Review Tour + Giveaway – Non c’è gusto senza te di Gloria Brolatti Edy Tassi

non c'è gusto senza te

Trama Cos’hanno in comune una pasta alla Norma destrutturata e delle frittelle di zucchine? Un’ostia di polpo e un biscotto al cioccolato?
Niente.
Proprio come lo chef Massimiliano Vialardi e la foodblogger Caterina Malena.
Lui propone una cucina dal forte impatto estetico, estremamente raffinata e algida. Lei dispensa ricette e consigli ereditati dalla nonna pugliese, pensati per donne che non hanno tempo di trascorrere mezza giornata in cucina “per rendere sferico il fumetto di pesce”.

Eppure Caterina e Massimiliano dovranno imparare a collaborare per realizzare un progetto top secret, che potrebbe rappresentare la soluzione ai loro problemi. Caterina, infatti, ha perso il lavoro, ma la sua famiglia non lo sa e non lo deve sapere. Massimiliano, invece, ha bisogno di nuovi locali perché la madre ha deciso di trasformare il suo ristorante in una galleria d’arte temporanea.
Così, anche se è l’ultima cosa che vorrebbero fare, i due si ritrovano a cucinare insieme, chiusi in una villa dove andare d’accordo sembra impossibile.
Tra Milano, Cisternino di Brindisi e l’Oltrepo Pavese; tra programmi televisivi, battibecchi, tradimenti e impreviste riappacificazioni, la schermaglia, nata dosando ingredienti e sguardi davanti alle telecamere, si trasforma fra le mura della villa in una storia che cuoce a fuoco lento, profuma di cacao, ha un lato dolce tutto da scoprire… e lascia in bocca il gusto persistente dell’amore.

Non c'è gusto senza te

Recensione di Sara – Smeraldi buongiorno, la storia che sto per raccontarvi è una delle poche cose che contiene cioccolato ma non vi farà ingrassare. Oggi vi parlo del romanzo Non c’è gusto senza te di due brillanti autrici Gloria Brolatti ed Edy Tassi, edito da HarperCollins Italia.

Protagonista assoluta di questo romanzo è la cucina, vista però da due punti di vista diametralmente opposti: quello di Massimiliano Vailardi, Chef di grido, e quello di Caterina Malena, foodblogger di casalinghe “Trafelate in cucina”.

Il primo è proprietario di un ristorante in zona Brera a Milano, che nella cucina insegue, oltre che la perfezione del gusto anche l’ossessiva e maniacale perfezione estetica dei piatti, la seconda è di origini pugliesi e sostiene una cucina più semplice, che racchiuda le tradizioni e la genuinità dei piatti della nonna in porzioni in grado di saziare una persona.

Secondo voi due persone così, che vivono in due mondi completamente diversi, che hanno una visione della cucina diametralmente opposta, possono mai, conoscendosi, provare simpatia reciproca?

Sicuro nasce subito dell’antipatia quando Caterina, dopo essere andata a mangiare nel ristorante di Massimiliano, esprime la propria opinione e le proprie perplessità con un post sul suo blog, che principalmente si rivolge ad un pubblico di casalinghe con poco tempo per spadellare dietro ai fornelli! L’egocentrico e altezzoso chef può restare indifferente alle critiche e alle battute sarcastiche di Caterina? Ma no di certo, e da lì comincia un continuo, divertente ed esilarante battibecco a colpi di post.

Proprio questo loro rapporto burrascoso li porterà a prendere parte ad una trasmissione di cucina per un’emittente televisiva che, in perdita di ascolti, spera di risollevarli proponendo un duello tra due acerrimi nemici. Non mancano di certo fiamme e scintille in tutti i sensi, perché il loro odio virtuale è il medesimo anche nella vita reale.

Entrambi però saranno costretti ad una convivenza forzata quando accetteranno di prendere parte ad un progetto segreto, che li vedrà costretti a lavorare insieme, rinchiusi in una villa dell’Oltrepo Pavese. Vi lascio solo immaginare cosa accadrà tra i due, che se non volano coltelli e piatti poco ci manca.

Ho amato molto entrambi i protagonisti, ma dopo aver conosciuto la storia di Massimiliano, mi sono affezionata molto più a lui. La sua storia vi toccherà il cuore e vi insegnerà che non conta avere l’approvazione degli altri se in quello che fate mettete anima, cuore e passione e se per di più vi riesce anche bene.

Mi sono molto piaciuti anche tutti gli altri personaggi, dalle amiche di vecchia data di Caterina, alla casalinga Laura, al sous chef, nonché amico fidato di Massimiliano, Filippo, che hanno contribuito ad arricchire ancora di più la storia.

Lo stile narrativo è un po’ diverso dal solito, ma una volta che vi ci abituerete non vi sarà più possibile smettere di leggere.

A fare da contorno a questa realistica ed avvincente storia ci sono una serie di gustose ed interessanti ricette da provare, e che io sicuramente proverò.

Vi consiglio questo romanzo perché è allegro, frizzante e con molto ritmo, molto divertente in alcuni punti ma soprattutto ve lo consiglio per la sua morale, perché a tutti è capitato nella vita di avere un sogno e dei progetti, ma anche di fare i conti con le aspettative altrui! A volte se si ha un sogno ed una passione non bisogna per forza ricercare l’approvazione altrui, perché qualcuno che sottovaluterà il nostro potenziale e che cercherà di metterci i bastoni tra le ruote ci sarà sempre!

Calendario Review Tour

24 Novembre – Il bello di esser letti
27 Novembre – M/M e Dintorni 
29 Novembre – Starlight Book’s 
1 Dicembre – Una Pausa di Lettura 
4 Dicembre – Le Lettrici Impertinenti 
6 Dicembre – Esmeralda viaggi e libri 
8 Dicembre – Leggere Romanticamente 
13 Dicembre – Harem’s Book
15 Dicembre – Bookspedia 
18 Dicembre – Il libro sulla finestra 
19 Dicembre – Love is in the books 
21 Dicembre – Le recensioni della libraia 
22 Dicembre – Leggendo Romance

a Rafflecopter giveaway

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published.