Wolves Coast di Ornella Calcagnile

Titolo: Wolves Coast

Autrice: Ornella Calcagnile

Genere: Paranormal Romance – Young Adult

TRAMA:

Wolves Coast è una ridente località che ai turisti appare come un semplice luogo di vacanza. Nessuno penserebbe mai a una terra di conflitti che ha visto affrontarsi coloni e amerindi, nessuno si aspetterebbe che quella faida si sia trascinata in sordina per secoli fino a esplodere in una battaglia tra popolazioni vicine, eppure per certi versi distanti.

Howi è un giovane di South Wolves con il cuore ferito e un enorme segreto a gravargli sulle spalle, ma con una solida comunità su cui poter contare. Emily è una ragazza di città, delusa dagli affetti, con uno spiccato desiderio di libertà e in cerca della propria strada, una ricerca che la porterà a Wolves Coast. Due personalità che, sebbene diverse, riescono a unirsi profondamente nell’arco di un’estate e a spalleggiarsi in uno scontro senza eguali per quel lembo di costa tanto desiderato da una fazione e tanto protetto dall’altra.
Amore e guerra sono vicini più che mai, ma il primo sopravvivrà alla seconda?

Recensione di Sara B. – Wow, wow, wow. Posso iniziare la recensione in questo modo? Perché è davvero l’unico modo in cui riesco a pensare di esprimermi.
Wolves Coast di Ornella Calcagnile, almeno per me, è stata una di quelle letture che si affrontano poche volte nella vita e che hanno il potere di riportarti indietro nel tempo. Come? Beh, appena ho iniziato a leggere questo libro ho avuto una sensazione di déjà-vu. Mi sono vista nella stessa camera, con un letto diverso, senza la mia amata gatta, qualche anno più giovane a leggere un libro che tutte voi avrete letto: Twilight.
Per me è stato stranissimo, ma ho provato di nuovo quella curiosità, quella sensazione di scoperta ed emozione perché Twilight per me è stato l’inizio. L’inizio nel mondo della lettura per scelta, l’inizio per il mio genere preferito, è stato il punto di partenza del mio viaggio in un mondo fatto di tante storie, tanti personaggi e tantissime emozioni. Ecco perché Wolves Coast si è meritato di diritto un posto nel mio cuore: perché riprovare tutte queste sensazioni è stato stupendo. 

“Volevo amare ed essere ricambiato, provare passione e sentire un contatto fisico. Aspiravo semplicemente a sentirmi completo.”

Abbiamo Emily, una ragazza di 21 anni, che decide finalmente di scappare da una vita che la tiene prigioniera, che non le dava più nulla, se non apatia. Lei vuole emozionarsi, ha bisogno di novità, tranquillità e amore. Tanto amore. Lo stesso amore che lei prova per la fotografia, la sua valvola di sfogo, l’unico modo in cui riesce a provare emozioni, a vivere. Almeno finché non precipita giù da una scogliera per caso, perché è abbastanza sbadata, e incappa in Howi.
Esiste un modo migliore di riprendersi dalla caduta, che non sia svegliarsi tra le braccia di un ragazzo alto, muscoloso, con i capelli scurissimi, la carnagione tipica dei nativi americani e due occhi così dolci, ma pieni di dolore? Emily ha l’occhio di una fotografa, vede oltre le apparenze, vede la bellezza nascosta sotto strati di dolore: lei vede Howi per quello che è. Un ragazzo solare, gentile e simpatico, un ragazzo altruista e disposto a tutto per le persone a cui tiene, un ragazzo che è stato ferito.
E vorrei essermi svegliata anche io tra le sue braccia, credetemi. Andiamo tutte a fare un viaggio a Wolves Coast?

“Con Emily non dovevo motivare i miei umori, potevo essere me stesso perché non mi conosceva, anche se sembrava capire la tristezza, come se anche lei avesse un angolo oscuro nel cuore.”

Howi, però, non è solamente un ragazzo come tanti altri. Nemmeno suo padre, o qualunque altro abitante di Wolves Coast è come le persone che Emily conosce. Sono una cittadina caratteristica, piena di tradizioni e credenze, una cittadina chiusa verso i turisti, ma che pian piano verrà conquistata dall’animo gentile di Emily, fino a considerarla parte della famiglia.
Quello che Emily non sa, però, è quanti segreti possa nascondere una cittadina sperduta in mezzo ai boschi, o quanto questi segreti abbiano il potere di scatenare qualcosa al di là della sua immaginazione, portandola al centro di una guerra vecchia di secoli.

“La comunità qui, la comunità là; i fratelli qui, i fratelli là; ma quando venivo io? Quando venivano i miei interessi, i miei desideri? Sarei andato via anch’io se avessi potuto.”

Però, cosa davvero importante, parliamo della storia d’amore tra Emily e Howi. Mi sono sciolta, sono così dolci, complici e carucci che mi veniva voglia di prendere le loro teste e farli baciare a forza. Non sempre, durante la lettura, ho apprezzato atteggiamenti o frasi di Howi o di Emily, ma non posso negare di essere stata conquistata dalla loro dolcezza, e di aver tifato per loro.
Come in ogni storia che si rispetti, non c’è amore senza difficoltà, e non esiste amore senza lottare per esso. Bisogna lottare, bisogna avere pazienza e parlare, bisogna fidarsi e, in questo caso, bisogna capire. Emily deve capire chi è davvero Howi, cosa nascondono i cittadini di Wolves Coast e deve lottare per la propria vita, e quella del ragazzo che ama, in un mondo pronto a distruggerla, perché non è preparata a tutto ciò che dovrà affrontare: come possono, creature che abbiamo sempre associato a miti e leggende, esistere davvero? Come possono essere reali e capaci di sentimenti puri, oltre che far del male?

Emily e Howi sono giovani, hanno rispettivamente 21 e 18 anni. Dovranno affrontare problemi causati dalla natura di Howi, ma non mancheranno le classiche incomprensioni e discussioni tra ragazzi alla scoperta dell’amore; che libro sarebbe se non ci fosse anche quel pizzico di normalità? È facile immedesimarsi in Emily, così com’è facile criticare alcune scelte o atteggiamenti, ma a mente lucida non posso che comprenderla, vista tutta la situazione con cui ha dovuto avere a che fare.

«Hai gli occhi d’oro.»

Sorrisi di rimando. «Come?»
«Ti amo.»
«Ti amo anche io.»

Ho amato da morire Dena e Kangee. Ammetto che mi piacerebbe leggere la loro storia, come quella di ogni ragazzo di Wolves Coast. Ci sarà mai l’opportunità? Non ne ho idea, posso solo sperare, perché lo stile dell’autrice è leggero e mai pesante, capace di farti entrare completamente nella storia, di vivere come i protagonisti, di affezionarti a loro. Avevo paura di incappare in lunghe descrizioni, invece Ornella mi ha piacevolmente stupita e sono felice di aver rotto le scatole al Boss del blog per avere la possibilità di recensire questo libro, perché se avete amato Twilight, se amate il soprannaturale e le storie Young Adult, questo libro non potete perdervelo, fidatevi di me. Vi farà tornare indietro, vi farà provare quelle sensazioni di freschezza e leggerezza che si provano raramente leggendo, ma non di banalità.
In questo libro nulla è scontato, neppure l’amore.

Perché l’amore non è mai scontato e più ce n’è, meglio è, per tutti.

You may also like...

1 Response

  1. Ornella says:

    Grazie mille, bellissima recensione, si sente trasporto e non posso che esserne onorata.

Leave a Reply

Your email address will not be published.