Review Tour – L’incantesimo della spada di Amy Harmon

L'incantesimo della spada

In un regno in cui gli incantesimi sono banditi, l’unica magia rimasta è l’amore
«Deglutisci, figlia. Ingoia le parole, bloccale nel profondo della tua anima. Nascondile, chiudi la bocca sul tuo potere. Non maledire, non curare. Non parlerai, ma imparerai. Silenzio, figlia. Rimani viva».
Il giorno in cui mia madre è stata uccisa, ha detto a mio padre che non avrei mai più pronunciato una sola parola e che se fossi morta, lui sarebbe morto con me. Predisse anche che il re avrebbe venduto la sua anima e avrebbe ceduto suo figlio al cielo. Da allora mio padre attende di poter avanzare la sua pretesa al trono e aspetta nell’ombra che tutte le parole di mia madre si avverino. Desidera disperatamente diventare re. Io voglio solo essere finalmente libera. Ma la mia libertà richiede una fuga e io sono prigioniera della maledizione di mia madre tanto quanto dell’avidità di mio padre. Non posso parlare o emettere suoni. Non posso impugnare una spada o ingannare un re. In un regno in cui gli incantesimi sono stati banditi, l’unica magia rimasta potrebbe essere l’amore. Ma chi potrebbe mai amare… Un uccellino?
Un’autrice bestseller del New York Times e di USA Today
Nella lotta per il potere nel regno, una madre si sacrifica, bloccando le parole di sua figlia per salvarle la vita.

L'incantesimo della spadaReview Tour – Recensione di EsmeraldaL’incantesimo della spada di Amy Harmon in uscita oggi grazie a Newton Compton. Che questa volta devo ringraziare davvero perché ha portato in Italia uno dei fantasy più coinvolgenti che io abbia mai letto. Ammetto di essere una fan del genere e di divorare quasi ogni libro fantasy che viene pubblicato nel nostro bel paese, ma in questo caso ne sono rimasta incantata. La grazia e la delicatezza di Amy non hanno eguali e si conferma una delle migliori autrici di romance (declinato in qualsiasi forma lei voglia) della nostra epoca. Ho avuto la fortuna di incontrarla al RARE di Roma e vi assicuro che è di una dolcezza infinita, una di quelle donne che ti rimangono impresse senza fare niente di particolare.

Già dal prologo capirete che questo libro non vi permetterà più di essere posato. Lark è una bambina felice con un grande potere, quello delle parole, grazie a questa abilità può piegare al suo volere gli oggetti ed è per colpa di questo potere che la madre viene barbaramente uccisa dinnanzi a lei e le ordina di proteggere se stessa trattenendo le parole in fondo alla sua anima. Da quel momento Lark diventa muta e il padre, legato a lei da una “maledizione” della madre, le impedisce di fare qualsiasi gesto avventato, tenendola sotto una campana di vetro, non insegnandole nemmeno a leggere e scrivere per non rischiare la propria vita donandole le parole.

Ritroviamo Lark a vent’anni mentre disobbedisce agli ordini del padre rifugiandosi nella natura, quella natura che le parla attraverso gli animali “Ogni creatura vivente ha una parola, e io le sento tutte. Ma non posso comunicarle.” seguita dal suo fidato migliore amico Boojohni, un troll che la ama come solo sua madre era in grado di fare. Durante questa esplorazione nella foresta viene attratta da un grido e si ritrova a vegliare su una splendida aquila che è stata colpita da una freccia. Lark cerca di curarla attraverso le parole che pensa e sfinita si addormenta al suo fianco per poi scoprire la mattina seguente che dell’aquila non vi è più traccia.

