Naked truth. The wedding di Valentina Ferraro


Trama
Mason Lewis era sicuro di aver imparato la lezione: chi vola troppo vicino al sole prima o poi finisce per bruciarsi.
Tutto avrebbe immaginato, ma non che un giorno sarebbe finito a lavorare per suo padre. Che avrebbe iniziato a ragionare come suo padre. Che avrebbe commesso gli stessi errori di suo padre. Che avrebbe deluso l’unica persona che lo accettava per quello che era: un ragazzo ribelle ma dai sani principi, con un cassetto pieno di sogni e la giusta dose di coraggio per inseguirli.
Solo lei lo aveva capito fino in fondo. Solo lei si era presa la briga di guardare oltre quel bel corpo tatuato e dentro la sua anima.
E adesso, a un passo da quel tanto agognato “sì” e con la consapevolezza che le uniche persone per le quali valga davvero la pena di combattere sono Nikky e loro figlio MJ, Mason capirà che la vita, prima o dopo, ti presenta sempre il conto per gli errori che commetti. E, quando meno te lo aspetti, ti ritrovi a toccare il fondo senza nessuna possibilità di salvarti.

Recensione di Veronica – Naked Truth. The wedding di Valentina Ferraro, Contemporary Romance, edito self-publishing, pubblicato l’11 marzo. Dopo Naked Truth e Never Ever, ecco la novella #2.5 della Secret Life Series.

Ricordate tutte il colpo basso giocato da Valentina Ferraro al termine di Never Ever, il secondo romanzo della Secret Life Series?
Evan e Stella arrivano in auto a casa dei genitori di Mason per prendere parte al matrimonio che tutte noi aspettavamo, ma quello a cui Evan assisterà, è la fuga di una Nikky in lacrime e la disperazione di un Mason che, non riesce a fermarla consapevole, ormai, di averla persa per sempre.

Bene, apriamo il libro e facciamo un salto indietro, cerchiamo di capire cos’è successo.

«Mason, cosa sta succedendo?». Le parole che trattengo da troppo tempo esplodono dalla mia bocca, anche se so che questo non è il momento giusto per affrontare un argomento così delicato.
«Niente», risponde lui, freddo come non mai.

Nikky e Mason hanno dato alla luce Mason Jr e ora si ritrovano a portare avanti il compito più difficile in assoluto: essere una famiglia.
Mason appare freddo, distante e disinteressato. Ha preso un’aspettativa al lavoro, per aiutare suo padre in azienda, il padre che ha sempre detestato, dal quale non ha fatto altro che fuggire per poter affermare se stesso e dire di potercela fare da solo. Nikky era stata la donna che lo aveva accettato per quello che era, vedendo tutti i mille pregi nascosti dietro un corpo tatuato e le occhiate da ragazzaccio. Insieme avevano volato vicino al fuoco e insieme ne erano usciti indenni. Eppure oggi sembrano non capirsi più. Sembrano parlare due lingue differenti. Lei bisognosa di sostegno per crescere il loro bambino, lui cercando di risolvere delle situazioni che lo stanno logorando. Nikky rivuole accanto a sé l’uomo di cui si è innamorata, il padre di suo figlio. Mason è intrappolato nella vita che ha sempre rifiutato per un fatale errore. Ma si sa, stando con lo zoppo… e non si rende conto che la vicinanza con suo padre, sarà la causa della sua lontananza dalla sua famiglia e dai suoi amici.
“Lei è così cambiata. È come se non viaggiassimo più sulla stessa lunghezza d’onda.”

Entrambi si chiudono in se stessi, non riescono a comunicare, si sfiorano senza toccarsi veramente, si guardano senza vedersi.
“Ha smesso di guardarmi, di condividere con me le sue emozioni. Adesso è solo un flusso continuo di rimproveri e recriminazioni.”

