Santander. Diario di viaggio…#spagna_portogallo5

  • DSCF4366
  • DSCF4371
  • DSCF4382
  • DSCF4398
  • DSCF4399
  • DSCF4400
  • DSCF4403
  • DSCF4452
  • DSCF4453
  • DSCF4455
  • DSCF4457
  • DSCF4463
  • DSCF4464
  • DSCF4468
  • DSCF4469
  • DSCF4470

Lasciati alle spalle i Paesi Baschi dopo aver ammirato la splendida San Sebastian e lo scultoreo Guggenheim di Bilbao è la volta di Santander, capitale della Comunità Autonoma della Cantabria. Circondata dai monti della catena Cantabrica vanta una posizione favorevole nella profonda insenatura della Baia di Santander nel Golfo di Biscaglia, il clima mite che la contraddistingue e le sue medie dimensioni la pongono ai vertici delle classifiche sulle città con la migliore qualità della vita. Le sue spiagge sono meta di surfisti grazie al forte vento che spira dall’oceano.

Uno degli edifici più importanti della città è la Cattedrale di Santander, meglio nota come la Cattedrale di Nuestra Senora de la Asuncion, costruita sui resti romani è il risultato della sovrapposizione di due chiese in stile gotico

Poco distante troviamo Plaza Porticada, la piazza più spettacolare di Santander, circondata da un portico di 64 archi e sede per decenni del Festival Internazionale di Musica e Danza.

santandersantandersantander

Per gli appassionati di mercati coperti non può mancare una puntatina al Mercado del Este, ritenuto uno dei primi mercati coperti commerciali di Spagna, edificato tra il 1839 e il 1842, vanta una bellissima struttura in legno che gli dona molto carattere e lo cristallizza nel tempo.

santandersantandersantandersantander

La parte più caratteristica della città è sicuramente il suo bellissimo lungomare, da lì potrete ammirare le tantissime imbarcazioni turistiche e non che popolano il suo porto. Puerto Chico è l’antico porto peschereccio, oggi sede sportiva, da cui potrete ammirare il Real Club Maritimo de Santander e, in lontananza, il Palacio de Festivales de Cantabria, quello col tetto in rame per intenderci, simbolo architettonico e culturale della città e sede, dagli anni novanta, del festival estivo della città.

santandersantandersantandersantander

Di forte impatto è la Grua de Piedra, un’antica gru che prestò il suo servizio, di carico e scarico merci, nel Porto di Santander dal 1900 fino agli anni ottanta, simbolo rappresentativo della capitale Cantabria. Passeggiando ci si imbatte in molte bancarelle che vendono il pescado del dia cucinato in diversi modi e nei tombini che indicano il Camino Del Norte de Santiago.

santandersantander santandersantandersantander

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. agosto 30, 2016

    […] Santander […]

  2. settembre 6, 2016

    […] il nostro viaggio on the road alla scoperta della Spagna e, lasciataci alle spalle la portuale Santander, facciamo la conoscenza di una città incantevole: Salamanca. Salamanca, capoluogo dell’omonima […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.