Mi prenderò cura di te di Anika Perry

mi prenderò cura di te

Me l’hanno portata via.
Sono disposta a tutto pur di riprendermela, anche vendere l’anima al diavolo.
Il destino è sempre stato infame con me, ma questo mi ha garantito la forza per andare avanti a testa alta sempre, da sola fino a quando non ho incontrato lui…

Mi hanno affidato un compito.
Sono disposto a tutto per portarlo a termine, anche rischiare la mia vita.

Dall’esperienza ho imparato che ogni dettaglio è importante e non ho mai fallito.

Sono sempre stato impenetrabile, fino a quando non ho posato gli occhi su di lei…

mi prenderò cura di te

Recensione di Karmen – Il Romanzo di cui vi parlo oggi ha come titolo Mi prenderò cura di te, il primo capitolo della “Fire Series” che segna l’esordio di un’autrice di casa nostra: Anika Perry.

Siete pronti ad immergervi nelle atmosfere misteriose di New York?

Megan Brown è una ventiseienne forte, tenace e coraggiosa, la sua vita non è mai stata semplice, costretta a crescere troppo in fretta, si è dovuta rimboccare le maniche sin dalla giovane età.

Non c’era altro da fare per sopravvivere, nata da una donna egoista che guardava solo i propri interessi, lasciando le due figlie allo sbando.

Per Megan, sua sorella Kayla é tutto, è l’unica ragione per cui ogni giorno decide di lottare, è sempre stata una madre, un padre, una sorella ed un’amica, era lei che le tappava le orecchie e le raccontava le fiabe mentre i gemiti della madre arrivavano nella loro camera.

Eh sì Cari Smeraldi Felicia Brown era una prostituta che vendeva il proprio corpo in cambio di denaro destinato all’acquisto di quelle sostanze che, ben presto, l’hanno portata alla morte.

Dopo la morte della madre, ovviamente a causa di un’overdose, credevano che il peggio fosse ormai rimasto alle loro spalle. Il passato ritorna a bussare alla loro porta per schiacciarle e sottometterle, Kayla viene rapita per un regolamento di conti che aveva a che fare con il giro in cui si era cacciata la loro madre.

L’unica soluzione possibile sembra quella di contattare colui che non avrebbe mai voluto cercare, l’uomo che, il giorno del funerale della madre, le consegnò un bigliettino con un semplice messaggio.

 

“Nel caso ti servisse un alleato in futuro”

Era il biglietto che segnava la mia resa e la mia condanna.

Fu così che Megan stretta in uno striminzito tanga rosso ed in una maschera che ne nasconde i lineamenti ed i sentimenti diventa Lady M., una delle tre ballerine di lapdance del Fire, uno dei night-club più frequentati di New York alle dipendenze di John Castillo.

John Castillo è un uomo potente invischiato in loschi affari e proprietario del Fire, oltre che, un cliente di Felicia, proprio per questo motivo è a lui che Megan si rivolge dopo il rapimento della sorella. È disposta a tutto pur di ritrovarla, anche a sottomettersi a quell’uomo viscido che non passa giorno che non le ricordi a chi è legata.

Il ballo per me è una cosa quasi intima, un mezzo di comunicazione attraverso cui si trasmettono emozioni, messaggi. Con il ballo si può parlare. Posso sedurre, posso mostrare il mio umore. Su quel palco devo fingere. Ecco perché odio quell’ambiente e odio John Castillo.

Punirla per lui è un sadico piacere, non per una reale colpa ma, solo per quella somiglianza così evidente alla donna che lo ha rifiutato.

 

D’altronde, un lupo non può di certo diventare un agnello, no? Ma può sempre indossare un costume diverso e trarlo in inganno per poi divorarlo.

Durante una delle sue esibizioni al Fire, gli occhi di Megan incrociano due iridi nere come la notte che la irretiscono.

 

Aveva uno scintillio in quelle pozze nere che rendeva il suo sguardo pericoloso e assaporava il vino come se, invece, avesse voluto assaporare me.

Ma Megan è una donna che non si fida di nessuno, fidarsi rende deboli e quello sguardo ha una luce troppo pericolosa.

Resistervi è impossibile, quell’uomo è una ventata di aria fresca in mezzo al sudiciume che la circonda.

Per quanto abbia paura di soffrire ha bisogno di lasciarsi andare e Rick sembra quello giusto, che le infonde quella sicurezza di cui lei ha bisogno e, dopo una vita al servizio degli altri, in questo momento ha davvero bisogno di trovare qualcuno che si prenda cura di lei.

 

Fidarsi è un verbo così complicato. Significa dare un potere enorme ad una persona. È come se gli stessi dando il coltello con il quale mi infilzerà il cuore.

Rick Hart è intrigante, misterioso e bello da morire con due occhi intensi capaci di smarrircisi all’interno e non trovare più la via d’uscita.

Chi è questo ragazzo misterioso che si professa un angelo custode?

E chi c’è dietro al rapimento di Kayla?

Per scoprirlo non Vi resta che leggere questo emozionante Romanzo.

Buongiorno Cari Smeraldi, oggi sarò breve.

“Mi prenderò cura di te” è un mix di romanticismo, amicizia, sensualità, passione e suspense.

Se vi aspettate un Dark Romance non è quello che troverete, la storia è molto romantica con qualche momento di suspense, la scrittura è fluida, scorrevole e senza momenti morti.

Un Romanzo che per la sua brevità si legge in poche ore, inizialmente più lento, ma non per questo noioso, per poi diventare incalzante verso gli ultimi capitoli.

La narrazione in prima persona è quasi interamente di Megan con qualche breve interazione di John, che ci darà una visione più ampia di quanto stia succedendo intorno a loro.

Il ruolo del protagonista maschile è quasi marginale, probabilmente a causa della nota misteriosa che l’autrice ci ha voluto regalare fino ai capitoli finali, quando finalmente scopriremo il suo reale scopo nella vicenda.

Ma non fatemi dire altro, ho promesso di non concedere alcuno spoiler, per questo motivo ho abbandonato il mio solito “modus operandi prolisso” lasciando a Voi l’interpretazione…

Anika congratulazioni ottimo esordio !!!

Essendo questo solo il primo capitolo della serie, non vedo l’ora di leggere il successivo che, a parer mio, potrebbe riguardare Mark e Kayla, quei due non ce la raccontano giusta 😉

Buona lettura

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published.