Lui è perfetto per me di Natasha Madison

Matthew

Sono stato preso nella mia prima squadra quando avevo diciassette anni, a diciotto ho giocato in prima linea, e mi hanno marchiato come il bad boy della NHL a diciannove. A ventitré sono stato buttato fuori dalla squadra e sono tornato a casa, a vivere con i miei genitori. Quando hanno bussato alla mia porta, mi hanno offerto un’occasione a cui non ho potuto rifiutare. Tutto quello che dovevo fare era dimostrare di aver imparato dai miei errori, quindi in nessun modo mi sarei dovuto innamorare di una ragazza dall’espressione imbronciata, anche se avrei voluto passare tutto il giorno a divorarle la bocca.

Karrie

Quando mio padre mi ha offerto il lavoro, non avevo idea che avrei dovuto badare a un giocatore della NHL. Voleva che fossi la sua accompagnatrice, la sua baby sitter strapagata. Pensavo che fosse uno scherzo, ma poi ho incontrato lui: Matthew Grant. Non mi aspettavo per niente che fosse un bad boy così speciale. Non è solo sexy, è anche arrogante, ma molto dolce, della serie “mi fai impazzire”.
In sostanza, ora che ha finito di rovinare la sua vita, ha deciso di stravolgere la mia.

Lei è la prima cosa che abbia mai voluto più dell’hockey.

Lui è il ragazzo che dovrei tenere alla larga da me.

Ma cosa succede quando una cosa che è iniziata così male, si trasforma in qualcosa di così perfetto?

Lui è perfetto per me di Natasha Madison,  2° Volume della Serie Something so, pubblicato il 12 luglio 2019, dalla Quixote Edizioni

Smeraldine, è da quando ho letto “Quello giusto per me” che avevo voglia di leggere la storia di Matt, che già in quel libro dimostrava di essere un ragazzo moooolto promettente. Poi la mia curiosità è aumentata a dismisura dopo aver letto “Come sedurre il capo”. In quel libro, infatti, l’autrice aveva dedicato a Matt e Karrie una bella scena da dove si intuiva che la loro non era proprio una storia convenzionale, e io morivo dalla curiosità di sapere come sarebbe stata. Ebbene, dopo aver letto il libro dedicato a loro, posso dirvi che questi due personaggi sono esplosivi e, per alcuni versi, li ho trovati più piccanti e divertenti di Parker e Cooper, protagonisti del primo libro della serie. Ma adesso parliamo un po’ più nello specifico dei due protagonisti. A diciassette anni Matt è stato ingaggiato da una delle squadre più forti della NHL, non come l’ultimo arrivato, ma tra i giocatori della prima linea e lui cosa ha fatto? Sì, ha giocato, lo ha fatto anche bene, visto quanto ha sempre amato questo sport, però si è anche lasciato andare alla vita sociale. A volerla dire tutta si è buttato a capofitto nei locali notturni della Grande Mela e tra le braccia di tutte le fan che sono riuscite a raggiungerlo. E devo dire che il ragazzo si è fatto raggiungere spesso e volentieri. Ma a furia di inzuppare il biscottino a destra e a manca, è stato cacciato da più di una squadra ritornando a casa con la coda fra le gambe. Ora, però, è arrivato di nuovo il gran giorno. Una squadra famosa lo ha ingaggiato per averlo a bordo e, questa volta, lui è deciso più che mai a tirare dritto per la sua strada, senza farsi coinvolgere da niente e nessuno. Questa forte determinazione è sul punto di crollare già prima di firmare il contratto, quando nella palestra dell’hotel in cui alloggia, incontra una ragazza da cardiopalma. Resiste, ma con un grosso sforzo che si rivelerà del tutto inutile solo qualche ora dopo quando quella stessa ragazza gli viene presentata come sua “babysitter”, nonché figlia del capo supremo. Karrie, figlia di un magnate delle comunicazioni che guarda caso è il proprietario della nuova squadra di Matt, è stata “ingaggiata” dal padre a svolgere il ruolo di supervisore di Matt. Lei sapeva già quale sarebbe stato il suo ruolo ma, onestamente, non pensava di doverlo assistere per ventiquattro ore al giorno. Ma il grande capo ha decretato che per far funzionare le cose dovranno vivere nella stessa casa ed è così che a poche ore di distanza dal primo incontro/scontro i due giovincelli si ritrovano a dover condividere tutto, proprio tutto. Karrie è un peperino che non intende assolutamente andare a riempire le file di tutte quelle che Matt si è portato a letto, lui la pensa diversamente ed è deciso a fare qualsiasi cosa per convincerla a farlo andare “in ultima base” con lui, e solo con lui. I loro battibecchi fanno morire dal ridere, gli incontri appassionati vi faranno sudare non poco, le puntatine fatte dai protagonisti degli altri due libri saranno spassose e, nel contempo, daranno modo al lettore di rivedere i loro beniamini, le bravate delle gemelle sono memorabili, le uscite di Vivienne, l’amica di Karrie, sono da piegarsi in due. Insomma, “Lui è perfetto per me” è un libro godibilissimo dove oltre al divertimento troveremo anche la bellezza del cuore di Matt, che lasciata da parte la sua vita da playboy del passato, si ritroverà a capire cosa è il vero amore solo guardando questa ragazza semplice e schietta che vede in lui un uomo e non l’atleta a cui tutte le ragazze mirano per avere soldi e visibilità.

         “Sei più che la mia ragazza. Sei la mia innamorata. Sei il mio domani. Sei il mio sempre.”

E ora, ragazze mie, sfido chiunque a dire che non vorreste leggere con i vostri occhi quali altri chicche escono dalla bocca di Matt.

Pertanto ragazze mie non mi resta che consigliarvelo e chiedervi di leggerlo il prima possibile, perché è un libro perfetto per trascorrere un pomeriggio rilassante e divertente e anche per sognare un po’.

5 stelle

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.