Review Party – Per il mio amore, Whiskey di Kandi Steiner

Per il mio amore, Whiskey

Trama Dal primo momento in cui incontra Jamie, Breck sa che la sua vita non sarà più la stessa. Quel ragazzo dagli occhi ambrati diventerà il suo Whiskey, una irrinunciabile dipendenza. Mese dopo mese, anno dopo anno, errore dopo errore, la loro amicizia si fa sempre più complicata, e la loro attrazione sempre più inarrestabile. Ma cosa fare quando il tempo e le circostanze sembrano essere sempre avverse? Quanto duramente e quanto a lungo una donna può lottare per riappropriarsi del cuore dell’uomo che da sempre le appartiene? Una storia cruda, appassionata e straziante, in cui il destino giocherà a tirare i fili del vero amore, in un turbinio di emozioni travolgenti. Ci vuole più coraggio ad ammettere di amare qualcuno e di voler lottare per lui, che a lasciarlo andare per soffrire di meno.

Per il mio amore, Whiskey

Review Party – Recensione di Esmeralda – Per il mio amore, Whiskey di Kandi Steiner pubblicato da Always Publishing il 7 giugno.

Stare nel gruppo del Review Party e leggere i commenti delle altre blogger dovendo resistere per cominciarlo non è stato per niente semplice, ma se c’è una cosa importante sono le scalette e queste bisogna rispettarle, così dopo giorni e giorni di recensioni accumulate è finalmente giunto il momento della tanto agognata lettura, nel frattempo, a scatola chiusa, ho ordinato il cartaceo e…ho fatto benissimo smeraldi perché Per il mio amore, Whiskey ti stende! Non avevo mai sentito parlare di Kandi Steiner, mea culpa, non leggo in lingua quindi non mi avventuro mai alla scoperta di autrici pubblicate solo in inglese, preferisco concentrarmi sulle pubblicazioni italiane, per cui voglio ringraziare di vero cuore questa nuova realtà della Always Publishing perché senza loro non avrei mai potuto leggere questa storia d’amore lunga undici anni. Una storia d’Amore con la A maiuscola, piena di ostacoli, di situazioni che ti schiacciano il cuore in una morsa, di sofferenza, di passione, di scelte sbagliate, di momenti memorabili e di altri che vorresti cancellare per sempre, attimi che rendono la vita degna di essere vissuta.

Pensate che la Steiner mi ha fatto venire voglia di bere del whiskey, io che sono praticamente astemia avrei voluto assaggiare Jamie goccia dopo goccia, nessuna di noi sarebbe riuscita a resistergli fin dal primo incontro/scontro per nulla fortunato…già perché, per comprendere appieno la potenza di questo romanzo bisogna partire dall’inizio: il primo assaggio.

B sta correndo con la sua migliore amica Jenna quando vede per la prima volta questo bellissimo ragazzo dagli incredibili occhi ambrati, si distrae un attimo per far notarlo notare a Jenna quando gli finisce letteralmente contro, B è interdetta da questo incontro, ma lo diventa ancor di più quando gli occhi di lui si posano sulla sua fantastica migliore amica. Ebbene sì ragazze avete capito bene, in questa storia d’amore di facile e veloce non vi è proprio nulla, fin dal primo assaggio.

Fu solo molto dopo che trovai per lui il soprannome Whiskey, ma fu in quel momento che lo vidi per la prima volta. Quegli occhi erano fatti di whiskey, occhi di quel genere in cui è facile perdersi. Il genere che ti risucchia.

B diventa la migliore amica di entrambi, per Jamie la sua presenza è fondamentale e condividono moltissimi momenti da soli, amano le stesse cose e sembrano due anime talmente affini che pagina dopo pagina non puoi fare altro che tifare perché Jamie si accorga che B è la sua perfetta metà della mela.

B è rassegnata, la sua cotta continua a crescere, ogni giorno di sbronza un po’ di più del suo Whiskey, ma non potrebbe mai fare nulla che possa ferire la sua migliore amica, perciò si accontenta di ciò che può avere da lui, una stupenda amicizia fatta di ore a surfare insieme e notti trascorse a chiacchierare in macchina ascoltando musica classica. Con lui può essere davvero se stessa e gli racconta fatti appartenenti al passato che segnano profondamente il suo presente e il suo futuro.

L’ultima notte di Jamie prima del college sgancia la bomba: «Ti propongo un patto». «Un patto?» Annuì. «Se nessuno di noi sarà sposato entro i trent’anni, allora ci sposeremo io e te». B non lo prende molto sul serio e quell’ultimo anno di liceo lo trascorre cercando di andare oltre la sua cotta, staccandosi da lui, in fondo sembra la decisione migliore…almeno fino a quando se lo ritrova alla Adler di San Diego e qui tutti i suoi buoni propositi vanno a farsi benedire perché Jamie sembra provare per lei esattamente quello che B spera da due anni a questa parte.

«Ma noi siamo noi» ribatté. «Siamo sempre stati io e te». «Ne sei sicuro?» Dissi di rimando, alzando gli occhi su di lui attraverso le ciglia. «A me sembra che siamo sempre stati io, te e qualcun altro».

Starete pensando “che bello, finalmente possono vivere la loro storia d’amore” eh no ragazze, siamo solo all’inizio e di acqua sotto i ponti deve passarne ancora tantissima prima che, forse e dico forse, si possa sperare nel tanto sospirato lieto fine. Il riassunto che vi ho proposto si attesta a circa il 30% del libro, dopo è un susseguirsi di scelte giuste e sbagliate, di avvicinamenti repentini e distacchi bruschi e improvvisi o allontanamenti che accadono piano piano senza che quasi se ne rendano conto.

…il mio primo sorso di Whiskey era stato niente. Il mio primo bicchierino? Un gioco da ragazzi. Mi ero sempre trattenuta, in precario equilibrio sull’orlo del precipizio, nella paura di bere troppo, ma ora era troppo tardi. Lo sapevo. Sentii ogni centimetro della caduta, mentre precipitavo dall’ebrezza all’ubriachezza. Ero completamente sbronza e la sola cosa che volevo era continuare a sentirmi così, per sempre.

Per il mio amore, Whiskey non vi lascia tempo e spazio per tornare a respirare, va buttato giù tutto d’un colpo, in un solo fiato perché, vi assicuro, che è in grado di togliervi il respiro. Una lunga lettera d’amore in cui anche la Steiner si rende conto di calcare un po’ la mano e di farvi andare su tutte le furie e funziona alla perfezione. Non riuscirete a detestare B nemmeno se vi impegnerete con tutte le vostre forze perché B è terrorizzata sia dall’eventualità di soffrire che da quella di essere finalmente felice, B ha molto da scoprire su se stessa e dovrà compiere quel duro percorso da sola per potersi dare anima e corpo all’uomo che la merita più di qualsiasi cosa al mondo. Jamie lo amerete e odierete in egual misura, me lo desidererete come raramente accade perché tutte le sue azioni hanno delle giustificazioni e che importa se lo scoprirete dopo anni o cinque minuti dopo, non potrete fare altro che perdonargli tutto e vederlo con gli occhi dell’amore.

Sto sproloquiando, me ne rendo conto, ma per descrivere il carico emotivo di questo libro non riesco a fare altrimenti, vi investiranno una serie di emozioni che faticherete a decifrare, ma che vi assicuro non vi lasceranno per molto tempo.

Se non l’avete ancora fatto correte ad acquistare Per il mio amore, Whiskey di Kandi Steiner, dopo averlo bevuto fino all’ultima goccia non sarete più le stesse.

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published.