nella solitudine, nella monotonia, nella sicurezza della quotidianità che ha imparato a conoscere e rispettare da quando una notte ha cambiato la sua vita per sempre. Ha perso tanto, ma non tutto. Potrebbe aver perso una parte di sé, o almeno così pensava finché non ha letto un messaggio online di una sconosciuta. Un messaggio che ha riportato a galla i suoi demoni, facendoli agitare dentro di sé. Un messaggio che lo legherà a una donna sconosciuta, una donna che ha un sogno, un desiderio così simile al suo. Non c’è ragione, non c’è razionalità. C’è solamente l’istinto, il bisogno e i demoni. Esporsi nuovamente potrebbe costargli molto di più questa volta. Accettare la richiesta di questa sconosciuta potrebbe riaprire per sempre quella gabbia piena di demoni, questa volta senza possibilità di chiuderla.

“Lei. Uno stranissimo legame, solo attraverso un messaggio. Disperato e imperfetto. Assurdo. Due sconosciuti che si circondano dalla reciproca oscurità, mentre i loro demoni si salutano.”

Il primo incontro tra due persone è spesso inaspettato, ma non in questo caso. È stato pianificato nei minimi dettagli, cercato. È un primo incontro pieno di tensione, di paura e ansia, un primo incontro pieno di aspettative ed eccitazione. È un primo incontro che deve essere anche l’ultimo. Una sola notte, due corpi sconosciuti, nessun volto o nome. Solo un’ombra e una donna che scappa.
La loro sarà una notte piena di passione, ma unica. Deve esserlo. Non possono iniziare qualcosa che non porterà a nulla di buono, qualcosa che potrebbe distruggere entrambi e tutto ciò che rimane delle loro anime.
Il problema è che quando la caccia ha inizio, fermarla è impossibile. Quando vuoi qualcosa così tanto, fai di tutto per ottenerlo. E Phoenix vuole Abigail. La vuole ancora, e lei vuole ancora lui. Ha bisogno di lui, di ciò che lui le fa provare. Abigail non è disposta ad arrendersi e, per una volta, è pronta a dare la caccia all’ombra che popola i suoi incubi.
Si daranno la caccia a vicenda. Giorno dopo giorno. Ora dopo ora. L’esca e il cacciatore. Intrecceranno le loro vite in maniera indissolubile, i loro demoni impareranno a conoscersi e a cercarsi.

Trattengo il respiro. Aspetto. Ogni muscolo è teso per quell’attimo.
Fino a quando non arriva.
E in quell’istante, sono viva.
«Corri,» mi ordina il mostro. E, dannazione, è quello che faccio.

Questa storia può essere vissuta in due modi: a piccoli pezzi o tutta d’un fiato. Abigail non va capita, non va colpevolizzata per i suoi desideri, va semplicemente apprezzata per il coraggio che ha dimostrato nel voler realizzare e soddisfare quel desiderio profondo e oscuro che fa parte di lei da anni. È una donna che ha bisogno della luce e dell’ombra nella sua vita. Ha bisogno di quella parte oscura dentro di lei per sentirsi completa, e Phoenix sembra essere l’unico capace di farla sentire completa, accettata e amata.
Lui è un uomo che ha perso tanto e che deve fare i conti tutti i giorni con il passato, nonostante provi costantemente a vivere ancora senza rimanere bloccato in ciò che era. Deve rimanere a distanza da Abigail, perché è una donna pericolosa, lo sono le sue ombre e i suoi demoni. È pericolosa perché lo capisce come nessuna ha mai fatto.
Ci saranno momenti intensi e pieni di suspense, altri momenti davvero dolci e inaspettati. Due anime danneggiate che insieme rimettono a posto quei pezzi rotti dentro di loro.
Ho amato i dialoghi, ma soprattutto gli sguardi tra i protagonisti. Sguardi capaci di comunicare tanto, senza bisogno delle parole. Ho percepito la sofferenza, il dolore e la voglia di rinascere nei protagonisti. Ho avuto bisogno di staccare ogni tanto, durante la lettura. Di prendermi una pausa, respirare e scrollarmi di dosso la tensione della caccia.
Se consiglio questo libro? Sì, assolutamente. Però leggetelo con consapevolezza, cercate di lasciare il cervello e la ragione da parte e lasciatevi trasportare nella storia, lasciatevi corrompere dai demoni di Phoenix e Abigail, solo così potrete godervi al meglio questo libro.

5 stelle

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.