The Winner’s Curse. La maledizione di Marie Rutkoski

The winner's curse. La maledizione

Trama In quanto figlia di un potente generale di un vasto impero che riduce in schiavitù i popoli conquistati, la diciassettenne Kestrel ha sempre goduto di una vita privilegiata. Ma adesso si trova davanti a una scelta difficile: arruolarsi nell’esercito oppure sposarsi. La ragazza, però, ha ben altre intenzioni… Nel giovane Arin, uno schiavo in vendita all’asta, Kestrel ha trovato uno spirito gentile e a lei affine. Gli occhi di lui, che sembrano sfidare tutto e tutti, l’hanno spinta a seguire il proprio istinto e comprarlo senza pensare alle possibili conseguenze. E così, inaspettatamente, Kestrel si ritrova a dover nascondere l’amore che inizia a sentire per Arin, un sentimento che si intensifica giorno dopo giorno. Ma la ragazza non sa che anche il giovane schiavo nasconde un segreto e che per stare insieme i due amanti dovranno accettare di tradire la loro gente o altrimenti tradire sé stessi per rimanere fedeli al proprio popolo. Kestrel imparerà velocemente che il prezzo da pagare per l’uomo che ama è molto più alto di quello che avrebbe mai potuto immaginare…

The Winner’s Curse. La maledizione

Recensione di Esmeralda The Winner’s Curse. La maledizione di Marie Rutkoski. Tra me e questo libro è stato amore a prima vista, una cover che cattura lo sguardo e una trama che promette azione ed emozioni. Ho trovato tutto questo? No ragazze, ho trovato molto di più perché al di là del ritmo incalzante e delle fortissime emozioni suscitate in me è riuscito anche in un’impresa non da poco: farmi riflettere.

La guerra tra Valoriani e Herrani, popoli a cui appartengono rispettivamente Kestrel e Arin, i primi conquistatori e i secondi conquistati ridotti in schiavitù, ha qualcosa di estremamente affascinante e vi porterà inevitabilmente a tifare per una fazione a discapito dell’altra. Non ho mai provato simpatia per i potenti, i ricchi e i prepotenti, sono sempre stata dalla parte del debole, dell’oppresso, dello svantaggiato ma in questo libro non sarà semplice abbracciare un’idea e portarla fino alla fine. Lo spargimento di sangue, le strategie di attacco, le divergenze intestine vi faranno vedere le scelte perpetrate dai vari interpreti da molteplici punti di vista e non sarà per nulla semplice stabilire chi sarà dalla parte del bene e chi da quella del male. L’unica certezza che avrete una volta chiuso questo primo volume saranno la forza dirompente e l’intelligenza acuta dei due fantastici protagonisti. Impossibile non innamorarsi di Arin, della sua arguzia, della sua forza che si trasforma delicatezza quando si trova di fronte a Kestrel, del suo cuore, della sua mente sempre in movimento e perché no anche del suo aspetto selvaggio e indomabile. E Kestrel? Una protagonista unica, determinata a non sottostare al volere del padre, indipendente, fiera e che, consapevole dei propri limiti fisici, gioca d’astuzia e d’intelligenza per emergere dalle situazioni difficili in cui si trova invischiata.

Kestrel e Arin possono essere descritti con un solo aggettivo: indimenticabili.

Il primo incontro tra i due è alquanto singolare, Kestrel viene attratta dallo schiavo con lo sguardo fiero e indomito come una calamita e non può fare altro se non comprarlo. Kestrel fatica a comprendere la follia che ha fatto, non è lei a occuparsi dell’acquisto degli schiavi ma una forza inspiegabile l’ha spinta a compiere questo gesto e, nonostante per un periodo tenti in tutti i modi di tenersi distante da lui verrà il momento in cui non sarà più in grado di opporsi e lo porterà a condividere con lei parte della sua vita. Kestrel e Arin non avevano certo pronosticato di appartenersi e se vi aspettate una storia d’amore fatta di incontri e sensualità non è questo il caso, il momento di massimo contatto fisico tra loro sarà anche quello che porrà fine ai sogni d’amore a occhi aperti della nostra Kestrel. Il tradimento brucerà come il fuoco e fidarsi sarà difficile quanto imporsi di restare distanti perché loro, nonostante tutto, sono fatti per sfiorarsi, desiderarsi ma aimè, almeno per adesso, non per camminare insieme mano nella mano.

Tra intrighi, tradimenti, strategie, gossip si dipana una storia coinvolgente e appassionante da cui faticherete a staccarvi una volta terminato il libro. The Winner’s Curse. La maledizione vi si insinuerà sotto pelle e vi trasporterà nel mondo nato dalla fantasia di Marie Rutkoski, un mondo in cui l’unica cosa importante, perché per nulla scontata, è la libertà. Libertà per un popolo che è stato sottomesso benché disponesse di maggiore cultura e conoscenza, un popolo evoluto piegato al volere di un popolo barbaro con una grande forza militare. Sono certa che la Rutkoski riuscirà nel corso della trilogia a ristabilire la giusta gerarchia delle cose perché in un mondo giusto l’intelligenza batte la forza 10 a 0!

bellissimo

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published.