Se mi baci non vale di Valentina Vanzini

Amanda è una Fashion Blogger affermata e sa che bisogna essere sempre preparati e non lasciare nulla al caso, per questo pianifica ogni cosa nei minimi dettagli, perfino la sua vita privata. Ma i suoi programmi prendono un’altra direzione quando il suo fidanzato storico, rampollo dell’alta borghesia, la lascia poche settimane prima del matrimonio a causa della sua famiglia un po’ matta. Lei, abituata a essere impeccabile in ogni occasione, si ritrova ubriaca al bar di un vecchio amico d’infanzia e, in preda alla disperazione, gli racconta tutto. Cesare è tutto l’opposto di ciò che Amanda apprezza: antipatico, egocentrico, cafone e soprattutto un inguaribile bastardo playboy. I due, complici i bicchieri di troppo, finiscono a letto insieme. Tutto potrebbe essere messo da parte con facilità se non fosse che il suo ex ritorna alla carica riprovando a conquistarla e se Cesare non fosse il fotografo ufficiale alla loro cerimonia… Ma l’attrazione tra loro è evidente e Amanda capisce che è impossibile avere il controllo su tutto…

Recensione di Roberta – Se mi baci non vale di Valentina Vanzini – Romance contemporaneo pubblicato da Butterfly Edizioni il 3 febbraio 2019.

Amanda è una fashion blogger molto influente che ha programmato minuziosamente il suo futuro. Tutti gli aspetti della sua vita sono meticolosamente organizzati e dunque controllabili, eccetto la famiglia: i suoi genitori sono separati da quando era piccola ma continuano a frequentarsi e a stuzzicarsi in continuazione, cosa che spesso sfocia in scenate pubbliche imbarazzanti e litigate manesche. Ad una cena a poche settimane dalle nozze, in presenza del perfetto e aristocratico fidanzato, William Wood, i due danno il peggio di loro, sfasciando metà del ristorante.

A cospetto di tale pubblica esternazione, il giovane di sangue blu decide di lasciare la ragazza ed annullare il matrimonio.

Presa dalla sconsolazione, Amanda si ritrova in un bar di Centocelle, Bacco Birichino, dove, ulteriormente indispettita da Cesare, l’affascinante e trasandato barista, si ubriaca. La cosa sarebbe comprensibile è trascurabile se solo non si risvegliasse la mattina dopo nel letto dello sconosciuto.

Amanda sgattaiola fuori dalla casa del giovane, cercando di dimenticare l’accaduto, con la certezza di non rincontrare più Cesare.

Nonostante le premesse, tutto sembrerebbe rientrare nell’ordine prestabilito, tant’è che William torna sui suoi passi e decide di riconfermare le nozze, a patto che i genitori di Amanda si comportino in modo congruo durante il soggiorno in Cornovaglia, dove incontreranno la madre e la sorella del ragazzo.

Amanda, conoscendo i genitori, è in ansia vedendo il suo perfetto futuro in bilico, ma la cosa passa in secondo piano quando viene a sapere che il fotografo incaricato degli scatti del suo matrimonio è proprio Cesare.

Cosa succederà durante il loro viaggio in Cornovaglia? Non vi resta che scoprirlo…

Amanda, sin da piccola, ha sviluppato l’ossessione di programmare ogni aspetto della sua vita sulla sua agenda: incontri, cene, telefonate, persino il sesso. Questo per sopperire alla sconclusionata vita familiare che è costretta a subire a causa dei litigiosi genitori.

“Io non improvviso mai. E quando dico mai è davvero mai. Il solo pensiero mi fa venire l’orticaria.”

Per lei, l’apparenza è tutto ed è per questo che classifica subito Cesare Pallavicini come un cavernicolo ed un burino, un barista trasandato ed un inguaribile playboy.

In realtà invece è solo un ragazzo semplice, intelligente e sveglio, un fotografo di talento che non vede l’ora di avere un’occasione per dimostrare il suo valore ed il matrimonio di Amanda potrebbe davvero essere il suo trampolino di lancio, così l’affascinante giovane si offre di aiutarla a far riappacificare i suoi genitori.

Ma l’attrazione tra i due è innegabile ed il viaggio in Cornovaglia per la presentazione delle due famiglie dei promessi sposi li riavvicinerà ulteriormente.

Cesare è ben cosciente di avere un bell’aspetto e di essere apprezzato per questo ma, nonostante i suoi modi un po’ rozzi, vi conquisterà con i suoi atteggiamenti genuini e gli occhi sinceri.

Amanda, sebbene le apparenze ed il successo, è tutto fuorché sicura di se’ e solo un cataclisma di nome Cesare forse potrà farle capire ciò che realmente vuole nella vita.

“Rigida io?! Sì, va be’, magari un po’ è vero, ma non starò certo qui a farmi fare da analista da questo pallone gonfiato.”

Il romanzo, a mio parere, si presta in modo ottimale ad una trasposizione cinematografica. Tutto si svolge in pochi giorni e l’incalzare dei dialoghi rende la lettura molto piacevole.

La storia viene narrata in prima persona da Amanda e, sinceramente, mi sarebbe piaciuto avere, in alcuni casi, anche il punto di vista di Cesare.

L’autrice ha delineato due protagonisti molto simpatici ed è riuscita a rendere il romanzo accattivante e non scontato.

È una lettura leggera e divertente, che consiglio assolutamente se volete passare qualche ora spensierata.

4 stelle

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.