Review Party – Instinct di Jay Crownover

Trama Lo sanno tutti che le apparenze ingannano. Eppure non c’è nessuno che, vedendomi, non mi prenda per un attaccabrighe, una bestia. Il fatto che io sia alto e pieno di tatuaggi devia completamente l’attenzione della gente. In realtà, ho sempre dato molto più peso al cervello che ai muscoli. Anche se non ho scelto di usarlo nel modo più rispettabile. Non sono uno stupido supereroe né un bravo ragazzo. Ho voltato le spalle alla dignità e ho venduto la mia anima al miglior offerente. Uno che non sa salvare neppure se stesso, come potrebbe aiutare gli altri? Noe Lee è entrata nella mia vita come un fulmine. Brillante ma indisciplinata, capace di muoversi nei bassifondi addirittura meglio di me. Era fastidiosamente adorabile, ma era nei guai. E i guai di qualcun altro non sono mai stati affari miei. Così, le ho sbattuto la porta in faccia. E dopo che è sparita è bastato un secondo perché capissi che la rivolevo indietro. Quando realizzi di desiderare così disperatamente qualcuno, non ti chiedi cosa sei disposto a fare. Segui l’istinto e basta.

Instinct

Recensione della Queen – Esce il 20 settembre il secondo volume autoconclusivo della Breaking Point Series, Instinct della bravissima Jay Crownover edito Newton Compton.

Smeraldi per me è sempre un privilegio parlarvi dei libri di questa Donna e Autrice bravissima, che leggerei e comprerei a scatola chiusa, tanto grande è la sua dote innata di trasportarmi tra le pagine scritte.

Siamo a The Point il punto di non ritorno dove tutto inizia e finisce, un luogo dove le leggi vengono infrante e tutti sono corrotti, la giustizia viene eseguita da gente poco raccomandabile e dove si impara a sopravvivere al degrado fin da piccoli. Qui nel regno spezzato di The Point governano Nassir Gates un uomo dal passato oscuro che tiene in mano le redini della città insieme al socio Race Hartman, il biondino che all’apparenza sembra un modello di intimo. Nessuno fa niente senza che loro due ne siano al corrente, inoltre alle loro dipendenze lavora il mago dell’informatica Snowden Stark.

Stark è il nerd dei numeri, lui che con gli algoritmi definisce la sua intera vita, che non ama farsi vedere e si nasconde dietro una schermo, perché solo lì ha in mano il potere per distruggere la gente corrotta e fare pulizia delle ingiustizie delle più alte cariche politiche, causando loro la morte virtuale e rendendo pubbliche le loro malefatte. Stark vive in una grande casa ed è abituato a concedersi grandi lussi ma vive nel completo isolamento essendo allergico alla gente e poco affine a condividere con loro una qualsiasi attività sociale. Fin da piccolo è stato un bambino prodigio dotato di una mente sopraffina, e questa dote è stata sfruttata da ogni singola persona tanto da interessasi a lui perfino il Governo. La sua infanzia è finita in tenerissima età e non c’era posto per nient’altro, gli è stato insegnato a dividere i sentimenti in compartimenti stagni, nessuna emozione era concessa, non c’era spazio per i sentimenti, la sua mente doveva essere concentrata solo verso l’obiettivo. Ma un evento tragico ha spezzato la sua vita, la sua famiglia è stata portata via pezzo per pezzo e lui si sente colpevole di ogni azione. Avevo perso la mia metà, lunica cosa che mi faceva rimanere umano e funzionante, perciò era facile eliminare anche la più piccola minaccia ai pochi punti deboli che mi restavano pur di restare aggrappato alla mia sanità mentale. Ero fatto di materiali duri, freddi, industriali, e questo mi consentiva di non provare nulla. Acciaio, ferro, cavi e ingranaggi: non restava nulla di solidale o gentile.

