Valeria allo specchio di Elìsabet Benavent

VALERIA ALLO SPECCHIO

Trama Valeria non sa cosa vuole, o forse pensa di saperlo e non trova la forza di guardarsi dentro davvero, ma sa che ha tanta paura, dopo Adrián, di perdere anche Víctor. Carmen vuole il suo uomo a tutti i costi, e per averlo è pronta anche a passare sul cadavere della suocera, se necessario. Nerea continua a volere sempre e solo qualcosa che esiste unicamente nelle sue fantasie, al punto di riscrivere la realtà in nome di un sogno. E intanto Lola, che dall’alto dei suoi tacchi a spillo giudica e deride tutte, si lancia nell’ennesima relazione mordi e fuggi. Valeria e le sue amiche non trovano pace, a Madrid, e la città sembra piena di uomini e situazioni che non aiutano a chiarirsi le idee. Forse perché il sesso non è tutto nella vita… o forse perché invece è vero il contrario?

valeria allo specchio

Recensione di Simona – Valeria allo specchio di Elìsabet Benavent
Eccomi di nuovo a parlare della nostra Valeria e delle sue tre pazze amiche: Lola, Carmen e Nerea. Vi avevo già parlato di loro in Nei panni di Valeria, primo capitolo della riuscitissima saga di Elìsabet Benavent.
In occasione dell’uscita di oggi, 22 giugno, del terzo capitolo, Valeria in bianco e nero, vi parlo del sequel Valeria alla specchio, uscito lo scorso 8 giugno, edito sempre Rizzoli.

Dove eravamo rimasti?

Iniziamo con Lola.
L’avevamo lasciata alle prese con Sergio e con quella loro relazione di solo sesso, senza impegno. Bene, adesso Lola è una donna confusa! Lei, che ha sempre avuto le idee chiare su ciò che voleva dalla vita. Che ha sempre avuto la ‘compagnia’ giusta al momento giusto. Lei, che era sempre stata intraprendente e coraggiosa, adesso è spaventata e timorosa al solo pensiero di restare sola.
Avete capito bene, Lola è convinta che con Sergio non potrà mai avere una storia vera, anche se lui adesso ha lasciato la fidanzata e sembra disposto a impegnarsi perché la loro è iniziata come una relazione sbagliata e distruttiva e, secondo lei, da una cosa del genere non potrà mai derivare nulla di buono. Nessun futuro roseo per loro.
Da adesso è alla ricerca di qualcuno con cui far funzionare veramente le cose, vuole un po’ di stabilità, un uomo vero e affetto sincero.

Passiamo a Carmen.
Vi ricordate della sua cotta per Borja, quel suo collega? Adesso fanno coppia fissa, e Carmen è alle prese con nuovi sentimenti, finalmente ricambiati.
Ma, c’è un ma, la loro relazione non è purtroppo tutta rose e fiori. C’è qualcuno che mette i bastoni tra le ruote ai due. Anzi, solo a Carmen in realtà: la… SUOCERA! Avete presente il film “Quel mostro di suocera” con protagoniste Jennifer Lopez e Jane Fonda? Le ho immaginate esattamente così. E per certi aspetti, la madre di Borja è pure peggio! È una di quelle donne che opprimono il figlio, che vorrebbero preservarlo da ogni male (e con male intendo soprattutto le donne) e che sono talmente ficcanaso da diventare insopportabili e snervanti. Insomma Carmen ha trovato pane per i suoi denti.

Adesso è il turno di Nerea.
Avete poi scoperto chi fosse in realtà il fortunato fidanzato di Nerea? Chi ha letto la mia recensione di “Nei panni di Valeria” capirà a chi mi riferisco! Lei e Daniel conducono una vita perfetta, senza intoppi o problemi. La loro è una relazione un po’ monotona e noiosa in verità, tanto che Nerea arriva a porsi, giustamente, il dilemma se sia innamorata più dell’idea di avere un fidanzato che di Daniel stesso. E quando si troverà in una situazione un po’ scomoda, deciderà di risolvere da sé, senza coinvolgere il fidanzato!

