La fidanzata perfetta di Karen Hamilton

La fidanzata perfetta

Trama È sera e Juliette sta preparando un piatto speciale al curry per il suo fidanzato. Ma quando Nate rientra a casa e non ricambia il suo abbraccio, Juliette capisce subito che qualcosa non va. «Ho bisogno di spazio» esordisce e, mentre le comunica che la loro storia è finita, Juliette deve aggrapparsi al piano della cucina per non cadere. Non può essere vero, lei e Nate sono fatti per stare insieme, avevano parlato di sposarsi, di formare una famiglia. Ma la vertigine dura solo una manciata di secondi, perché, nonostante Nate abbia deciso, Juliette non ha alcuna intenzione di arrendersi. E sette mesi dopo, non pensa ad altro che a riportarlo nella sua vita. Con ogni mezzo: spia la sua pagina Facebook, ruba la password della mail e legge la sua corrispondenza. Spesso lo segue. Finché non arriva a introdursi di nascosto in casa sua e qui, come fossero ancora una coppia, mette in ordine la sua uniforme da pilota, si sdraia sul letto, lascia nel frigorifero i suoi dolci preferiti. Un’escalation drammatica di gesti ossessivi destinata a sfociare in un piano diabolico e pericoloso: farsi assumere come hostess nella stessa compagnia aerea di Nate… «Attieniti al piano. Attieniti al piano. Se non ti prepari, ti prepari a fallire»: è questo il mantra che Juliette ripete tra sé mentre Nate sta per cadere in trappola come una falena vicina alla luce. Ma chi è veramente Nate? E quali ombre stanno riaffiorando nella mente di Juliette?

La fidanzata perfetta

Recensione di Loreads – La fidanzata perfetta di Karen Hamilton un thriller straordinario pubblicato lo scorso 19 giugno 2018 da Mondadori.

Mai titolo per un thriller è stato così fuorviante, perché la nostra Juliette, prima di essere una fidanzata perfetta, è sicuramente una donna ossessiva, a tratti psicotica, succube di un amore malato, ma ciò che affascina il lettore è la fredda determinazione con la quale si appresta a riconquistare quello che lei ritiene l’uomo della sua vita.

La morbosità di Juliette è ciò che ci viene presentato in tutta la prima parte del libro. Lei ha organizzato tutto ancora prima di essere mollata dal suo Nate. Ha conservato un mazzo di chiavi del suo appartamento, ha rubato le password dei suoi account social, ha perfino il sangue freddo di entrare a casa di Nate, mentre lui è fuori per lavoro, per portare da mangiare ai pesci dell’acquario e riempire il freezer dei suoi cibi preferiti.

Ogni passo dell’inconsapevole Nate è monitorato costantemente da una sempre più ossessionata Juliette, che non ci spiega subito perché voglia così tanto riconquistare quest’uomo. I pensieri di Juliette sono l’io narrante di tutto il libro, lei è convinta di amare Nate, ma al lettore arriva un altro messaggio. Non è l’amore il filo conduttore del romanzo, quanto l’ossessione malata, è il volere a tutti i costi forzare un rapporto ormai archiviato.

Juliette è camaleontica, la sua trasformazione in fidanzata perfetta segue uno schema ben delineato, nulla deve essere lasciato al caso, e Juliette sa perfettamente cosa vuole, e vuole Nate.
E per riconquistarlo è disposta a tutto, perfino a farsi assumere nella stessa compagnia aerea in cui lavora lui. Senza fretta, non è il tempo ciò che le manca, tanto che quando i due si rincontrano, Nate non si sente assolutamente minacciato dal rientro di Juliette nella sua vita.

“Io so che lui prova ancora qualcosa per me. Ha avuto paura di una storia seria, tutto qui. Quando mi ha detto che voleva lasciarmi mi sono sentita morire, ma ora vedo le cose in prospettiva. E quando si renderà conto dello sforzo che ho fatto per salvare noi, ogni cosa tornerà a posto.”

Sì, ogni cosa tornerà a posto, perché Juliette ha abbastanza amore da sopperire alla mancanza di trasporto di Nate. Ha una volontà di ferro, è mossa da quelle che lei crede buone intenzioni, ma ogni sua azione è assolutamente irrazionale e priva di buon senso.

Ma quali ombre si celano dietro Nate?
Chi è lui, e perché Juliette vuole riconquistarlo, calpestando chiunque osi ostacolare il suo piano?
È davvero innamorata o la sua è solo ossessione?
Quando l’amore smette di essere tale e si trasforma in vendetta?
Cosa siamo disposti a fare per amore?

“Se ami qualcuno, lascialo andare.
Se torna da te, è tuo per sempre, se non lo fa, costringilo.

Un crescendo di tensione, in quello che è un esordio letterario col botto. Un finale che vi farà venire voglia di scaraventare il libro giù dalla finestra.
Non fatelo, poggiatelo sul comodino, una volta metabolizzato, sarete certi di aver letto un bel thriller.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.