Adesso vive la sua esistenza come un automa, cercando di sopravvivere giorno per giorno senza una via d’uscita. Ma all’improvviso bussa alla sua porta colei che ben presto diventerà la sua ancora di salvezza, il faro nella notte che lo riporterà in superficie. Noe Lee è una ragazza poco più che ventenne che vive per strada, senza una fissa dimora, in fuga continua dal mondo. La sua vita in Asia ha breve durata, perché come consuetudine nel suo paese, essendo la seconda figlia femmina, viene data in adozione in tenera età e arriva così in America, carica di speranze per il futuro. Ma imparerà sulla sua pelle che non è tutto rose e fiori. La sua infanzia viene spezzata troppo presto da una serie di abusi violenti e ripetuti che la costringono appena possibile a scappare di casa e vivere come una vagabonda, perché se non possiedi niente nessuno può portarti via nulla. Me la cavavo benissimo da sola ed era già da un po che sopravvivevo in circostanze piuttosto merdose. Mi guardavo le spalle da sola e prendevo autonomamente le mie decisioni. Mi piaceva così, era quello di cui avevo bisogno. In quel momento, però, avevo paura; ero veramente terrorizzata, ma ero anche abbastanza intelligente da capire che mi trovavo in una situazione più grande di me. Avevo bisogno di aiuto e cera solo una persona alla quale potessi chiedere senza troppo imbarazzo di tirarmi fuori dal torbido e pericoloso casino nel quale ero andata a impelagarmi.

Noe aiuta i più deboli, i relitti della società come lei a trovare una via di fuga dalla squallida realtà che vivono, creando con le sue doti di piccola hacker documenti falsi e quant’altro per trovare loro una nuova identità. Adesso qualcuno la sta braccando e lei ha bisogno d’aiuto e l’unico che può aiutarla è proprio lui che un tempo ha derubato della sua tecnologia, Snowden Stark.

Sarà disposto a mettersi in gioco per aiutare la piccola ladruncola e seguire ciò che listinto gli dice di fare, e Noe riuscirà ad abbattere le sue difese e far entrare nella sua vita un supereroe dall’armatura scintillante ma dal carattere misterioso?

Questo secondo capitolo della Breaking Point vede protagonisti i due nerd di The Point, i ragazzi messi all’angolo da una vita fatta di bugie e sopraffazioni. Stark all’apparenza alto, muscoloso e tatuato sembra una bestia d’uomo ma dietro alle sue lenti nasconde un cervello ingannatore, che lo porta spesso ad essere invischiato nelle situazioni più pericolose.
Noe è la sua anima gemella, la sua copia al femminile, la giovane asiatica che nasconde il suo corpo dentro vestiti informi per passare inosservata ma sempre pronta ad aiutare i più deboli. Quello che le è capitato non può cambiare, ma non necessariamente è ciò che determina chi siamo. Lei si sente in trappola indifesa e troppo giovane per reagire. Ma quando hai toccato il fondo non resta altro che risalire. Stark in principio la allontanerà per paura di provare nuovamente dei sentimenti e inevitabilmente soffrire, ma piano piano insieme riusciranno ad abbattere le rispettive corazze che negli anni hanno eretto. Comprendere perché le persone fanno quello che fanno significa solo comprendere se stessi e quando finalmente ci riesci non hai più bisogno di scappare né dal panico né da quello che è capitato. Puoi soltanto vincere e conquistare la tanto sofferta felicità che meriti. Sono due anime spezzate che insieme troveranno il giusto incastro.

E’ una storia di rinascita, di rivincita sui cattivi che calpestano le strade della vita, un percorso ad ostacoli, il più delle volte insormontabili, ma questo gruppo di anti-eroi di The Point è come una grande famiglia, tra amori e vecchi rancori, nel momento del bisogno accorrono per salvare l’amico in pericolo. Come al solito non servono parole per descrivere la scrittura e la passione che l’autrice mette nelle sue storie, che sono sempre perfette e studiate nei minimi dettagli, il suo punto forte è la caratterizzazione impeccabile dei personaggi che ci fa conoscere a 360 gradi. L’unica pecca di questo romanzo è il dilungarsi troppo nella narrazione in prima persona delle scene e usare poco i dialoghi serrati e “sporchi” che di solito riempiono le pagine dei suoi romanzi.

Leggete assolutamente questa serie Smeraldi, perché come al solito la Jay non delude i nostri cuori. Alla prossima lettura la Vostra Queen Morena!

4 stelle

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.