Nemici di Anna Nicoletto

Brillante e di una bellezza sfacciata, a ventotto anni Jackson Ward ha appena ottenuto un posto alla San Francisco State come professore associato, si gode la vita e le sue relazioni con le donne durano al massimo qualche notte. Con una sola eccezione: Casey, l’unica amica che abbia mai avuto, l’unica sfida che non riesce a vincere.

Ventiquattro anni, occhi da Bambi e nessuna grande prospettiva per il futuro, Casey Olson non ha mai eccelso in niente. Nessuno si aspetta che abbia ambizioni maggiori della gestione della lavanderia di famiglia, né che si iscriva di nascosto al college per riscattarsi e trovare la propria strada. Anche se ciò significa entrare a gamba tesa nel territorio del suo miglior nemico – e portare la loro partita decennale su un livello ben più pericoloso.

Perché Jackson è una tentazione rischiosa e Casey sa che cedere significa soccombere alla disfatta.

Ma ogni mossa di lui è un attacco frontale che annienta la distanza tra loro.

Ogni controffensiva di lei è sempre meno efficace.

La partita finale per fare scacco matto e battere il nemico è cominciata.

Ma se la sconfitta, per una volta, fosse migliore della vittoria?

nemici

Recensione di VeronicaNemici di Anna Nicoletto. Secondo volume autoconclusivo della serie Frisco. Contemporary Romance pubblicato selfpublishing in uscita proprio oggi 11 dicembre in ebook (a gennaio in cartaceo).

Smettete di fare ciò che state facendo, armatevi di lettore e-reader, concedete ai vostri mariti o fidanzati una libera uscita , meglio se con gli eventuali figli e collegate spotify alla play list dedicata

Si torna a San Francisco, dove sta per iniziare la battaglia più faticosa, romantica e sensuale che abbiate mai letto.
Ho atteso questo momento a lungo, già dopo aver concluso la lettura di VICINI. In quell’occasione ho conosciuto Jacks e me ne sono innamorata , si perché … è facile cadere vittime dei personaggi principali , ma quando l’amico Will ci viene presentato come l’esemplare di uomo perfetto … beh c’è poco da fare.

Tra Jacks e Casey si è sempre combattuta una guerra fredda. “Amici” da sempre, si sono creati un loro micro mondo in cui non esistono segreti, si condividono i successi, le disavventure, in cui abbondano le provocazioni, i doppi sensi e le battute al vetriolo. Un mondo in cui si avvicinano e si respingono, come due calamite, che messe una accanto all’altra si allontanano, nonostante la forza magnetica che le attrae. Lei è innamorata di lui praticamente da sempre, e lui non può accettare che la sua unica amica è anche l’unica che non cede al suo fascino. In realtà Casey cederebbe eccome, alzerebbe bandiera bianca, si venderebbe al nemico come la peggiore delle doppio-giochiste, ma non può farlo se vuole proteggere se stessa e il suo cuore, perché Jackson Ward non è l’uomo che cerca di certo una relazione.
«Non sono comunque interessata.»
«A quale delle due opzioni, al sesso occasionale o al sesso occasionale con me?»

