Loving the angel di Nicole Teso

Trama La mia vita ha raggiunto il capolinea quando sono stata rapita.
Jake Evans, l’uomo che mi ha tolto tutto, non solo mi ha costretta a sopportare un dolore devastante, ma si è anche preso una parte della mia mente, piegandomi al suo desiderio.
Ero convinta di potermi salvare, ma mi sbagliavo: quello era solo l’inizio.
La mia vita è finita il giorno in cui ho rapito la schiava che ora ossessiona la mia mente.
Brittany Moore, l’unica donna che sia stata in grado di farmi conoscere la luce, mi sta distruggendo, facendomi impazzire giorno dopo giorno.
È giunto il momento della resa dei conti, prima che i miei demoni mi sottomettano per sempre.

loving the angel

Recensione di Simona – Loving the angel di Nicole Teso Eccoci al tanto atteso secondo capitolo della trilogia Loving the demon; Loving the angel è il nuovo dark romance autopubblicato dalla giovanissima quanto, a mio modesto parere, bravissima Nicole Teso.
Il primo capitolo, Loving the demon per l’appunto, ci aveva lasciato con un enorme cliffhanger, chi ha letto il libro in questione sa benissimo a cosa mi riferisco (e a quanta ansia ha vissuto nell’attesa di leggere il seguito).

Non farò un recap del primo libro, proprio per non incorrere in degli spoiler per chi non ha ancora avuto l’occasione di leggerlo, ma la citazione che seguirà vi fornirà comunque un quadro abbastanza chiaro della storia.

” Scappavo dal mio passato, sicura di ricominciare da zero e di riprendere in mano le redini della mia vita.
Poi lui mi ha rapita per farmi diventare una schiava del piacere, ma non è andata come sperava. Io non mi sono arresa e tra noi è nato qualcosa di oscuro e malato.
Qualcosa che ha segnato l’inizio del mio declino mentale.
Qualcosa destinato a distruggere entrambi.
Un colpo.
Uno sparo. “

Brittany è riuscita a salvarsi, non dalle grinfie di Jake ma da quello sparo che stava per mettere fine alla sua vita, proprio grazie a Jake stesso che corre in suo soccorso.
E all’apparenza, dalle sue parole, qualcosa sembra improvvisamente cambiato!

” Per la prima volta dopo tanto tempo, la paura mi avvolge tra le sue braccia. Non mi interessano le conseguenze, non m’importa se andrò in carcere o se in ballo c’è tutto il mio impero: non posso vivere con il peso della sua vita sulla coscienza. “

Jake si dimostra agitato e combattuto, non sa come comportarsi davanti alla situazione che fattori esterni hanno contribuito a creare: continuare imperterrito il suo cammino verso l’oscurità più buia o cogliere e raggiungere quel lieve varco di luce che aveva intravisto da quando Brittany è apparsa nella sua vita?

“ La risposta compare sulla punta della lingua e agisco, scegliendo la strada che mi condurrà alla follia più cupa.
Io sono Jake Evans.

Un uomo forgiato nell’oscurità. Un demone che reclama il suo inferno personale.

Un’anima sbiadita che è destinata a vagare per sempre, senza trovare meta.

«Facciamolo, dottor White.» “

Indovinate un po’ su cosa ricade la sua scelta? La risposta mi pare abbastanza ovvia, ma non indovinerete mai cosa ha in mente Jake, cosa la sua mente deviata lo porta ad escogitare.
L’ambientazione che dà la Teso è tremendamente geniale, mai letto niente del genere prima d’ora!

E Brittany non sa minimamente a cosa, ancora una volta, sta per andare incontro. Pensa che la sua sofferenza insieme alla sua prigionia stia per finire, che all’arrivo della polizia mentre si trova in ospedale, denuncerà Jake e lei tornerà ad essere libera cercando di rimettere insieme i pezzi della sua anima dilaniata e in frantumi; niente di più lontano dalla verità!

Quando capirà cosa Jake le ha riservato, non crederà ai suoi occhi!

” Ogni sospiro è un dolore che si infrange nella mia cassa toracica, facendomi arrancare. Io provo a far quadrare ogni parte di me, ma quando credo che non possa accadere di peggio succede qualcosa che mi fa cambiare idea, rovesciando le carte in tavola.