E per finire in bellezza tocca alla nostra Valeria, ancora una volta voce narrante dell’intero romanzo.
Valeria ha alla fine deciso di lasciare Adrian, il marito, e intraprende una relazione con tornado Victor, come mi piace chiamarlo, conosciuto una sera grazie a Lola, ormai tre mesi prima. Il cambiamento in Victor è qualcosa di così bello, piacevole e romantico, che non potrete fare a meno di adorarlo!

Da seduttore incallito quale è sempre stato, adesso sta provando a cambiare. Sta imparando come ci si comporta in una relazione che sta prendendo forma piano piano ma che lo sta coinvolgendo interamente, come mai prima d’ora!
Con Valeria, strano a dirsi, è stato diverso sin da subito. Neanche Victor ne riesce a capire bene il motivo, sa soltanto quello che ha provato la prima volta che l’ha vista. E c’era qualcosa di diverso negli occhi di lei, che la differenziavano da tutte le altre.
Andrete incontro a pagine che traboccano di sentimenti, sentimenti taciuti per paura di correre troppo, ma non per questo meno veri!

“Mi spaventi. Molto, e ogni giorno, perché ti vedo ovunque vada. È cambiato tutto. Il mondo intero. E niente è più come prima da quando ho capito cosa significhi…

…Sei la sola che mi abbia mai fatto sentire così in tutta la vita”

E Valeria? Valeria si sta innamorando!

“No, non era solo quello. Erano il solletico insistente allo stomaco e la sensazione di serenità che provavo a svegliarmi con lui.

Era quella vocina interiore che mi diceva che avrei potuto passare tutti i giorni della mia vita insieme a lui.

E allora mi resi conto che Víctor aveva ragione.
Ero innamorata… Lo amavo… Era possibile? Così presto?

Il cuore prese a correre e mi mancò il respiro. Lo amavo.”

Non avete idea dell’amore sprigionato da questi due: un amore completo, assoluto, vissuto attimo per attimo! Un amore perfetto, immenso. Un amore di quelli che ti toglie il respiro e ti lascia per cinque secondi in apnea, per poi tornare a respirare meglio di prima!
Un Amore, con la A maiuscola!

Poi, d’improvviso, un colpo al cuore.
E il mondo di Valeria, insieme al mio, crolla!
Una sfuriata di Adrian, le lacrime di Valeria, l’ultimatum di Victor, e tutto cambia!
Tutto viene ribaltato, tutto viene rimesso in discussione. E Valeria si chiede se non abbia corso troppo, se non abbia avuto troppa fretta di rituffarsi in una nuova storia, se non abbia sbagliato tutto con Adrian… e con Victor.
Se non abbia perso se stessa nel tentativo di ritrovarsi.

Tutto questo porterà a delle conseguenze che, a parer mio, Valeria s’è proprio cercata stavolta! Anche se, nonostante tutto, è impossibile non soffrire con lei.

” «Valeria.» Sospirò. «Io sono matta da legare e non controllo le mie emozioni. Nerea è fredda e calcolatrice. E Lola… be’, Lola non ha bisogno di spiegazioni, le servirebbe di più un esorcista.

Tu però sei sempre stata quella giudiziosa, e hai sempre mantenuto un tuo equilibrio. Sei sincera e spontanea.

Devi solo comportarti come al solito, anche stavolta.» “

Coinvolgente, divertente, accattivante e quasi straziante in certi punti e per certe decisioni prese, Valeria allo specchio è un concentrato di emozioni.
È come vedere un film o, piuttosto, una serie tv.
Ne vorrete sempre di più, sempre dell’altro. Vorrete sapere cosa succederà subito dopo, che decisioni verranno prese, le motivazioni di tali scelte.
È un libro che fa sospirare, che tiene incollati alle pagine e col fiato sospeso. E avrete una curiosità assurda di sapere come tutto finirà!
Ma vi avviso, siamo ancora lontani da una vera conclusione. Mancano ancora due capitoli per vedere la saga conclusa.
Insomma, un degno sequel. Assolutamente consigliato!

bellissimo

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Luglio 24, 2017

    […] capitolo di questa favolosa serie spagnola, La serie di Valeria. Dopo Nei panni di Valeria e Valeria allo specchio, oggi vi parlo di Valeria in bianco e nero, edito sempre da Rizzoli. Curiose di conoscere le nuove […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.