Silver. La porta di Liv di Kerstin Gier

silver. la porta di livTrama Liv è sconvolta: Secrecy, la misteriosa autrice del blog più frequentato della scuola, conosce i suoi segreti più intimi e non si fa scrupolo di raccontarli a tutti. Come è possibile? E cosa le nasconde l’affascinante Grayson, che è diventato il suo “fratellastro” da quando la mamma di Liv è andata a vivere con il padre di lui, trascinando anche lei e la sorellina Mia in questa nuova avventura? Ma soprattutto, quale presenza oscura si aggira di notte negli infiniti corridoi del mondo dei sogni di Liv, un mondo che, incredibilmente, condivide con altre persone? E cosa significano gli improvvisi episodi di sonnambulismo di Mia?

Incubi, misteriose apparizioni e pericolose cacce notturne non favoriscono certo la tranquillità di Liv, che di giorno è alle prese con una famiglia allargata davvero complessa, grazie anche alla gemella di Grayson, la splendida e spocchiosissima Florence, e alla loro terribile nonna, che non fa mistero di non approvare Liv, Mia e la loro madre… per non parlare del cane e della bambinaia! Per fortuna che c’è Henry, il suo ragazzo non solo nei sogni, ma anche qui la situazione non è semplice. E per di più sembrano esserci in giro parecchie persone che hanno ancora dei conti in sospeso con la nostra eroina e non solo di notte…

silver. la porta di liv liv e henry

Recensione Non amate leggere trilogie perché temete l’effetto soporifero del secondo volume, in cui poco succede e solitamente la noia regna sovrana essendo ritenuto solo il libro di passaggio? Abbandonate ogni incertezza e buttatevi a capofitto sulla Trilogia del Sogni di Kerstin Gier, perché Silver. La porta di Liv, a mio modesto parere, è stato addirittura migliore del primo capitolo Silver. Il libro dei sogni. Impossibile direte, niente affatto, provare per credere.

Ho amato con ancora maggiore impeto i miei LOVE del post precedente: Liv, Mia, Henry e Grayson. Ho apprezzato sempre di più i LIKE, Lottie su tutti ed ho disprezzato con tutte le mie forze i DON’T LIKE, Florence, Emily e Arthur. Poi Kertin Gier ha aggiunto un’altra perla all’elenco già abbastanza lungo: la nonna di Grayson e Florence, ribattezzata, dalle nostre eroine di sarcasmo Liv e Mia, in Beocra (Belva in ocra è troppo lungo d’altronde da pronunciare ogni qualvolta la “dolce nonnina impicciona” si comporta in modo spregevole con loro, mamma, Lottie o Buttercup). Davvero spassosi alcuni episodi che coinvolgono Beocra, Liv e Mia, vi dico solo poche semplici parole che stuzzicheranno la vostra fantasia: assassinio di un pavone. Vi ho incuriosite? Io dico proprio di sì!

La faccenda dei sogni si fa sempre più complessa e nulla è come sembra, Grayson se ne è tirato fuori, Jasper è emigrato per un semestre in Francia per rimediare all’insufficienza in francese, Anabel è rinchiusa in una clinica psichiatrica, e Arthur sembra molto tranquillo dopo tutto ciò che è accaduto, forse pure troppo.

Henry e Liv vivono felicemente la loro bella storia d’amore, più in sogno che nella realtà purtroppo. Henry sembra custodire gelosamente molti segreti di cui non vuole rendere la dolce Liv partecipe. E tutto questo si sa a lungo andare non porta a nulla di buono.

Ma se fossero solo questi i problemi che si aggirano lungo i corridoi dei sogni sarebbe troppo bello! C’è qualcuno che tenta in tutti i modi di far del male a Mia sfruttando i suoi episodi di sonnambulismo. Liv è sconvolta e solo grazie all’aiuto dei suoi due angeli custodi, Henry e Grayson riuscirà ad impedire che questo qualcuno arrivi a farle seriamente del male.

Un secondo episodio avvincente ed entusiasmante in cui riusciremo a conoscere sempre meglio tutti i personaggi che gravitano intorno alla nostra amata Liv e in cui i sogni si faranno sempre più intriganti. Ad un certo punto mi sembrava di essere finita dentro Inception, adoro!

Adesso vi saluto e corro a leggere l’ultimo capitolo Silver. L’ultimo segreto, sono troppo esaltata!

bellissimo

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. settembre 7, 2016

    […] dei sogni mi è strapiaciuto e non riuscendo a resistere ho già letto anche il secondo volume Silver. La porta di Liv. Solitamente i secondi episodi nelle trilogie sono un po’ debolucci ma questo non accade mai […]

  2. settembre 8, 2016

    […] i sogni di ognuno di noi e che tanto ho imparato ad amare in Silver. Il libro dei sogni e in Silver. La porta di Liv. Non mi sento per niente pronta ad abbandonare i quattro moschettieri: Liv, Mia, Henry e […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.