Quante volte una persona può rialzarsi? “

_____

“Non lo vedi che sto morendo?”

In questo frangente non si parla solo di morte fisica, bensì di un annientamento totale!
Non avete idea delle assurdità che Jake farà vivere a Brittany, fino ai limiti della follia!

” Quegli occhi, prima vulnerabili poi impenetrabili. Jake è un puzzle impossibile da mettere insieme. Non sai mai cosa aspettarti da un tipo come lui, è odio ma al tempo stesso fragilità, cattiveria e al contempo umanità.

Mi ha uccisa.

Mi ha rimessa insieme per poi uccidermi di nuovo. “

Non è facile stare al passo dei ragionamenti di Jake, della sua mente contorta, della sua anima spezzata e dilaniata! È come se in lui coabitassero due o forse addirittura tre persone diverse, in conflitto perenne tra loro, senza avere mai l’assoluta certezza di sapere chi tra i tre si ha la fortuna o, perlopiù, la sfortuna d’avere davanti.

È un personaggio così complicato e macchinoso, capace però di fare dei ragionamenti così perfettamente logici anche se assurdamente folli, da spiazzare il lettore in più di un’occasione e farlo uscire fuori di testa.

Perché in realtà sarebbe impossibile trovare una logica nei comportamenti di Jake o giustificare l’attrazione che prova Brittany nei confronti del suo carnefice, eppure ci si ritrova per forza di cose ad accettare quello che succede perché “razionalmente” è ammesso! E probabilmente con quello che ho appena detto mi son giocata la mia di razionalità!! 😀

Tutto questo esclusivamente grazie alla folle mente sadica, ma assolutamente brillante, della sua creatrice, Nicole Teso. Una ragazza simpaticissima che ho avuto il piacere di conoscere dopo la lettura del primo capitolo della trilogia, tanto disponibile a rispondere a delle mie domande e curiosità, senza ovviamente mai svelare troppo.

” Come posso tornare a vivere e lasciarmi tutto alle spalle, quando l’unica cosa che mi fa sentire viva è la stessa che mi uccide? “

_______

” Lei è semplicemente tutto quello che io non sono mai stato in grado di essere prima di diventare il mostro che sono diventato. “

Brittany riesce a sollecitare quella piccola parte di umanità che è ancora viva in Jake, aspetto che da un lato lo spaventa terribilmente cercando quindi di tenere le distanze, ma dall’altro lo attrae sempre più verso di lei! In un certo qual modo Jake ammira Brittany per la forza e la tenacia che ha sempre dimostrato di avere, e forse la invidia pure visto che lui non ha mai avuto questa stessa forza per ribellarsi ad un padre ignobile e disumano. Ed è anche per questo che cerca sempre di portarla al limite sopportabile o addirittura ben oltre.

Ma quanto ancora Jake potrà tirare la corda? Qual è il punto di non ritorno? Perché si sa, a tirarla troppo, la corda si spezza e indietro non si torna. E Brittany in prima persona ne farà esperienza!

” Il suo problema non è mai stato non avere un’anima. Lui l’ha sempre avuta senza rendersene conto e io voglio afferrarmi a quella debolezza. Voglio infilare un coltello in quello sprazzo di umanità e girarlo, spremendo tutto ciò che trovo. Voglio ripagare la sua gentilezza e il suo concedermi una seconda occasione. Un’occasione che gli farà sputare sangue. Ognuno di noi ha debolezze, abbiamo tutti un tallone d’Achille e quello di Jake è essere convinto di non avere un’anima. “ 

È chiaro ciò che vuole Brittany: VENDETTA! Chi non la desidererebbe al suo posto? 

E di conseguenza mi chiedo: potrà mai esserci redenzione per Jake? Come la si può ottenere se l’antagonista della storia sei tu, vittima e carnefice di te stesso in primis, e poi di tutti gli altri?

Vi anticipo che finita la lettura di Loving the angel, rigorosamente a pov alternati, non potrete dare risposta a queste domande, diversi sono ancora gli interrogativi rimasti irrisolti e per questo attendo con assoluta trepidazione la conclusione di questa trilogia.

Ragazze credetemi, quello che ha partorito la mente della Teso è geniale!

Nicole, mi aspetto un super finale col botto eh! 😀

Non mi resta che augurarvi buona lettura, certa che non ne resterete deluse! 😉

bellissimo

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published.