Nate di Celia Aaron

Titolo: Nate (Dark Protector #2)

Autrice: Celia Aaron

Genere: Mafia Romance

TRAMA Avevo salvato Sabrina da una carneficina di stampo mafioso quando aveva 13 anni. Una volta diventato il nuovo boss del clan di Philadelphia, l’avevo mandata nelle migliori scuole per tenerla il più lontano possibile da questa vita – e da me. Aveva funzionato alla perfezione.
Finché non aveva compiuto 18 anni. Finché non era tornata a casa. Finché non avevo realizzato che la timida ragazzina non esisteva più, e che al suo posto adesso c’era una donna dalla lingua affilata e con un corpo che esigeva la mia attenzione.
Avevo promesso a me stesso che le avrei resistito, per il suo bene.
Mentivo.

Recensione di Sara B – Nate di Celia Aaron pubblicato il 5 maggio dalla Hope Edizioni.

Un altro Mafia Romance? Alcune di voi l’avranno pensato. Altre (io ci sono dentro alla grande) avranno fatto i salti di gioia alla notizia di questa pubblicazione. Ora, dopo aver letto il libro, posso affermare che Nate non è un Mafia Romance come tutti. E’ molto, molto di più.

Perché anche in ambienti sbagliati e oscuri come quello della mafia ci possono essere sentimenti veri, legami e amore. E tutto questo, insieme alla trama ben strutturata e ricca di intrecci, mi ha tenuto incollata al libro dall’inizio alla fine.

Nate Franco è un uomo che, da semplice lacchè, è diventato il boss di un club mafioso tra i più importanti di Philadelphia. E’ un uomo duro, disposto a tutto per proteggere i propri affari e le persone che lavorano per lui. Però non vive. Lui sopravvive e basta, giorno dopo giorno, finché il passato non torna a bussare alla sua porta. O meglio, finché non esce dalla piscina di casa sua, in bikini, sconvolgendolo più di quanto si aspettasse.
Perché Sabrina non è più la ragazzina con cui condivideva un passato difficile, ma è una donna con un fisico pazzesco, degli occhi capaci di incantare chiunque e un sorriso che riesce a conquistarlo completamente. Perché Sabrina è tornata, e sa bene ciò che vuole, anzi, chi vuole: Nate.

“Negli anni in cui eravamo stati lontani mi ero indurito, ma lei era riuscita a superare questa mia spessa corazza esterna e a insediarsi nel mio cuore. Il bisogno di proteggerla superava qualunque altra cosa.”
Quello che Nate pensa di fare è tenere Sabrina il più lontano possibile della sua vita, dal mondo pericoloso in cui vive, vuole proteggerla come ha promesso cinque anni fa, vuole tenerla al sicuro e saperla felice nella vita che merita davvero. Sabrina, però, è diversa.
E’ decisa, tenace e coraggiosa. Sabrina non è più quella ragazzina spaventata e ora tocca a Nate essere forte, cercare di stare lontano da questa ragazza, ma lei non vuole proprio rendergli la vita facile e farà di tutto per far cedere l’uomo che ama, perché Sabrina ha sognato questo momento per cinque lunghi anni lontano da lui e ora non ha intenzione di lasciar perdere.
Solo che si ritroverà a dover fare i conti con il mondo di Nate, un mondo che l’ha segnata in passato e che potrebbe farlo ancora.

“Nel momento stesso in cui l’avevo visto, in quella casa piena di sangue e appena tredicenne, avevo capito che lui sarebbe stato il mio mondo. Ora che di anni ne avevo diciotto, niente era cambiato per me.”

Sabrina è un’altra di quelle protagoniste che mi hanno fatta sorridere e gioire. Non mi aspettavo fosse così forte, e invece mi ha stupita. Lei è una ragazza, una donna, che è disposta a lottare contro tutti e tutto per poter avere l’uomo che ama, non si arrende davanti a nulla ed è disposta a sconfinare nella parte oscura, per proteggere le persone che ama. Perché se vuole stare con Nate deve accettare il suo mondo, deve imparare a viverci e a sopravvivere senza farsi sopraffare dagli eventi e dal pericolo, che si nasconde sempre dietro l’angolo.

