Review Party – Real Love di Erin Watt

Real Love

Trama Oakley Ford è famoso, attraente, con una reputazione da bad boy e una vita sopra le righe. La sua fama di bello e dannato, però, sta pericolosamente vanificando i successi raggiunti. E se non vuole essere una meteora, Oakley deve cambiare registro. Adesso. Dire addio a feste, ragazze e amicizie sbagliate una volta per tutte e mettere la testa a posto, trovandosi una relazione – normale – con una ragazza normale, anche a costo di pagarla una cifra da capogiro.
Dopo un’attenta analisi, la scelta ricade su Vaughn Bennett, la quintessenza della brava ragazza: bellezza acqua e sapone, un diploma conquistato in anticipo e un lavoro part-time come cameriera per aiutare economicamente la famiglia.
Per Vaughn la proposta è semplicemente folle: una montagna di soldi per fingersi la fidanzata di qualcuno? Ma un’occasione come questa non capita tutti i giorni e lei non può negare che quei soldi le farebbero davvero comodo. Le permetterebbero di pagare il college ai fratelli, estinguere i mutui e, sì, semplificarsi la vita. Così finisce per accettare.
In un mondo pieno di filtri e finzione, per nessuno dei due sarà facile distinguere ciò che è vero, reale, da ciò che non lo è, ma i brividi di un bacio non mentono mai.
Dopo il successo internazionale di Paper Princess e della serie The Royals, bestseller n.1 del New York Times e nella Top 20 di narrativa straniera in Italia, una nuova storia d’amore, romantica e sexy, firmata da Erin Watt.

Real love

Review Party – Recensione di Esmeralda – Real Love di Erin Watt in uscita oggi grazie a Sperling & Kupfer.

Ci tenevo tantissimo a organizzare un evento per festeggiare la doppia uscita del fantastico duo che firma col nome Erin Watt, primo perché saranno al RARE di Roma il 23 giugno e secondo perché volevo scoprire al più presto se erano in grado di confermare la loro bravura e ripetere il successo della serie The Royals. Secondo voi quale sarà la mia risposta a tutti questi quesiti che mi frullavano per la mente prima della lettura? Proseguite e lo scoprirete 😉

Oakley Ford ha tutto, ma questo non significa che sia felice, è famoso fin da quando era bambino perché figlio di due star di Hollywood e, per fare il cantante e poter decidere da solo cosa era meglio per la sua carriera, ha deciso di emanciparsi da loro all’età di quindici anni. Come ben potete intuire la sua vita non è per nulla normale, fatta di eccessi e una reputazione che lo cataloga tra le file dei cattivi ragazzi a soli diciannove anni. Andrebbe tutto bene se non fosse che non sforna un album da due anni e la sua ispirazione sembra essere evaporata insieme all’alcol che ha ingerito in gran quantità nei suoi tanti party. Il problema nasce quando si mette in testa di voler lavorare con uno dei produttori più in voga del momento, King, e per farlo deve darsi una regolata e far vedere al mondo intero che sta mettendo la testa a posto. Jim, il suo agente, si presenta con la soluzione a tutti i suoi guai, una finta fidanzata catalogabile tra le file delle ragazze normali, che non abbia grilli per la testa e faccia migliorare la sua reputazione. La ragazza prescelta per questa messinscena orchestrata nei minimi dettagli è Vaughn Bennett, una brava ragazza, semplice, intelligente, carina che possa far credere alle fan di Oakley che tutte loro possano avere una chance con lui. Di certo Vaughn non può rifiutare un’offerta di ventimila dollari al mese per un anno intero, ci sono i gemelli da mandare al college e i soldi in casa non sono mai abbastanza da quando i genitori non sono più tra loro, così accoglie la proposta di sua sorella Paisley e si presenta all’incontro per definire i dettagli dell’accordo di riservatezza.

Il primo incontro tra i due è a dir poco disastroso ed esilarante, i due promettono scintille e vi faranno divertire parecchio con le loro lingue lunghe

«Piccola?» gli faccio il verso. Lui si piega in avanti, intrecciando le sue dita sorprendentemente lunghe. «Non ti piace il soprannome? Scegline un altro, allora. Sei la mia ragazza», mi ricorda, beffardo. «Quindi ti piacciono le neonate?» «Cosa?» Arretra di colpo. «No, va bene. Che ne dici di…» Finge di pensarci su e poi schiocca le dita. «… la mia signora?» «Grande.» Sfodero il sorriso più finto di sempre. «Io ti chiamerò… pisello moscio.» «Vaughn, che schifo», interviene mia sorella. Oakley si copre la bocca, giuro che sta sorridendo. Aspetto la sua replica, che non si fa attendere. «Nessun problema, bisbetica.»