Presuntuoso, brillante, affascinante, intelligente … praticamente perfetto, ha appena ottenuto la promozione a professore associato all’università di San Francisco. Casey, dal canto suo, ha sempre condotto una vita mediocre , con poche prospettive e disillusa sulle sue reali potenzialità . Non è incapace, anzi, è intelligente e brillante ma ha poca fiducia in sé, senza contare che la vita non le ha reso le cose semplici. Proprietaria di una lavanderia a gettoni nel Tenderloin si è sempre accontentata di vivere in base a quello che gli altri le facevano credere di poter fare… fino ad oggi. Convinta di poter dare una svolta alla sua vita, di dimostrare una volta per tutte che anche lei può avere successo, affronta in segreto il test di ingresso di matematica per entrare al college, test che a fatica riesce a passare ma che le apre, a ormai 24 anni, le porte dell’università di San Francisco. Si, la stessa in cui ora insegna il suo più sexy, acerrimo nemico.
Non ci sarebbe nessuno problema a riguardo, se non fosse che nessuno si aspetta da lei questo passo, se non fosse che non ha mai detto a Jacks di averlo compiuto né tantomeno le motivazioni che l’hanno spinta in quella direzione.
Sarà proprio tra i corridoi dell’università, sotto lo sguardo sorpreso e sconvolto di Jacks, che si innescherà la scintilla che farà scoppiare le ostilità. Il pretesto per dare il via ad una battaglia che forse, il caro Jacks, sognava di far scoppiare da molto tempo.
“Da quando aveva varcato la soglia del college aveva fatto le pulizie di primavera. Aveva afferrato ciò che ci riguardava e lo aveva gettato fuori dalla finestra senza mezzo ripensamento. Ci aveva rinnegato. Poteva scappare, se la faceva stare meglio… Ma, se voleva la guerra , gliel’avrei servita così fredda da far invidia alla Siberia.”
Jacks non ama perdere, non ama le delusioni ed essere preso in giro. Ma adora giocare, e ancora più adora le sfide e adesso per lui è arrivato il momento di porre fine all’accordo di pace stabilito silenziosamente tra loro due e iniziare una battaglia senza esclusione di colpi.
“Ora che le regole della buona convivenza erano saltate, avrei preso le sue difese e le avrei smantellate a una a una per il gusto di farlo. L’avrei spogliata dell’armatura ammaccata e l’avrei convinta ad ammettere che non le ero indifferente.”
Ma attenzione Jacks … come citato da Sun Tzu nell’arte della guerra “Se conosci te stesso ma non il nemico, le tue probabilità di vincere e perdere sono uguali. Se non conosci il nemico e nemmeno te stesso, soccomberai in battaglia”. Sei così certo di conoscere così bene la tua “nemica” e poter usare a tuo vantaggio ciò che sai di lei? Ma soprattutto, sei davvero sicuro di ciò che vuoi? Perché un conto è incastrare il proprio nemico, assoggettarlo al tuo volere e poi valutare se tenerlo in ostaggio, lasciarlo libero o farlo soccombere e un conto è diventare l’ostaggio stesso del nemico e innamorarsene. E d’altro canto nemmeno Casey è intenzionata a perdere.
nemici
Jackson è un personaggio che ho amato dalla sua prima apparizione in Vicini. Adoro i ragazzi sfacciati, intelligenti, che sanno giocare, senza il bisogno di comandare, e che non mi facciano venire il diabete. E Jacks è proprio così. Si ok, parla a sproposito a volte … spesso … E nasconde i suoi sentimenti dietro facili provocazioni e doppi sensi, ma non si risparmia mai e quando ama lo fa con tutto sé stesso. Deve solo imparare a riconoscere questo sentimento, che un po’ lo spaventa, e accettarlo, perché anche lui, dietro la sua facciata da “professore fammi vederle stelle” , nasconde la sua fragilità.
«Ma come si fa a capire se va oltre? Come si fa a capire se è amore?»
«Non si fa, Jacks. Si capisce e basta.»

Casey invece è una bambolina. Così insicura e spaventata che finisce per esagerare ogni cosa e non lanciarsi mai in niente, vive costantemente con il freno a mano tirato, in una zona di comfort creata su misura per lei e quando si lancia nel vuoto, è li che inizia a capire che si può anche cadere, l’importante è rialzarsi e non aver paura di fallire. Vi garantisco che spesso e volentieri vorreste prenderla a padellate, ma qualche volta anche abbracciarla.

Il romanzo questa volta è in prima persona ed è scritto in modo impeccabile, la scrittura di Anna mi colpisce sempre per il suo stile profondo , spesso metaforico che indaga in maniera perfetta la psicologia dei personaggi caratterizzandoli in modo ineccepibile. I dialoghi sono frizzanti e ironici, in linea con il modo di essere dei personaggi.
La trama svela ogni cosa poco alla volta, regalandoci le molte sfaccettature di una storia di amicizia e amore, che non è poi solo una battaglia per la conquista di una notte da sogno con la donna che ti rifiuta e l’uomo a cui mai e poi mai potrai cedere, ma è decisamente molto di più. E’ crescita, scelte, possibilità e imparare a vivere oltre le regole, oltre le paure.

nemici

Inoltre, ciliegina sulla torta, ritroverete i personaggi del volume precedente e godervi il loro rapporto di amicizia. Interagiranno con i protagonisti, in punti di piedi ma saranno far apprezzare la loro presenza.

Cos’altro posso dirvi per convincervi che questa è una lettura che non potete perdervi? Credo nulla. Fidatevi e basta.

smeraldo

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.