Undressed di Moloko Blaze

Titolo: Undressed (Novella #1)

Autrice: Moloko Blaze

Genere: Erotic Romance

TRAMA «Entra, forza. Sei in ritardo di almeno dieci minuti.» Parole implacabili per un tono implacabile. «Ho cacciato via la modella precedente per i suoi ritardi e la sua maleducazione. Non farmi pentire già dal primo giorno.»
Mi guardai intorno, in cerca di uno spogliatoio. Non ne trovai. Ciò che mi balzò agli occhi però era la serie di quadri di persone nude, uomini e donne, in pose trasgressive, nei toni di colore che sembravano ispirarsi alla pop art. Le ragazze, senza nulla addosso, erano umiliate e sottomesse nelle posizioni più perverse che avessi mai visto. Io avrei dovuto fare… questo?
E poi lo sentii, secco come una frustata sulla schiena, l’ordine a cui, da oggi in avanti, avrei obbedito ogni singolo giorno, per molto, moltissimo tempo.
«Sali su quella pedana e togliti i vestiti.»

Il mio nome è Charlotte e sono nei guai.
Non credevo che a diciannove anni sarei arrivata a questo, lontana da casa, indebitata e senza alcuna speranza di pagare l’affitto. Posare senza veli di fronte a due misteriosi artisti per racimolare un po’ di soldi mi era sembrata una soluzione rapida, un lavoretto semplice.
Invece mi ritrovo rinchiusa dentro questo appartamento decadente da settimane, con il mio cuore che appartiene a uno di loro e il mio corpo in balia di entrambi: James La Salle e Robin Delacroix, i miei padroni, i miei demoni, i miei angeli, i carcerieri della mia anima. Eppure, non mi sono mai sentita così libera prima d’ora.
Nei bassifondi della peccaminosa New Orleans, un’atipica storia di amore, arte e perversione.

“Undressed” è la prima di una serie di avventure che avranno come protagonisti la giovanissima e irriverente Charlotte, il suo capo e padrone James La Salle, il loro sensuale amante dalla pelle scura Robin Delacroix.

Recensione di Sara B. – Undressed di Moloko Blaze

Gli erotici non sono il mio genere preferito, ma credetemi quando vi dico che sono davvero contenta di aver letto questo libro. Ok, va bene, è una novella di appena 100 pagine, ma ne sono rimasta davvero colpita.

Lo stile della scrittrice è coinvolgente, a tratti divertente ed ironico, a tratti molto serio, un po’ come i protagonisti di questa storia. Undressed è l’inizio. Undressed ci da uno scorcio di com’è nato il rapporto tra Charlotte, James e Robin. Di come, da tre individui, siano diventati una cosa sola, e riusciranno ad entrarvi nel cuore nonostante la brevità del libro.

«Te la senti di darci tutto questo? E’ quello che ti stiamo chiedendo, Charlotte, non vogliamo solo il tuo corpo. Vogliamo tutto. Vogliamo la tua vita, vogliamo la tua anima. Non tutti ce l’hanno un’anima degna di essere raccontata, ma tu si. Tu ce l’hai ed è bellissima.»

Charlotte, la protagonista, è una ragazzina. Non ha nemmeno vent’anni. Avete presente la copertina del libro? E’ la descrizione di Charlotte. Una ragazza a suo agio con il proprio corpo, che impara ad amarlo e ad apprezzarsi così com’è, proprio perché chi le sta accanto la apprezza per ciò che è.
Charlie, invece, è una ragazzina che si nasconde con abiti larghi e sformati, un cappellino e rimane sempre lontana dagli altri.
Charlie è chi era prima di incontrare James, Charlotte è la ragazza che riesce ad essere tra le braccia di questi due uomini. Charlotte ha sofferto, e da quella sofferenza è nata Charlie. Quanto può resistere, Charlie, prima di lasciarsi andare ed essere la vera se stessa, grazie a questi due uomini?

“Volevo cancellare chi ero e diventare un’altra, o forse essere semplicemente me stessa per la prima volta. Volevo smettere di nascondermi. Volevo emergere dal blocco di marmo che mi teneva prigioniera.”

James mi ha colpita. E’ distante, freddo, diretto e non gli importa di nulla, nemmeno di ferire le persone, tranne che della sua arte. L’arte è tutto. L’arte è emozione. L’arte è vita. L’arte è la rappresentazione dell’amore, di ciò che appariamo ma anche di chi siamo davvero. James metterà a nudo l’anima, e il corpo, di Charlie, facendo riemergere Charlotte.

Ma non sarà l’unico a farlo. Robin è un personaggio che ti entra subito nel cuore: dolce, carismatico, sempre sorridente e sincero. E’ attento, è delicato. E riesce a far sentire Charlie a suo agio, al contrario di ciò che James le scatena dentro: la fa impazzire, le fa provare sensazioni strane, a cui non è abituata. Uno la luce, l’altro il buio. Uno capace di mettere a nudo la sua anima, l’altro capace di prendersene cura. Uno che cura le sue ferite con la dolcezza, l’altro con la verità.

“Mi avevano soggiogata con i loro sguardi, le loro parole, la forza della loro anima più che quella delle loro mani.”

Le scene erotiche sono davvero ben descritte e mai volgari, sono sensuali senza essere esagerate. Si riesce a percepire, sulla pelle, le emozioni che entrambi gli uomini scatenano dentro Charlotte.

“Le sue labbra sulla mia pelle incendiavano ogni centimetro, ogni angolo, ogni parte del mio corpo che sfioravano con meschina impertinenza. Le labbra, i polsi, le braccia, il collo, le scapole. Era tutto in fiamme.”

Il bisogno di soldi ha portato Charlie da questi uomini, a far qualcosa che mai avrebbe pensato di poter fare. Il bisogno di proteggere il suo cuore le fa compiere scelte che non mi sarei aspettata, quindi mi sembra d’obbligo avvertirvi che la novella vi lascerà con il fiato sospeso, per il finale aperto. Ora non vedo l’ora di avere tra le mani il seguito, perché il rapporto tra questi tre personaggi mi è entrato dentro e voglio assolutamente sapere di più di loro, della loro storia e come si evolverà.

“Io sarei appartenuta a lui per sempre, questo lo sapevo, ma sapevo anche che lui non sarebbe mai appartenuto a nessuno.”

Non aspettatevi di conoscere completamente i personaggi o la trama, i vari intrecci della storia. Questa novella è uno scorcio, un modo per iniziare a conoscere James, Charlotte e Robin. Per iniziare a vivere e assaporare questa storia. I punti di domanda sono tanti, ma non mi resta che aspettare per avere qualche risposta. Sperando, soprattutto, che il secondo libro sia più corposo: non posso farci nulla, la pazienza non è decisamente il mio forte.

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published.