Troppe volte vorrei dirti no di Samantha Towle

Trama Sono stato abituato ad avere sempre il controllo della situazione. Fuori e dentro l’ufficio. Così quando i miei genitori hanno agito alle mie spalle, assumendo a mia insaputa un co-direttore per aiutarmi a gestire gli affari di famiglia… diciamo che non l’ho presa benissimo. Specialmente quando ho scoperto che la persona in questione è un’insopportabile conoscenza del college. Mi ha sempre giudicato un playboy viziato, ma lei non è altro che un’odiosa signorina so-tutto-io. E adesso è qui, nel mio ufficio, a insegnarmi come gestire la mia compagnia. Ho lavorato sodo per arrivare dove sono e non mi farò mettere da parte da lei perché mi giudica un donnaiolo impenitente. Devo solo riuscire a togliermi dalla testa le sue gambe mozzafiato… Ma sì, ce la faccio. E ormai ho deciso: la signorina Morgan Stickford imparerà presto che Wilder Cross è l’unico che comanda.

 Troppe volte vorrei dirti no

Recensione della Queen – Troppe volte vorrei dirti no di Samantha Towle, stand-alone edito Newton Compton e pubblicato il 2 agosto.

Wilder Cross aspetta da anni il suo momento di gloria: diventare CEO dell’azienda di famiglia, Lingerie Under Her, che si occupa della produzione e vendita di biancheria intima super provocante. Lui si dedica anima e corpo al suo lavoro dove ha fatto la gavetta come ogni altro dipendente, ed ora che i suoi genitori vogliono andare in pensione è pronto e preparato per il ruolo che lo aspetta. L’imprevisto però è dietro l’angolo, perché sua mamma a sorpresa gli annuncia che verrà affiancato da un co-direttore per avere una controparte femminile nella visione globale dell’azienda che è prettamente rivolta ad un pubblico di donne. Wilder rimane basito dalla notizia ma lo shock maggiore subentra non appena viene annunciato il nome della fortunata prescelta: Morgan Stickford, o come lui la ricorda al college: Morgan scopa in c**o Stickford. Avete capito bene, i due ragazzi hanno frequentato la stessa facoltà ma per una serie di equivoci e imprevisti, non sono mai andati molto d’accordo, anzi a dirla tutta Morgan snobbava Wilder e la cosa lo infastidiva moltissimo.

Ah, merda. Morgan Scopa-in-c**o Stickford. Provo sollievo e sgomento in uguale misura. Sollievo perché non ci sono andato a letto al college. Sgomento perché mi odiava. Un peccato, perché era carina. Be, la faccia, almeno, sempre ben visibile di solito legava i capelli in una coda di cavallo a differenza del corpo, nascosto da maglioni enormi e orribili. Ed era sempre serissima. Dal che il soprannome di Scopa-in-c**o

Ma la Morgan che si trova davanti Wilder non è la stessa che ricordava, adesso è diventa una super sexy e provocante donna d’affari e non più il brutto anatroccolo della facoltà presa di mira da tutti per il suo non essere una taglia 38, risultando acida e poco socievole. L’incontro per Wilder non va come sperato, infatti si presenta in ufficio con i vestiti stropicciati e la barba incolta del giorno prima, segno che non ha dormito a casa; ma c’è di peggio, sul retro della camicia c’è una scritta che rovinerà ufficialmente le presentazioni: La notte scorsa è stata fantastica! Wild è il nome giusto per te, selvaggio 😉 Chiamami se vuoi sco***e di nuovo. 847-206-7841 Baci

Per Morgan è l’ennesima certezza che non è cambiato di una virgola, è il solito donnaiolo che passa da un letto all’atro con nonchalance, senza preoccuparsi minimamente di tutto il resto. Wilder si impegnerà molto per farle cambiare idea, perché il suo lavoro viene prima di tutto e non può iniziare una collaborazione avendo fatto una figura del genere, quindi le propone una tregua: fare tabula rasa del passato e ricominciare da capo a conoscere le versioni di loro stessi che sono diventate.

«Quello che cerco di dire è che non importa cosa sia successo allora o cosa pensavamo luno dellaltra. Siamo persone diverse. Il college è stato secoli fa. Non conosciamo le nostre versioni 2017 e mi piacerebbe molto se facessimo tabula rasa e ricominciassimo da zero». «Quando parli di fare tabula rasa intendi anche dimenticare il messaggio osé dietro la tua camicia?» «Gesù». Scuoto la testa. «Mi perseguiterà a vita, vero?». Ha un fremito sulle labbra, come se stesse reprimendo un sorriso. «È probabile».

Ma una volta sotterrata l’ascia di guerra riusciranno a convivere insieme a stretto contatto senza aggredirsi a vicenda? Se siete curiose di scoprire una storia frizzante, briosa e con un alto tasso erotico, non vi resta che leggere assolutamente questo romanzo.

La mia amata Towle torna dirompente con questo stand-alone dalle linee sì rosa, ma con delle sfumature di rosso passione e giallo gelosia. Ne vedremo delle belle insieme al selvaggio Wilder, un personaggio dal carattere deciso che sa ciò che vuole e lo dice chiaramente, non avendo problemi a fare mea culpa nel momento del bisogno. Sono questi i protagonisti maschili che adoro, uomini forti che anche provenendo da una famiglia benestante, si rimboccano le maniche e partono dal basso, conquistando con le proprie forze il successo che meritano. Il suo carisma ti travolge e ti ammalia, fino ad essere quasi gelosa della sua Morgan e della fortuna sfacciata che possiede.

Conosciamo Morgan invece attraverso le descrizioni di Wilder, la maggior parte del libro è raccontato dal suo punto di vista, cosa che adoro, basta con questi pov solo femminili.

Lei è una donna che ha costruito tutto il suo pensiero basandosi su un mero equivoco del passato, ma nonostante ciò è disposta a concedere una seconda possibilità.
Sono due personaggi molto potenti e dal carattere ingombrante, non sempre riescono a coesistere insieme, ma le scintille sono assicurate.
La scrittura della Towle non ha bisogno di descrizioni, ti coinvolge dalla prima sillaba e non vedi l’ora di leggere il capitolo successivo tanto sei rapito dalla storia.
Per chi è amante delle commedie romantiche, condite con un pizzico di sesso e dialoghi serrati e divertenti, questo è il libro che fa per voi! Alla prossima lettura la vostra Queen Morena!

5 stelle

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.