La prossima persona che incontrerai in Cielo di Mitch Albom

La prossima persona che incontrerai in Cielo

Trama La vita, si sa, non è un rettilineo che scorre all’infinito senza scosse e senza ostacoli; prima o poi, il destino si rivela nei suoi risvolti più ardui e tortuosi. Ma non è neppure un viaggio solitario e accidentale: il nostro cammino è costellato di incontri, di altre rotte che intrecciano e accompagnano la nostra in maniera non casuale, anche quando non ne siamo consapevoli. Siamo un breve tratto di una grande mappa, uno snodo di trama in un intreccio di storie. Siamo la parte minuscola ma indispensabile di un disegno che ci sfugge.

Da bambina, Annie è stata protagonista involontaria di quello che molti hanno definito un miracolo: salvata da un incidente fatale grazie all’atto eroico di un uomo che ha dato la vita per lei. Ma quell’episodio l’ha segnata profondamente, nel corpo e nell’anima. Le è costato tanto trovare il suo posto nel mondo e accettare se stessa, senza sentirsi sbagliata. Finché, quando crede di stringere finalmente in pugno la felicità, una catena ineluttabile di eventi la strappa a questa vita.

Ora il viaggio di Annie continua verso il Cielo. E proprio in questa nuova parte del cammino si ripetono cinque degli incontri che più hanno segnato la sua esistenza. Ognuna delle cinque persone che ritrova le farà a suo modo capire come nulla sia stato vano, e quanto ogni attimo terreno da lei vissuto sia stato importante – per lei stessa e per chi l’ha conosciuta. Perché tutto ciò che facciamo lascia un segno nelle vite degli altri, e ognuno di noi conta nel disegno più grande che ci unisce. Basterebbe solo alzare gli occhi e abbracciare con lo sguardo quell’orizzonte dove ogni fine sfuma in un principio e ogni singolo si fonde con un tutto che lo illumina.

A quindici anni dal suo primo bestseller, Le cinque persone che incontri in Cielo, amato da 8 milioni di lettori nel mondo, Mitch Albom torna ad affrontare con sensibilità e limpidezza i quesiti più profondi dell’anima, in una parabola moderna piena di cuore, saggezza e compassione.

Recensione di Esmeralda – La prossima persona che incontrerai in Cielo di Mitch Albom, romanzo di narrativa in uscita oggi, 26 marzo, grazie a Sperling & Kupfer.

Non avevo mai letto nulla di questo autore, ma la trama mi aveva incuriosita e la cover conquistata così, quando Luigi di Everpop mi ha proposto di partecipare al Review Party che stava organizzando, non ho saputo resistere.

Passiamo la vita a interrogarci su cosa ci sarà nell’aldilà, su chi ci accoglierà quando torneremo a essere solo anima, su quanto di ciò che abbiamo fatto in vita influirà sul nostro futuro nel regno dei cieli. Non occorre essere ferventi cristiani per porsi queste domande, pensare alla vita dopo la morte tocca tantissime culture e moltissime religioni, ma soprattutto tocca tutti noi che in qualche modo la temiamo. Perché si teme sempre ciò di cui non si ha certezza. Nessuno è mai tornato per assicurarci che dopo ci sia effettivamente qualcosa, ma crederlo ci fa vivere la vita che ci è stata donata con molta più serenità.

Ogni uomo, e quasi ogni religione, ha una propria idea del Paradiso, e va sempre rispettata. L’immagine che ne do in questo libro non è un dogma ma un desiderio: che i nostri cari possano trovare la pace che sulla Terra è loro mancata, e possano comprendere quanto grande è l’influenza che esercitiamo gli uni sugli altri, ogni giorno di questa nostra preziosissima vita.

L’influenza degli altri sulle nostre vite e la nostra influenza sulle vite degli altri. È su questo che ruota La prossima persona che incontrerai in cielo perché basta un nulla, un attimo, per cambiare tutto. Basta una decisione presa all’ultimo momento per deviare lo scorrere degli eventi, ma la certezza che abbiamo è che il destino è stato scritto e, per quanto noi possiamo influenzarlo o rallentarlo, troverà sempre il modo di giungere a compimento.

Se sapeste di dover morire, come passereste le vostre ultime ore? Annie, che non lo sapeva, le passò sposandosi.

Annie è la protagonista di questa storia, sono sue le cinque persone che incontra in cielo, sono suoi gli episodi legati al passato, è sua la certezza di aver commesso tantissimi errori che non è mai stata in grado di perdonarsi.

Annie e Paulo sembrano destinati a stare insieme, si sono conosciuti da piccoli e dopo diversi anni di lontananza si sono rincontrati per caso e hanno capito di essere fatti l’uno per l’altra. Quello che non possono sapere è che il tempo che hanno a disposizione è limitato.

Annie, nel giorno del suo matrimonio, ‘incontra dei segni’ come se l’universo volesse dirle qualcosa. Qualcosa di irrisolto che la tormenta da quando è bambina e che ha influenzato la sua vita. Un animaletto creato con gli scovolini da suo marito risveglia in lei un ricordo che aveva sepolto in profondità. Il vecchio coi baffi che vede seduto al suo matrimonio sembra proprio quel signore che le regalò lo stesso animaletto quando aveva otto anni ed era stata lasciata sola alle giostre mentre sua mamma se la spassava con la sua ultima fiamma.

I ricordi di quella giornata sono molto confusi Il trauma le aveva completamente cancellato la memoria, come una fiamma che si spegne a causa di una raffica di vento. Portava in sé solo immagini sfocate e la sensazione, uscita da quel luna park, di avere perduto per sempre la spensieratezza. Le ferite dell’anima sono le più difficili da rimarginare, ma anche quelle fisiche possono lasciarti addosso un disagio difficile da vincere e Annie quella sensazione la conosce bene.

Dopo quell’incidente la sua vita non è più stata la stessa, alle assillanti attenzioni della madre si è ribellata con fervore andando incontro a scelte sbagliate dettate dalla voglia di ribellarsi a tutti i costi.

Le scelte avventate di Annie non hanno ancora smesso di influenzare il corso degli eventi, lo scoprirà presto. Sarà proprio un concatenarsi di scelte avventate a condurla in Cielo dove incontrerà cinque persone che la aiuteranno a vedere le cose da un’altra prospettiva «…quando arrivi in Cielo incontri cinque persone che hai incontrato nel corso della tua vita sulla Terra. Queste persone sono entrate nella tua vita per un motivo.» Quale motivo? «Questo è ciò che scoprirai. Ti insegneranno qualcosa di cui non ti eri resa conto quando eri sulla Terra. Ti aiuteranno a comprendere le cose che hai vissuto.»

La prossima persona che incontrerai in Cielo è un libro toccante. La sensibilità e la delicatezza di Albom escono pagina dopo pagina e ti lasciano una bellissima sensazione di pace e completezza. Annie è una protagonista complessa che ha vissuto molti eventi spiacevoli nella sua vita, fatti di cui si è sentita spesso colpevole spingendola a sentirsi incapace e inutile. Sentirete tutto di lei fin nel profondo, capirete i suoi dubbi, comprenderete il suo dolore e percepirete il cambiamento che questi cinque incontri apporteranno in lei.

Consiglio questo libro e chi ama le storie toccanti, a chi crede nella vita dopo la morte, ma anche a chi non ci crede affatto perché potrebbe aiutarlo a cambiare idea e a chi vuole cimentarsi in una lettura che porti a riflettere.

4 stelle

la prossima persona che incontrerai in cielo

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.