Ogni cinque anni di Paige Toon

COMPAGNI DI GIOCO, FRATELLI, AMICI, AMANTI COSA HA IN SERBO IL DESTINO PER NELL E VIAN?

«Però hai il sorriso di tua madre e anche la forma del suo viso.» Mi avvicino e con il dito seguo la forma della sua mandibola. Fa un respiro brusco e i miei occhi vanno alle sue labbra. Un secondo dopo volano in alto, incontrando il suo sguardo. All’improvviso ho le farfalle nello stomaco. Il suo sguardo è intenso e sono travolta dall’impulso di guardare altrove, ma non riesco a rompere il contatto visivo. Il cuore mi sta battendo all’impazzata, poi i suoi occhi scendono sulle mie labbra…

Nell e Vian si incontrano quando sono ancora bambini, perché il padre di lei e la madre di lui si innamorano. Presto, però, una tragedia costringe Vian a trasferirsi dall’altra parte del mondo. Cinque anni dopo si incontrano di nuovo e il loro legame si trasforma, andando oltre il semplice rapporto tra fratello e sorella. Tuttavia, ancora una volta, sono costretti a separarsi. Per le due decadi successive, il destino incrocerà le vite di Nell e Vian ogni cinque anni, ma le circostanze troveranno sempre il modo di dividerli. I due troveranno la felicità? Potranno mai amarsi e stare insieme per sempre?

ogni cinque anni

Recensione di Esmeralda – Ogni cinque anni di Paige Toon, contemporary romance pubblicato da Leone Editore il 26 gennaio.

Una storia d’amore mai banale e, soprattutto, una storia di crescita personale. Potrei inserire questo romanzo nel genere angst perché la sofferenza è intrinseca nella narrazione attraversando ben trentotto anni di vita vissuta dai due protagonisti. La vita è fatta di cose belle e brutte, di momenti di vicinanza e di lontananza, questo Nell e Vian lo sanno bene e devono imparare a conviverci man mano che crescono.

Nell e Vian si incontrano per la prima volta all’età di cinque anni, i loro genitori sono innamorati e decidono di unire queste due piccole famiglie per formarne una sola. Nell ha un cuore d’oro e accetta di dividere i suoi spazi con questo bimbo taciturno comprendendo fin da subito che per sbocciare ha bisogno di essere aiutato. Ben presto diventano inseparabili e il loro legame fraterno cresce quando Nell si trasferisce definitivamente a vivere insieme a loro. Un legame indissolubile che li porterà a sentirsi parte l’uno dell’altra, come se fossero destinati a restare uniti per sempre. Purtroppo però la vita non va mai come vorremmo e quando hanno solo dieci anni una tragedia li colpisce così duramente da portare Vian a lasciare la Cornovaglia per trasferirsi in Australia. Per entrambi questa separazione è un colpo durissimo, cercano di mantenere i contatti per quanto sia loro possibile e provano una gioia immensa quando a quindici anni il padre di Nell decide di pagare il biglietto a Vian per permettergli di passare un mese con loro. Appena Nell e Vian si rincontrano si rendono conto che ciò che li lega non è amore fraterno, l’attrazione si fa pressante e anche se entrambi cercano di tenere a freno questo impulso, certi che gli altri vedrebbero una loro storia come qualcosa di malato, sarà impossibile ignorarlo. Si sa che l’amore a quindici anni è totalizzante e Nell e Van (questo è il nome con cui ormai lo chiamano tutti) si ameranno com’è normale a quell’età. Purtroppo il tempo a loro disposizione si esaurisce e con esso arriva la consapevolezza che restare legati dopo ciò che è accaduto non è per nulla semplice. Van si allontana, Nell lo rincorre, ma trovare un punto d’incontro che permetta loro di vivere questo amore appena accennato non sembra mai possibile.

Come vi ho anticipato a inizio recensione leggendo questo romanzo soffrirete, impossibile non farlo, così com’è impossibile non mettersi nel panni di Nell. Sono sue le parole, suoi i pensieri e quindi vi sembrerà che la sofferenza sia tutta sua, ma nel vostro cuore capirete che anche Van non se la passa per niente bene. Difficile riuscire ad avere un rapporto a distanza, complicato quando si vive a migliaia di chilometri di distanza e impossibile quando le scelte prese portano a non poter nemmeno prendere in considerazione l’idea di trasferirsi. La storia d’amore tra Nell e Vian è struggente, ogni volta che si incontrano si sente fortissimo l’amore che li lega, ma il destino non ha in serbo nessuna facilitazione per portarla a compimento. Si amano ma non possono mai affermare di stare davvero insieme, ci provano in ogni modo, cercano di mettere da parte le loro paure, si accontentano di viversi intensamente per pochi istanti rubati, pochi mesi in una vita intera che non possono essere soddisfacenti per nessuno. Perché stare lontano dalla persona amata, sentirsi solo per telefono o vedersi via skype può andare bene per un periodo limitato ma alla lunga non è vita, diventa frustrante non potersi dare conforto immediato, non poter sentire il calore e la vicinanza quando se ne ha assoluto bisogno. Nell e Van ci provano con tutte le loro forze, saranno in grado di trovare un equilibrio che li soddisfi entrambi o a un certo punto dovranno arrendersi e lasciar scivolare via questo amore?

Ho adorato Ogni cinque anni perché mi ha permesso di sentire tutto fin nel profondo, la scrittura di Paige Toon è scorrevole e la storia che ha ideato è potente come l’amore che lega i due protagonisti. Mi è piaciuta la caratterizzazione che ha dato a entrambi, anche tutti i personaggi secondari sono ben studiati e intervengono sempre al momento giusto sia per aiutare che per scombinare i piani di Nell e Van. Ho apprezzato la voglia dell’autrice di imbastire una storia per nulla banale, in cui il finale non è scontato e che durante la lettura lascia dentro il lettore tante sensazioni che solo una volta chiuso il libro può metabolizzare. Promossa a pieni voti, spero davvero che Leone editore continui a farci conoscere autrici così e che magari decida di pubblicare altri libri di questa bravissima autrice.

5 stelle

ogni cinque anni

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.