Sacrifice di Barbara Bolzan

Buongiorno Smeraldi, oggi partecipo al mio primo DOMINO LETTERARIO. Un’iniziativa che ho trovato carinissima e che consiste nel fare recensioni di libri che hanno un collegamento tra loro per cover, casa editrice, autrice…per partecipare a questa iniziativa ho scelto Sacrifice di Barbara Bolzan libro che dovevo leggere da maggio ma che ho atteso con pazienza di cominciare per avvicinarmi il più possibile alla data di uscita del capitolo successivo. Vi lascio il calendario con tutti i blog partecipanti nel caso voleste recuperare le loro recensioni e scoprire questa catena come si è creata.

sacrifice

Trama Era questo che faceva Nemi, quindi. Non l’amore di Blodric nella nostra stanza profumata, non le notti che avevo trascorso tra le sue braccia a Temarin. Ma questo. Qualcosa di sporco, di rozzo, di doloroso e degradante. Poche parole nel corso della contrattazione, due corpi umidi e sudati, la nausea che si trasformava in conato, l’imperativo: Non piangere! scolpito nella mente, bocche e seni e braccia e gambe avviluppate. Poi, due monete lasciate sul letto e addio.

Non dimenticare mai chi sei, Rya. Ora che la strada intrapresa è incerta e il futuro altrettanto pieno di insidie, l’amore guida i suoi passi e la spinge a scelte difficili. Convinta di raggiungere Nemi, la principessa non può venir meno a se stessa e decide così di affrontare la dura realtà, la stessa che non ha mai davvero avuto il coraggio di guardare con i giusti occhi. L’Idrethia non è il luogo meraviglioso delle sue fantasie, è una prigione che inghiotte e getta nel fango, perché la vita fuori dal palazzo non è quella dei ricchi, ma di chi lotta per sopravvivere.
Il secondo capitolo di una saga avvincente, Sacrifice è il romanzo che dà nuova linfa alle vicende di Rya, una donna contro un mondo sconosciuto, che combatte per la dignità e per i suoi sentimenti. Perché una Niva non demorde, una Niva non si arrende mai.

Attenzione: Questo romanzo trascina in un altro mondo.

La saga di Rya sarà così composta:
Fracture – online
Sacrifice – 10 maggio 2017 (cartaceo novità Salone del libro di Torino 2017)
Deception – 20 settembre 2017
Awaken – 15 gennaio 2018

Recensione di Esmeralda – Sacrifice di Barbara Bolzan pubblicato da Delrai Edizioni a maggio. Avevo intuito che Barbara potesse essere sadica ma non credevo riuscisse a spingersi così oltre, la lettura di Sacrifice mi ha completamente spiazzato e fatico ancora a mettere ordine ai miei pensieri nonostante li abbia lasciati a decantare un bel po’ di tempo. Di una cosa devo darle atto, non ha scritto nulla di ciò che mi aspettavo e questo è un bene in senso assoluto perché io non sono un’autrice, né aspiro a diventarlo, e le idee che mi ero fatta non avevano nemmeno un briciolo della forza sprigionata da questo secondo capitolo della Saga di Rya.

Nonostante le premesse se avessi sotto mano Barbara la percuoterei perché mi ha fatto soffrire incredibilmente rivelando, nel modo peggiore possibile, tutte le brutture del mondo alla mia amata Rya e facendo perdere le tracce di colui che aveva rapito il mio cuore nel primo capitolo…dove diavolo è finito Nemi? Ridammelo subito e nessuno si farà del male!

Come avrete ben intuito sto delirando ma solo chi ha letto questo secondo volume può comprendere appieno il perché della mia follia, provo a farlo capire anche a voi senza rovinarvi la lettura…