Oakley è divertito dalla linguaccia di Vaughn anche perché si aspettava ben altra scelta visto le ragazze a cui è abituato di solito «Non potevi assumere una un po’ meno… str**za?» borbotto. «Intendi una un po’ più adorante?» replica Jim, e il suo sorriso mi dà sui nervi. Okay, forse sono arrabbiato perché Vaughn non mi ha mostrato nemmeno una briciola di… rispetto?

Vaughn non ha nessuna intenzione di farsi mettere i piedi in testa da mister pop star, per lei questo non è altro che un lavoro, un lavoro che la costringerà a stare lontana dal suo vero fidanzato, W. Mamma mia che emerita testa di ca**o ragazze, lo odierete fin dalla prima battuta. Le autrici si sono messe d’impegno per creare un cretino patentato e ci sono riuscite alla grande.

Comincia il corteggiamento via social, le fan sono in visibilio, ma anche molto agguerrite nel difendere il loro territorio e a Vaughn non risparmiano battutacce e colpi bassi. Tutte cose che si vedono ogni giorno, niente di nuovo, dietro a uno schermo sono tutti leoni e si permettono di dire cose orribili non pensando nemmeno per un secondo che chi è famoso abbia dei sentimenti che possono essere feriti facilmente.

Vaughn accetta e incassa il colpo senza grosse difficoltà, lei è una tipa tosta e non saranno certo dei commenti sul suo aspetto a buttarla giù di morale, ma le cose non saranno sempre così semplici perché ci si metterà il suo “ex fidanzato” a dar manforte alle voci. Per fortuna Oackley si dimostrerà ben altra persona rispetto alla frivola star che si poteva credere all’inizio e Vaughn troverà in lui un amico e una spalla che la sorreggerà nel momento del bisogno. Chi l’avrebbe mai detto che insieme fossero in grado di far emergere il meglio l’uno dall’altra? E il fatto che sarà proprio Oackley il primo a rendersene conto l’ho trovato dolcissimo, da occhi a cuoricino.

Questo sarebbe un buon momento per dirle la verità, ma siccome tutto ciò per lei non è reale, figuriamoci se ammetto per primo che non siamo sulla stessa lunghezza d’onda.

Ma sarà davvero così? Vaughn è o non è sulla stessa lunghezza d’onda di Oackley? Questo starà voi a scoprirlo se ciò che è nato per finta diventerà reale o meno, ma io posso dirvi che i due protagonisti dai nomi più difficili nella storia dei new adult sono adorabili sempre, anche quando commettono un mare di stupidaggini e si comportano da ragazza della loro età. A differenza della serie The Royals qui non ci sono forzature, l’evolversi delle situazioni e delle emozioni è realistico e per tutto il tempo io non ho fatto altro che pensare a Oackley come se fosse Justin Bieber (anche se Oak è decisamente più figo e più uomo). Sono tutte cose che potrebbero accadere a una pop star, anche inscenare una finta relazione credo sia all’ordine del giorno in quell’ambiente e mi ha colpito tutta la declinazione social che hanno dato le due autrici. Il doppio POV poi è venuto una bomba, non so chi delle due fosse Oak e chi Vaughn, ma tutte le scelte sono state azzeccate e non avrei potuto chiedere di più da questo divertente e appassionante new adult. Bei personaggi, una menzione speciale va alla sorella di Vaughn, Paisley, e alla guardia del corpo/amico di Oak, Ty, che sono così carini da farti venir voglia di stritolarli in un super abbraccio, un punto in più per i dialoghi, nella prossima recensione di giornata scoprirete quanto per me conti questo aspetto e un buon ritmo che non ti permette di staccarti dal kindle nemmeno per un secondo.

Promosse a pieni voti…non vedo l’ora che sia venerdì per poterle conoscere.

 

«A volte capita di incontrare delle ragazze che sconvolgono la tua natura e bruciano tutto ciò che non va in te finché non diventi un uomo migliore. Lei è una di quelle.» «Come fai a saperlo?» lo sfido. King mi fa un sorriso carico di mistero. «Lo sai e basta.»

bellissimo

Real Love

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.