Svegliarsi sposati 6&7: Il lieto fine di Will e Patrick e La luna di miele infinita di Will e Patrick di Leta Blake

Il lieto fine di Will e Patrick:
Certo, ora Will e Patrick sono innamorati, ma non lo erano quando si sono sposati a Las Vegas. Per Patrick non è un problema, ma Will non riesce a togliersi dalla testa il dubbio che una relazione cominciata sotto coercizione non possa diventare reale.
Dato che la famiglia mafiosa dei Molinaro ha cambiato posizione sul divorzio, Will e Patrick hanno l’opportunità di sistemare il loro errore da ubriachi. Ma la separazione è davvero la soluzione giusta? Scopritelo in questo capitolo dell’amata serie Svegliarsi Sposati.

La luna di miele infinita di Will e Patrick:
Il geniale neurochirurgo Patrick McCloud non avrebbe mai pensato di innamorarsi, tantomeno di sposarsi. Lui e Will Patterson sono in ritardo di due anni per la loro luna di miele e, sebbene il romanticismo non sia una sua dote innata, è determinato a renderla perfetta.
Will lavora come un pazzo per aiutare gli altri e gestire la propria famiglia e le sue infinite sceneggiate. Una fuga tropicale senza i loro soliti capricci è l’ideale. Ma riuscirà la famiglia di Will a lasciarli in pace? Conoscendo il clan Patterson-Molinaro, non è probabile…

Svegliarsi sposati: Il lieto fine di Will e Patrick – La luna di miele infinita di Will e Patrick, 6° e 7° Volume della serie “Wake Up Married” pubblicato il 20 luglio 2020 dalla Triskell Edizioni.

Ebbene sì, tutte le cose belle prima o poi finiscono e anche se per me è oltremodo difficile lasciarli andare, anche la storia di Will e Patrick è arrivata al capolinea. Chi ha seguito la coppia nelle varie vicissitudini sa che il loro è stato un rapporto nato da una notte di bagordi a Las Vegas che però, con il tempo, si è evoluto in qualcosa di molto più forte. Questi due, che all’inizio sembravano così mal assortiti da scoppiare dopo due secondi di convivenza, nei mesi trascorsi a far finta di essere una coppia innamorata e felice, hanno scoperto di esserlo davvero e di essere migliorati proprio grazie a questo legame che si è creato tra loro.

Will, che all’inizio era la parte debole, il giovane con una forte dipendenza dall’alcol, di diabete e, soprattutto, con gravi problemi di autostima a causa di un amore sbagliato e di una famiglia che definire sconclusionata e disfunzionale è dire poco, ha avuto la forza di imporsi su tutti coloro che vedevano in lui solo un giovane immaturo da proteggere ad ogni costo. Gran parte di questa sua crescita emotiva è da imputarsi a Patrick, l’uomo che ha accettato di fingere di essere il suo maritino adorato per consentirgli di mantenere in piedi la sua associazione senza scopo di lucro. L’uomo, pur cercando di tenerlo al sicuro dalla malattia e dall’alcol ha saputo infondergli la fiducia in se stesso di cui aveva disperatamente bisogno per liberarsi da tutte le zavorre che lo trattenevano in una vita infelice e autodistruttiva. Grazie a Patrick, Will capisce di essere forte,  coraggioso e soprattutto, che è in grado di badare a se stesso sempre e comunque.

A sua volta, Will, ci ha dato modo di scoprire un Patrick diverso dall’uomo che si presentava come un Dio sceso in terra e un genio  per eccellenza. Dietro i suoi modi di fare e di essere, c’è un uomo assolutamente fantastico, uno che non ha filtri, che dice quello che gli passa per la testa senza farsi tanti scrupoli. Grazie a Will, Patrick è riuscito a capire qualcosa in più su se stesso e a dare un senso a tutta una serie di sensazioni ed emozioni che gli erano estranee da sempre. Con lui e grazie a lui, Patrick riesce a venire a patti con le brutture della sua vita passata, a riappropriarsi della musica e a trovare degli amici fantastici che non vedono in lui solo il dottore ba***do che li fa piangere con i suoi modi bruschi. Chi ha letto i capitoli precedenti sa benissimo quali sono i suoi modus operandi, qual è il  suo modo di interagire con il resto del mondo e, per chi, invece, ancora non ha letto nulla di lui, posso solo dirvi che non sapete cosa vi state perdendo. Patrick è unico, è qualcosa che non si può spiegare con poche parole. Lui pensa e agisce  come un essere superiore a tutto e a tutti, eppure in lui c’è tanto, tantissimo altro. Ci sono emozioni indescrivibili e dolori altrettanto forti e sarà bellissimo scoprire tutti i suoi lati.

Con Will e Patrick l’autrice ha dato vita ad una coppia che sembrava davvero improbabile anche sulla carta. Will timido, impacciato e insicuro e Patrick, padrone di ogni singolo gesto e azione, più sicuro di se stesso di quanto possa sentirsi un Dio dell’Olimpo. Eppure, quella che all’inizio sembrava solo una storia semplice e senza tante pretese si è trasformata, capitolo dopo capitolo, in una storia intensa non solo da punto di vista fisico ma anche, e soprattutto, da quello emotivo. La crescita dei personaggi è stata graduale e ben descritta dall’autrice che ha creato due personaggi credibili e con molto spessore. E non si è fermata a loro due no, tutti i personaggi che gravitano loro intorno hanno personalità molto ben descritte e sviluppate, a partire dal padre mafioso di Will e dalla madre, personaggio che ho odiato fino all’ultima pagina. Allo zio kevin per il quale avrei voluto una storia a parte. Ai genitori adottivi di Patrick, alla sua amica Jenny. All’ex fidanzato di Will che alla fine ha ricevuto quanto meritava. Insomma, nulla è stato lasciato al caso in questa serie e nessuna emozione viene risparmiata al lettore che passa dalle risate a crepapelle delle battute sagaci di Patrick, alla commozione per le pene subite da questo o quell’altro personaggio. Dalla voglia di picchiare qualcuno, all’emozione di un primo bacio. Ecco, in poche parole, questa è una serie che non potete assolutamente perdervi perché, quando alla fine, avrete letto tutto su Patrick e Will, non riuscirete a mandarli via ma resteranno in una parte del vostro cuore per molto, moltissimo tempo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.