Ritroviamo Rya nel paese di cui è regina, l’Idrethia, alla ricerca dell’uomo che ha rapito il suo cuore, Nemi. Giunta a destinazione dovrebbe pensare di raggiungere il marito Blodric, l’amata sorella Alsisia e il cognato sbruffone Strevj ma lei non è più la ragazzina cresciuta nella bambagia, nel primo capitolo ha visto cosa c’è al di là delle mura di Tamerin e il suo unico scopo è trovare Nemi e salvarlo. Convinta di dover racimolare denaro per corrompere le guardie e chiedere la sua scarcerazione dà il via a una spirale di eventi che la travolgeranno, la induriranno e la getteranno in un fango da cui è molto difficile riemergere. Rya cambierà totalmente personalità in questo capitolo e solo a sprazzi scorgeremo ciò che era un tempo, la sua freddezza mi ha lasciato senza fiato in più di un’occasione ma sono riuscita a comprenderla perché nel mondo in cui viene catapultata non potrebbe riuscire a resistere un solo minuto senza la scorza che si è costruita attorno al cuore. Ci sarà ancora speranza per lei, non temete, speranza che arriva da Roxile una bimba che le si affezionerà in un attimo e che Rya a poco a poco riuscirà a vedere come una figlia. Un rapporto simbiotico che, sono certa, resterà intatto nei prossimi capitoli della saga perché Rya è così, nonostante il cuore indurito dallo “schifo” in cui si trova impantanata, quando ama lo fa per sempre.

In questo capitolo la vedremo crescere, ci sarà un momento in cui sembrerà arrendersi alla vita orribile in cui si è ritrovata fino all’attimo in cui tirerà fuori la vera se stessa e combatterà per riacquistare la tanto agognata libertà.

Rya è un personaggio che ti entra dentro e da cui è impossibile liberarsi, le vicende che la vedono protagonista sono un pugno diretto alla bocca dello stomaco, ed è davvero difficile accettare la piega che prende la storia. Continuavo a ripetermi “No Barbara non puoi farle questo” e invece tutto ha un senso anche se non è facile scendervi a patti.

E poi c’è Nemi, il grande assente di Sacrifice, dopo averlo amato in Fracture è stato davvero un brutto colpo vederlo sparire nel nulla senza alcuna spiegazione, mi sono sentita abbandonata. Aleggia tra noi solo nei ricordi di Rya ma è troppo poco per me, e questo inficia un po’ il mio giudizio pur certa che Barbara avrà i suoi buoni motivi per aver fatto questa folle scelta.

Confermo il mio giudizio iniziale, Barbara Bolzan ha uno stile di scrittura molto coinvolgente e riesce a trasportarti nel mondo che ha creato in pochissime pagine, consiglio a tutte di recuperare i primi due volumi in vista del terzo, Deception, in uscita il 20 settembre.

Spero di essere riuscita a suscitare la vostra curiosità e a farvi dare una possibilità a questa fantastica autrice italiana, la parola passa a Deb Giorgi e il suo Leggendo Romance.

  

You may also like...

12 Responses

  1. Silvia says:

    Ho sentito molto parlare di questo libro. Messo in wl!

  2. dany_unlibroperamico says:

    Non è propriamente il mio genere quindi mi sa che passo ma mi ha fatto piacere leggere il tuo pensiero

  3. Ella di Libri e librai says:

    Non vedo l’ ora di leggerlo, ma, aspetterò che sia conclusa completamente per poterla leggerla tutta insieme…

  4. Anonymous says:

    Barbara per me è una garanzia, aspetto settembre con ansia! #aspettandodeception

  5. Erika says:

    Barbara per me è una garanzia, aspetto settembre con ansia! #aspettandodeception

  6. non conoscevo né saga né autrice, devo recuperare!

  7. Barbara says:

    Scusatemi, arrivo per ultima 🙁
    Grazie infinite per questa tua analisi! Prometto che saprò farmi perdonare per l’assenza voluta di Nemi… e sono felice di essere riuscita a sorprenderti, con Sacrifice!
    Adesso… quanto manca al 10 settembre???
    #aspettandoDeception

  8. c says:

    Conosco questo libro solo perché, ultimamente, ne sto sentendo parlare molto. In ogni caso, però, è molto lontano da me.

  9. Ielenia says:

    Non è esattamente il mio genere, ma ho apprezzato molto la tua recensione 🙂

  10. Elsa says:

    Ho sentito molto parlare del primo volume, Fracture, ma ancora non ho avuto modo di leggerlo. Non so se sia esattamente nelle mie corde, però sicuramente mi incuriosisce!

  11. Deb LeggendoRomance says:

    Non ho letto Fracture, ma solo per mancanza di tempo perché la storia mi intriga, quindi spero di recuperare la serie

  12. Non vedo l’ora di leggerlo! *-*

Leave a Reply

Your email address will not be published.