Un amore dolcemente complicato di Miranda Dickinson

Trama Un singolo giorno può cambiare tutto. Nell Sullivan è nota tra i suoi amici per essere la precisina con un “piano quinquennale”. La sua agenda è sempre fitta di impegni e non c’è qualcuno in tutta Londra altrettanto organizzato e responsabile. Ma quando si trova senza un lavoro e di nuovo single nello stesso giorno, Nell decide che è arrivato il momento di smetterla di pianificare tutto e cominciare a correre dei rischi. È così che mette insieme i suoi risparmi per concedersi finalmente un viaggio verso la città nella quale qualunque cosa può essere possibile: San Francisco. Neanche il tempo di arrivare, e viene accolta da una variegata e bizzarra ondata di nuove conoscenze, tra cui l’intrigante e bellissimo Max. Molto presto, grazie a loro, comincerà a sentire la città californiana come una seconda casa. Ma, arrivato il momento di tornare a Londra, metterà in valigia anche la nuova Nell, quella più spontanea e rilassata? E la magia di San Francisco continuerà a produrre effetti anche a miglia e miglia di distanza?

un amore dolcemente complicato

Recensione di Sara – Buongiorno Smeraldi, oggi vi parlo di un romanzo, uscito l’1 febbraio 2018, dal titolo Un amore dolcemente complicato dell’autrice Miranda Dickinson ed edito da Newton Compton.

Non è il primo romanzo che leggo di questa autrice, ho amato Cominciò tutto con un bacio e Favola d’amore a New York, avevo quindi grandi aspettative circa questo nuovo lavoro.

Partiamo con una domanda, quanto lontano si deve andare per poter tagliare i ponti con il passato e ricominciare da capo? Nell, la nostra protagonista, è volata da Londra a San Francisco (per avere lo spunto giusto) per cambiare vita e per rendersi conto che era il momento giusto per realizzare i propri sogni.

Ma facciamo un passo indietro. Nell, impiegata dell’ufficio del catasto di Londra, è abituata a pianificare la sua vita in ogni particolare, ha un piano quinquinnale per la sua vita, che rispetta nei minimi dettagli. Non lascia mai nulla al caso!

Ha una relazione “tira e molla” con il suo capo, si amano ma non è mai il momento giusto per avere una relazione stabile e duratura.

La sua vita maniacalmente organizzata, viene stravolta quando in un solo giorno perde il lavoro e l’uomo della sua vita. Tutti si aspettano che Nell crolli ed invece no, decide di prendere un aereo alla volta di San Francisco, dove vive la cugina.

San francisco è nota per essere la città dove tutto può succedere, dove chi ha un sogno può trovare l’ispirazione per realizzarlo. È proprio passeggiando per le strade di quella città, tra french toast in una caratteristica tavola calda, una passeggiata sotto il Golden Gate Bridge e tra i negozietti del pittoresco quartiere di Haigh-Ashbury, che la prospettiva di Nell cambia. Dentro di lei affiora prepotente il bisogno di cambiare stile di vita e sente che è arrivato il momento giusto per realizzare quel sogno che per troppe volte aveva tenuto chiuso in un cassetto.

Durante il suo soggiorno americano conoscerà tantissime persone ed ognuna di loro contribuirà in un modo o nell’altro a far emergere la vera Nell. Ma cosa accadrà quando la nostra protagonista dovrà fare le valige e tornare a Londra? Sarà in grado di portar con sé tutte le nuove consapevolezze? A voi il compito di scoprirlo.

Premetto che sono un’amante di questo genere di storie, dove la protagonista femminile si trova a fare i conti con l’imprevedibilità della vita, con un percorso interiore di rinascita e di scoperta, ma devo anche essere sincera con voi, questa volta ho faticato ad immedesimarmi nella protagonista.

Non è emersa la vera personalità di Nell, risultando a tratti piatta e insulsa, la narrazione è in prima persona ma veramente lenta. Inizialmente ho sperato potesse velocizzarsi man mano che leggevo, ma purtroppo così non è stato.

La storia è davvero molto carina, ma se mancano personaggi forti in grado di suscitarti emozioni, allora ecco che tutto risulta pesante.

Sebbene non abbia apprezzato i personaggi, ho molto apprezzato la descrizione che l’autrice fa dei luoghi visitati da Nell durante il suo soggiorno. Il pittoresco e colorato quartiere di Haigh-Ashbury e il suoi ospitali e bizzarri abitanti, i negozietti dell’usato e le caratteristiche tavole calde americane.

Non posso affermare che sia una lettura sgradevole, ma non mi ha coinvolta per nulla e mi spiace molto perché avevo grandi aspettative per questo romanzo, specie dopo aver letto gli altri lavori di quest’autrice. Nella speranza che invece voi possiate rimare travolte da questa storia, vi auguro una piacevole lettura.

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published.