Review Party – Paper Kingdom di Erin Watt

Paper Kingdom

Dopo la terribile tragedia che si è abbattuta sui Royal, niente è come prima.
L’atmosfera in famiglia è più tesa che mai, e Easton, devastato dal senso di colpa per quanto è accaduto, si sente messo in un angolo. Suo fratello Reed ed Ella, sorella adottiva nonché sua migliore amica, sono ogni giorno più complici e innamorati. Gideon è a chilometri di distanza da casa, e i gemelli sono inseparabili persino nella drammatica situazione attuale. La leggenda dei fratelli Royal, belli e invincibili, sembra ormai un lontano ricordo. La forza dei Royal, infatti, esiste soltanto quando restano uniti, divisi sono dannatamente vulnerabili. Come Easton in questo momento. Facile preda delle brutte vecchie abitudini, si trova ad affrontare da solo lo shock più grande della sua vita: rischia di perdere parte della sua famiglia, e persino Hartley. La prima vera amica, dopo Ella. Un’amica che Easton voleva fosse qualcosa di più. Perché lei l’ha fatto ridere. Gli ha fatto credere in un futuro al di là dell’alcol, delle feste e del sesso.
Gli ha fatto desiderare di essere una persona migliore. Ora però la sua luce si è spenta, e lui non è disposto a perderla. Non può perderla. E non lo permetterà. Il più impertinente dei Royal dovrà quindi crescere in fretta e assumersi le proprie responsabilità: per la sua famiglia, per il suo futuro – e per l’amore della sua vita.

Si conclude così, con un adrenalinico ed emozionante capitolo, la serie The Royals: un successo internazionale in corso di pubblicazione in 22 Paesi e ai vertici delle classifiche negli Stati Uniti, in Italia, Germania e Brasile.

Review Party – Recensione di Esmeralda – Paper Kingdom di Erin Watt, capitolo conclusivo della serie che ci ha fatto compagnia per un anno intero regalandoci tantissime emozioni.

Quanto è triste dover dire addio a dei personaggi che si sono tanto amati? Moltissimo ma sono certa che il formidabile duo Frederick-Kennedy tornerà più in forma che mai il 19 giugno con Real Love e Rebel Love.

Quanto è difficile recensire questo libro senza fare spoiler, mamma mia ragazze di carne al fuoco ce n’è parecchia e tutti i nodi, come è ovvio che sia, verranno al pettine, i “segreti” saranno svelati e i nostri amati Royal ne usciranno in qualche modo cambiati.

I POV sono alternati dandoci modo di entrare nella testa pensierosa di Hartley e in quella caotica di Easton che compie un’evoluzione incredibile e ci mostra tutto ciò che, con grande fatica, potrà diventare: un uomo di cui andare orgogliosi.

Come ben saprete Easton è sempre stato il Royal del mio cuore, l’ho adorato quando era uno sbruffone immaturo e scapestrato e lo adoro adesso che decide di seguire il suo cuore cercando in tutti i modi di tenere insieme la sua famiglia che ha subito un duro contraccolpo nelle ultime scene di Paper Heir e, al contempo, di stare accanto alla ragazza per cui ha perso la testa, Hartley.

Sarà proprio la paura di perdere dei pezzi del suo enorme cuore per strada a farlo maturare, a fargli capire che deve smetterla di usare alcool, droghe e combattimenti come valvole di sfogo. Lui deve crescere e assumersi delle responsabilità maggiori e per farlo deve iniziare a credere di più in se stesso come persona e smetterla di vedersi come il giullare di corte, utile solo per farsi quattro risate.

Anche Hartley in questo volume è stata una bella scoperta, e solo leggendo potrete comprendere a fondo il perché. Le paure e le angosce del precedente capitolo saranno sostituite da nuovi problemi, ma questi le daranno modo di aprire maggiormente il suo cuore nei confronti di Easton e di vedere tutto il buono che c’è in lui, oltre le maschere e oltre i suoi timori. Un incidente che, nonostante il dramma, si rivela una benedizione perché insieme loro sono perfetti e senza questo evento destabilizzante Hartley non sarebbe riuscita ad affidarsi unicamente al proprio cuore e alle proprie sensazioni rimanendo prigioniera dei pregiudizi radicati in profondità dentro se stessa.

Se avete letto tutta la serie The Royals sapete che il duo Erin Watt tende ad andarci giù pesante per quanto riguarda intrighi, segreti e lotte di potere e il capitolo finale non poteva di certo fare eccezione, i sentimenti sono importanti e l’amore dei nostri adorati Royal resta sempre un punto focale, ma come per Paper Palace le notizie sconvolgenti, i gesti folli e la crescita dei nostri ragazzoni per difendere la famiglia la fanno da padrone.

Perché una cosa è certa la famiglia è la loro forza e l’unione tra tutti i Royal (per nascita o acquisiti durante l’arco narrativo) è il motore della serie. Ci saranno sempre persone pronte ad attaccarli, ma se saranno in grado di mostrarsi uniti nessuno potrà sconfiggerli, che siano le queen bee del liceo, gli ex migliori amici psicopatici o i padri che non sono nemmeno degni di essere definiti con quel nome. Loro sono i Royal e insieme possono affrontare qualsiasi dramma uscendone più forti di prima.

Ho cercato di dirvi tutto e niente, mamma mia quanto è complesso recensire il quinto volume di una serie, ho sudato sette camicie ahahahah di una cosa però sono certa dei magnifici Royal sentirò la mancanza per molto tempo quindi non perdetevi per nessun motivo al mondo Paper Kingdom.

Lui è il mio sole, il mio calore, la mia stella polare. Il mio oriente. Io sono la sua anima, la sua ragione di vita, il suo amore. Il suo cuore.

paper kingdom

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.