Rory Thorne e la distruzione del multiverso di K. Eason

Rory Thorne è una principessa, e nel giorno del suo battesimo ha ricevuto tredici doni dalle fate. Il più importante e controverso è un talento infallibile nel riconoscere l’adulazione e le bugie di chi la circonda. In qualità di primogenita, Rory si aspetta di ereditare il trono e regnare sul Consorzio Interplanetario di Thorne, ma poi il padre viene assassinato, la madre dà alla luce un figlio maschio e Rory viene inviata in un mondo lontano per convolare a nozze con il suo principe. Come se non bastasse, la ragazza scopre un infido complotto per spodestare il fidanzato e usurparne il trono: un ministro senza scrupoli ha cospirato per divenire Reggente del giovane principe dall’aria poco sveglia.
Così, Rory si ritrova al centro di un intrigo interplanetario, a poter contare unicamente sul suo ingegno e su una piccola squadra di alleati. Per fortuna, anche se ha solo sedici anni, ha già capito piuttosto bene la teoria del multiverso ed è stata istruita nell’aritmomanzia: la scienza che manipola i principi matematici alla base di ogni cosa. Quindi, sa che tutto è possibile (se non probabile), persino tentare di battere il Reggente e salvare il principe.

A metà tra Bottondoro e la principessa Leila, Rory Thorne è la protagonista di una storia di formazione dal sapore nuovo, in cui basta la giusta dose di piccoli gesti di ribellione perché una damigella in pericolo possa salvarsi da sola, rovesciare un governo e persino cambiare il destino del multiverso.
Il romanzo di Eason ha ricevuto recensioni entusiastiche da “School Library Journal”, “Kirkus”, e “Booklist” ed è stato inserito nelle liste “Best of” di “Bookish”, “Hey Alma” e del “Sci-Fi & Fantasy Blog” di Barnes & Noble’s.

Rory Thorne e la distruzione del multiverso di K. Eason, sci-fi young adult, libro 1 delle Cronache di Thorne, pubblicato da Multiplayer edizioni il 3 dicembre 2020.

Una lettura coinvolgente e scoppiettante in cui la Principessa si salva da sola e non solo, salva anche tutti quelli che le stanno intorno. Senza dubbio alcuno le donne che gridano all’emancipazione femminile saranno orgogliose di trovare un’eroina che, in barba a tutti gli avvertimenti, alle leggi e all’ottusità maschile in generale, si rimbocca le maniche e sconfigge il cattivo della situazione grazie al suo ingegno e alle sue abilità. Rory Thorne ci piace un sacco e oltre a una bella testolina pensante mostra molto spirito di iniziativa e una lingua in grado di tagliare il ferro.

Ho adorato l’inizio del libro in cui si rivivono le vibrazioni di La bella addormentata nel bosco, assistiamo al battesimo di Rory e all’ingresso delle fate che elargiscono doni all’infante. Tra le tredici fate ce n’è una non proprio carina che fa dono a Rory di un potere che può essere anche una maledizione: un talento infallibile nel riconoscere l’adulazione e le bugie di chi la circonda. Detto così sembra anche una cosa bella, chi non vorrebbe saper capire chi ha di fronte, il problema arriva quando vorresti restarne all’oscuro e vivere nella beata ignoranza. Rory cresce ed è amata da tutti, la futura Regina, dopo una sfilza di regnanti maschi, peccato che a scombinare i suoi piani giunga la morte prematura del padre durante un attentato terroristico e la nascita di suo fratello che diverrà erede al trono. Da questo momento Rory è solo una merce di scambio per mantenere la pace nello spazio e che con ogni probabilità finirà sposa di un uomo che mal sopporta e che non la interpellerà su nessuna decisione importante. Il fratellino Jacen mostra fin da subito di che pasta è fatto, i capricci sono all’ordine del giorno, è viziato e adorato in ogni angolo del pianeta e detesta Rory con tutto se stesso non facendone mistero. Per Rory potrebbe essere una liberazione doversene andare su un altro pianeta, il problema sono le imposizioni che deve sopportare, come se lei non avesse voce in capitolo, come se dovesse solo imparare a stare al proprio posto. Tutto precipita il giorno in cui la madre decide, per mettere fine alla guerra in corso da anni, di sposare il Reggente di Urse, Vernor Moss, un uomo meschino assetato di potere che non ha avuto nessuna esitazione a uccidere il suo re per prenderne il posto e che non ha nessuna intenzione di lasciar regnare il principe Ivar che, ammettiamolo, non sembra un fulmine di guerra.

Rory, il visir Messer Rupert e Grytt vengono mandati su Urse, certo non si aspettano di essere accolti con tutti gli onori del caso, per Rory è solo una gran scocciatura e spera di riuscire a far saltare questo matrimonio imposto, al compimento della sua maggiore età, col principe Ivar, ma non si aspetta nemmeno di non trovarlo al suo arrivo. Strano che Ivar non sia lì e, cosa ancor più strana, che al loro primo incontro sembri non ricordarsi nemmeno di lei. Ok che Ivar non è un genio, ma non può essersi dimenticato del tutto di averla conosciuta. Rory si insospettisce e la presenza assillante dei figli del reggente la mettono in allarme, c’è sotto qualcosa e lei è intenzionata a scoprire di cosa si tratta.

Ovviamente non ho nessuna intenzione di dirvi altro, sappiate solo che sotto c’è ben più di ciò che Rory immaginava e che le vite dei suoi pochi alleati sono in serio pericolo. Ho molto apprezzato il rapporto di Rory col visir e Grytt, entrambi tengono a lei come se fosse loro figlia e la trattano come tale dispensando consigli anche quando questi non vengono richiesti. Per Rory sono due figure fondamentali, si fida ciecamente di loro e sa che può contarvi qualsiasi cosa accada. Ma quello che più ho apprezzato è l’evoluzione del rapporto tra Rory e Jaed, secondogenito del Reggente e ben diverso dal padre, il lui Rory troverà un importante alleato e chissà che possa anche diventare qualcosa di più di questo.

Rory Thorne e la distruzione del multiverso è il primo volume di una dilogia e manca poco alla pubblicazione del secondo di cui spero di potervi parlare presto: Rory Thorne e la vendetta del multiverso uscirà il 27 maggio, se siete curiosi vi lascio il link della casa editrice.

4 stelle

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.