Mason e Nikky, ormai, hanno iniziato a vivere la loro vita come una famiglia, e quelli che pensano che questo viaggio sia tutto rose e fiori, mentono. C’è così tanto in ballo in un rapporto.  Mason sbaglierà. Non una, non due, ma mille volte in mille modi. Ma anche Nikky non è solo una vittima. Sono dell’idea che quando le cose non funzionano, la colpa non sia mai di uno soltanto
Certo, sarete portate a vedere Nikky come la parte più debole e fragile, quella da proteggere e cullare, ma sono certa che alla fine capirete che, anche Mason aveva bisogno di sostegno. L’unica cosa di cui lo incolpo è non aver aperto il suo cuore all’unica donna che sarebbe stata in grado di capirlo e sostenerlo evitandogli tutti gli errori futuri.
“Ho superato il limite, mi sono bruciato, e stavolta non mi salverò.”

A Mason e Nikky spetterà indubbiamente la prova più dura, quella di recuperare e ricostruire tutto ciò che di bello avevano creato, a partire da quella fatidica notte al Casinò di Atlanta. E oggi, hanno un motivo in più per impegnarsi, amarsi, accettarsi e perdonarsi, e questo motivo si chiama Mason Jr, perché non c’è nessun amore più potente di quello di un figlio. Anche quando vuoi urlare “basta”, anche quando il tempo per una doccia scarseggia, anche quando vuoi passare una serata in intimità e ammettere di essere stanca e di non farcela; non vuol dire essere una cattiva madre, ma semplicemente accettare quanto è difficile essere genitori.
“Avrei bisogno di una seconda occasione e non so se sarà disposta a concedermela. Forse nemmeno me la merito.”

Cosa cavolo ha combinato Mason e come reagirà Nikky? E soprattutto, voi da che parte starete?

La scrittura di Valentina si conferma potente e coinvolgente, mi ha tenuta col fiato sospeso sin dalle prime righe e ha continuato a stringermi lo stomaco per tutte le pagine successive, e se indubbiamente quello che scrive Valentina è per me, sinonimo di un grande successo, questa volta mi colpisce ancora di più, perché senza ombra di dubbio, quella riportata in queste pagine è la storia più vera che Valentina potesse regalarci.

Non vi è nulla di artefatto, ma troviamo tutto quello che, una coppia giovane vive ai giorni nostri, coppia a cui la vita non ha regalato solo arcobaleni. Ci sono problemi, scelte, sbagli, incertezze, paure, passi avanti. Due persone fragili, all’inizio della loro vita come famiglia che devono un po’ prendere le misure per frequentare questo mondo che, ha dato loro solo 9 mesi di tempo per abituarsi.

Ognuno cercherà di fare la cosa giusta per l’altro, dimenticandosi però che quando si diventa una famiglia, inevitabilmente si passa da io a noi, che le scelte vanno condivise, che non è possibile raggiungere nessuna felicità senza l’altro accanto, perché, come diceva Tolstoj nella sua opera “Felicità familiare”: la felicità è reale solo se condivisa. E io sono più che d’accordo.

Nikky ha tutte le paure e le insicurezze di una madre giovane, divisa tra l’amore di suo figlio e il bisogno di mantenere una propria identità. Le capita di pensare di aver fatto una cavolata, che forse, non era il momento giusto per avere un bambino, e non c’è nulla di più realistico perché maternità, significa anche arrogarsi il diritto di dire: “non ce la faccio più, ho bisogno di vivere la mia vita”. Lei non ama meno MJ perché vuole far durare la doccia 40 minuti invece di 10, o perché vorrebbe indossare una maglietta pulita e tenerla tale per più di un rigurgito, non smette di adorare suo figlio perché vuole tornare al lavoro, rimane comunque una mamma perfetta che, nonostante l’assenza della figura paterna, ha cercato di andare avanti e amare suo figlio per due.

Mason deve ancora capire che, non deve portare da solo sulle spalle il peso del mondo, che condividere le sue paure e i suoi dubbi, i suoi successi e i suoi pensieri con la persona che ama, non è segno di fragilità ma di forza e soprattutto è un grande atto di fiducia. È stato travolto dalle responsabilità, dal bisogno di non far mancare nulla alle persone che più ama al mondo, e a volte, questo genere di sentimento così forte ti porta a fare delle scelte sbagliate.

Un’intensa storia d’amore, famiglia e fragilità, una lettura di quelle che richiedono una confezione di antiacido a portata di mano, ma nella quale potrete riconoscervi senza vergogna. Perché è la vita.

smeraldo

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.