Salvezza di Sloane Kennedy

Salvezza

Titolo: Salvezza (The Protectors #2)

Autrice: Sloane Kennedy

Genere: Romance M/M /Suspense

TRAMA Il chirurgo ortopedico Ronan Grisham ha perso tutto, il giorno in cui l’uomo che amava gli è stato portato via in un brutale attacco. Guidato dalla sete di vendetta, impiega il suo odio per costruire un gruppo clandestino che può fare ciò che non è stato in grado di fare in quel giorno fatale… togliere la vita ai colpevoli per salvare quella degli innocenti. Ma, anni dopo, è costretto ad affrontare l’unico legame con il suo passato che non può tagliare.

Sette anni dopo la perdita dei genitori in una violenta incursione a casa sua, che l’ha lasciato deturpato in modo permanente sia fuori che dentro, il ventunenne Seth Nichols sta cercando di rimettere insieme i cocci della sua vita, per poter prendere in mano le redini della multinazionale di trasporti del padre. Ma l’ultima persona che si aspettava tornasse nella sua vita è l’uomo che lui ha fatto scappare con un innocente bacio rubato.

Con uno sfiorare di labbra, Seth è stato grado di fare a Ronan quello che non era riuscito a nessuno, sin dal giorno in cui Ronan stesso aveva guardato spegnersi per sempre la luce negli occhi del suo compagno. Ha fatto sì che desiderasse di nuovo. Ma Ronan non può desiderare nessuno, meno di tutti il fratello minore del suo defunto amore. Perché anche un solo tocco di Seth potrebbe mandare in frantumi il suo mondo costruito con cura, e lui sa che non ci sarebbe possibilità ritorno da quello, non una seconda volta.

Ma quando una serie di attacchi via via più aspri contro Seth forzano Ronan a tornare nella sua vita, Seth si rende conto che quella è la sua ultima possibilità per dimostrargli che può essere l’uomo di cui il chirurgo, ora a pezzi, ha bisogno. Solo che il Ronan che ricompare non è lo stesso di cui Seth si è innamorato tanto tempo prima.

Salvezza

Recensione di Sara –  Salvezza di Sloane Kennedy, secondo volume delle serie The Protectors.

Il disagio di Ronan nell’essere toccato, l’oscurità e il dolore dentro di lui erano ben chiari dal libro precedente, come il fatto che, in passato, fosse stato un’altra persona. Quello che non avevo capito era quanto profondo fosse il suo dolore, quanta colpa sentisse dentro di sé per qualcosa che, alla fine, è riuscita a distruggerlo.

“Perché mentre io ero stato il guaritore, lui era stato il protettore. E loro gli avevano portato via anche questo.”

Le decisioni prese, soprattutto se hanno a che fare con un evento tragico e doloroso, spesso vengono messe in dubbio e l’essere umano inizia a pensare ai “se” e i “ma”, di ciò che sarebbe successo se avesse preso una decisione diversa, fatto una scelta migliore. Ronan vive giorno dopo giorno con i sensi di colpa per la morte di Trace, il suo ragazzo. Si incolpa per non essere riuscito a salvarlo, a proteggerlo, anche se lui stesso ha perso una parte di sé quel giorno. L’unica cosa che può fare è mantenere la promessa di occuparsi di suo fratello.

Seth, il fratello di Trace, ha sempre fatto parte della vita di Ronan fino a quando, tre anni fa, non ha commesso l’errore di lasciarsi andare per un solo attimo e far ciò che davvero voleva con tutto il cuore: baciare Ronan. Un bacio a fior di labbra, un semplice tocco e tutto è andato in rovina tra loro. Ronan è scappato, uscendo dalla vita di Seth, forse per sempre.

“Avevo una buona ragione per temere Seth: sapevo che sarebbe bastato appena un tocco.. un tocco perfetto e mi sarei frantumato in un milione di pezzi. E da quello non ci sarebbe stato ritorno.”

Un’aggressione ai danni di Seth, che sembra casuale, porta Ronan, dopo anni, a trovarsi davanti alla casa del ragazzo, ad affrontare il suo passato doloroso e le conseguenze di ciò che successe quel giorno tra lui e Seth, così come i demoni e l’oscurità dentro se stesso che hanno cambiato per sempre la persona che quel ragazzino conosceva e pensava di volere. Il problema, però, è ciò che sente Ronan quando si trova vicino a Seth, il modo in cui il suo corpo reagisce e ciò che quel ragazzo così buono, innocente e puro riesce a risvegliare dentro di lui.

“Stare vicino a lui era un bisogno che non ero in grado di spiegare, ma anche uno che avevo smesso di cercare di negare.”