La sua vita cambia radicalmente il giorno in cui il re arriva a palazzo per intimare al padre di inviare uomini per aiutarlo a sconfiggere i Volgar, mostri alati muniti di artigli e corna che uccidono chiunque trovano sulla propria strada, guidati da un leader umano più mostruoso delle creature stesse. Per essere certo della lealtà di Corvyn il re Tiras decide di prendere con sé Lark “Vi restituirò vostra figlia quando il nemico verrà sconfitto, Corvyn. Ma se morirò, morirà anche lei.” Lark passa da una prigione all’altra, da suo padre a Tiras, ma sarà davvero così? Tiras non è come suo padre, è un uomo buono, giusto, coraggioso e che nasconde un grande segreto che presto verrà confessato a Lark. Tiras le insegnerà a leggere e scrivere, le donerà le parole di cui tanto ha sentito la mancanza, le donerà la consapevolezza di avere uno scopo, la farà sentire bella e amata. Tiras è un protagonista eccezionale di cui vi innamorerete all’istante, sarà impossibile resistergli e tutte vorrete essere nei panni di Lark, così fragile e così forte, così dolce e così testarda e caparbia. Lark e Tiras sono una delle coppie meglio assortite del panorama fantasy, io li ho adorati insieme e anche se divisi hanno il loro perché solo quando sono uno al fianco dell’altra esprimono il loro immenso potenziale.

Lark e Tiras lotteranno con tutta la forza che hanno in corpo per resistere all’attrazione che li spinge inesorabilmente a stare insieme, a sorreggersi, ad aiutarsi in ogni situazione, anche nelle più pericolose. Perché loro hanno paura del sentimento che li porta a cercarsi sempre e comunque, hanno paura di soffrire e di lasciare per strada una parte di se stessi. Lark è piena di paure, abituata a non ricevere amore, teme che Tiras la stia solo usando per raggiungere uno scopo, ma Tiras è spinto solo dal suo buon cuore quando cerca di allontanarla da sé, vuole proteggerla e permetterle di vivere senza lui al suo fianco, insegnandole a governare da sola perché lei è più forte di quanto possa credere.

«Tu non dovevi amarmi, Lark. Non avevo previsto che mi avresti amato. E nemmeno io dovevo amarti. Ma ti amo. Ed è terribile.»

Una storia d’amore dolce e totalizzante, di quelle che ognuna di noi sogna ad occhi aperti. Una battaglia epica tra bene e male, tra mostri e uomini, dotati di potere o meno che siano, che vi farà fare le ore piccole per scoprire come andrà a finire.

Avevo voglia di farmi rapire da un libro, di entrare in un mondo sconosciuto e lasciarmi trasportare da una storia avvincente e ipnotizzante, quindi abbandonate ogni dubbio e buttatevi su L’incantesimo della spada di Amy Harmon sia che amiate i fantasy, sia che non ne abbiate mai letto uno in vita vostra, vi assicuro che non ve ne pentirete.

L'incantesimo della spada

Potrebbero interessarti anche...

10 Risposte

  1. CHIARA ROPOLO ha detto:

    sono contenta che sia piaciuto così tanto anche a te, io non sono riuscita a posarlo fino alla fine

  2. R. ha detto:

    Lo inizio nel weekend, speriamo che le aspettative non vengano deluse!

  3. Manuela ha detto:

    Entro breve lo inizierò anche io. Mi avete messo la curiosità sotto pelle. Già volevo leggere questo romanzo perché adoro la Harmon, ma ora non vedo l’ora di immergermi in questa storia che si preannuncia molto bella e ben costruita.

  4. Grazia ha detto:

    La Harmon non delude mai, anche con il fantasy ci azzecca!

  5. Susy ha detto:

    La Harmon resta la Harmon c’è poco da dire

  6. Mariella B ha detto:

    Concordo con te: un libro sicuramente da leggere in cui fantasy e romance si fondono alla perfezione.

  7. ely ha detto:

    Questo è davvero il royal wedding fra il fantasy e il romance!

  8. Belle's library ha detto:

    Concordo con te: una storia d’amore dolcissima in un fantasy da cui non riuscivo a staccarmi..l’ho finito in un pomeriggio

  9. Erica Libri al caffè ha detto:

    Bellissima storia! La HArmon dimostra di saper destreggiarsi bene in qualsiasi genere

  10. io l’ho adorato. Forse è uno dei più belli di questa autrice. Come sempre complimenti per la recensione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.