E vi assicuro che il lato suspense non mancherà.
Tratterrete il fiato, imprecherete e vi scapperà qualche lacrima, ad un certo punto.
Ma non è questo il bello della lettura? Provare emozioni?

Io ne ho provate tante.

Il libro non è solamente la storia d’amore tra Nate e Sabrina, ma molto di più: vedremo Nate cambiare, da provare a fare il capo lo diventerà davvero. Vedremo un legame indissolubile tra tre uomini, che anche quando sembra sul punto di spezzarsi, resiste a tutto. Vedremo Sabrina alle prese con la vita pericolosa che non ha nulla in comune con quella del college, la vedremo alle prese con le conseguenze di azioni non sue, con il passato e un futuro incerto.
Troverete tante, tantissime cose in questo libro che rendono la lettura molto più ricca di una semplice storia d’amore. C’è passione, gelosia, dolore e felicità. Tradimento, altro dolore e ombre, tantissime ombre. Perché il futuro sembra così incerto e lontano, rispetto ad un presente sempre più pericoloso e potenzialmente letale.

“Avevo amato Nate Franco dal primo momento in cui l’avevo visto. Non c’era nessun altro, nessun’anima su questa terra che avrebbe potuto prendere il suo posto nel mio cuore.”

Ciò che ho amato è stata la coerenza. Coerenza nella storia, ma soprattutto nei personaggi. Perché Nate non si rammollisce per la donna che ama. Perché Sabrina non cambia, anche quando la situazione è difficile.
Perché rimangono loro stessi, solo nella versione migliore. Perché a volte, quando stai accanto a certe persone, viene fuori il meglio di te. Migliori, cresci, maturi. E vedremo Sabrina e Nate alle prese con questa crescita, con i loro sentimenti e con le difficoltà che il mondo di cui fanno parte comporta. L’amore basta per salvare una vita? L’amore può crescere e sopravvivere in un mondo pieno di morte e dolore? E se invece non bastasse? Se allontanare la tua unica debolezza fosse la soluzione migliore per salvaguardare il tuo impero, che scelta faresti?
Ci sono tante domande che vi farete, durante la lettura di Nate. Ma, credetemi, avrete tutte le risposte e ogni tassello prenderà il suo posto nel puzzle, perché l’autrice non lascia nulla al caso, ma ha uno stile capace di tenerti attaccato alle pagine, ha creato personaggi spiritosi e accattivanti, e non potrete non sorridere a qualche loro dialogo, perché Nate e Sabrina non hanno peli sulla lingua, sono entrambi schietti e decisi. E sarà impossibile non rimanere affascinati e incuriositi dalla loro sfida. Chi cederà dei due? Nate cederà a Sabrina, alle sue provocazioni e al bisogno che ha di lei, oppure Sabrina cederà al volere di Nate, e lascerà per sempre quella vita?

«Non ho mai amato nulla nella mia vita. Non come amo te. La prima volta che ti ho vista, qualcosa si è spezzato dentro di me. Non solo, si è frantumato in molti più pezzi di quelli che sarei riuscito a rimettere insieme. Tu eri giovane. Eri stata ferita così duramente. E per la prima volta, ho sentito il desiderio di riparare qualcosa, anziché distruggerlo. E’ stata quella consapevolezza a spezzarmi. Potevo non riparare te. Non potevo scacciare via tutto. E nonostante io abbia fallito e ti abbia mandato via, e abbia continuato sulla strada dell’autodistruzione, tu sei tornata da me. Penso che fossimo entrambi spezzati e che fossimo gli unici in grado di renderci di nuovo completi l’un l’altra.»

Se vi consiglio questo libro? Assolutamente sì. E quando ho letto che potrebbero esserci novità sul primo capitolo della serie, ho esultato. Perché in qualche modo il passato di Sabrina è legato ad un uomo. Un uomo pericoloso e letale, un uomo che da subito catturerà la vostra attenzione e curiosità. Un uomo legato a Nate e al suo mondo.

Un uomo che spero di incontrare presto.

bellissimo

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published.