Basta un nonnulla per riaccendere la passione che li lega e l’amore che Seth prova per quest’uomo, nonostante la rabbia e il dolore per l’abbandono, nonostante la delusione di non vederlo mai tornare da lui dopo quel bacio rubato. Quando però i sentimenti sono sinceri e voluti solo da una parte, è inevitabile soffrire, è inevitabile farsi del male per cercare di leggere ciò che in realtà non c’è. E, anche se quei sentimenti esistono, sapere che non vengono accettati da Ronan distrugge un pezzetto di Seth, giorno dopo giorno.

“La mia speranza appena nata, però, morì di una morte rapida, quando capii cosa non mi stava dicendo. Lui mi voleva, ma non voleva desiderarmi.”

Giorno dopo giorno, stando sempre con Seth, Ronan sa bene che quel rapporto tra loro due porterà solamente altra sofferenza, ma non riesce ad andarsene, ha bisogno di ritrovare quel ragazzino dentro Seth per poter tornare a respirare veramente. Seth, invece, vive nella costante paura e nell’isolamento a causa del suo passato; ha assistito alla morte dei genitori. Sul corpo ha ancora i segni di quella notte e il fatto che soffra di attacchi di panico è un ricordo costante di ciò che ha perso tanti anni fa. E dopo quello, l’abbandono di suo fratello per tornare nei Marine, poi la sua morte. Il doversi occupare della nonna malata e tutto da solo, a soli sedici anni. E’ diventato presto un uomo, ma era solo un ragazzo che ha avuto troppe batoste dalla vita.

“Potevo provare a sistemare ciò che avevo rotto o potevo andare via, per sempre questa volta.”

La lotta interiore di Ronan con il senso di colpa per il suo passato e contro i sentimenti che inizia a provare per Seth, che si fanno sempre più profondi ogni giorno di più, riescono a far capire quanto la colpa per qualcosa che non si poteva impedire riesca a cambiare e manipolare la vita delle persone, portandole ad essere solo l’ombra di sè stesse per tanto tempo, forse tutta la vita.

“In quell’istante non era il fratellino di Trace e io non ero l’uomo spezzato che non poteva sopportare di essere toccato.
Eravamo solo noi due.”

La passione, i sentimenti di questi due uomini sono così profondi, così viscerali che quando si toccano, sfiorano, baciano o guardano l’intensità riesci a percepirla, riesce a percorrerti il corpo e ti chiedi se mai un giorno proverai questo legame guardando qualcuno negli occhi, qualcuno che ha visto tutto di te e non può fare altro che amarti incondizionatamente.

“Avevo amato Trace con tutto me stesso, ma non potevo negare il mio bisogno quasi paralizzante di Seth.”

Il percorso per ritrovare la fiducia, la luce di Ronan sarà lungo e doloroso, perché riuscire ad accettare la realtà e abbandonare il senso di colpa è qualcosa che richiede una forza enorme, oltre che avere accanto la persona giusta.
Seth, dal canto suo, non si arrenderà alle sue paure, al passato. Cercherà in ogni modo di essere l’uomo che suo padre sarebbe stato fiero di veder diventare, riuscendo però a non vivere nella sua ombra ma, invece, omaggiandolo con la sua dedizione, il suo lavoro e la sua forza per andare avanti.

“Con tutte le volte in cui mi ero preoccupato che il suo tocco potesse mandarmi in pezzi, non avevo considerato neppure una volta che, in effetti, potesse cominciare a rimetterli insieme. Ma era esattamente quello che stava facendo.. quello che aveva fatto per tutto il tempo.”

Per un secondo ho avuto paura, leggendo, che il fantasma di Trace avesse sempre un’ombra sul rapporto tra Seth e Ronan, invece non è stato così e in questo è stata bravissima la scrittrice. E’ difficile pensare di amare nuovamente qualcuno quando hai dato tutto te stesso ad un’altra persona. Ma ogni amore è diverso dal precedente, unico nel suo genere. E l’amore che lega Seth e Ronan è completamente diverso da quello che legava Ronan e Trace ma, al tempo stesso, entrambi sono stati in grado di rendere Ronan un uomo migliore.

Questa è una storia di un passato doloroso, di cicatrici e sensi di colpa. Una storia di rinascita, di salvezza, di pura e semplice fiducia nell’amore e come questo può guarire le ferite di una persona.
E’ una storia dolce, ma al tempo stesso dolorosa in alcuni punti. Una storia che ti fa capire davvero quanta sofferenza le persone si portano dentro, quanto questo possa cambiarle e distruggere ciò che amano. Ma è anche una storia in cui l’amore non si arrende, lotta e alla fine vince, riuscendo a liberare due uomini dal dolore che per anni hanno provato dentro se stessi. Una storia che nessuno può assolutamente farsi scappare.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.