La distanza tra di noi di Ella Blake

la distanza tra di noi

Due opposti. Una potente attrazione. Un’anima corrosa dai dubbi e dalla paura, un’altra colma di certezze e determinazione. Mattia nasconde un segreto: un desiderio profondo, controllato con maestria, che non si è mai permesso di mostrare. Un desiderio nascosto da una spessa corazza, creata per respingere ogni tentazione. Un incontro, che dura un attimo, segnerà la sua vita per sempre, creando uno squarcio nella sua anima fatta di ombre. Ma trovare il coraggio di essere davvero se stessi non è semplice e, forse, fuggire e tornare a vivere nel silenzio può sembrare la soluzione più facile.

Recensione di Pri – “La distanza tra di noi” di Ella Blake serie Close #2 – pubblicazione self del 17 dicembre 2018.

Era da molo tempo che aspettavo il libro di cui vi voglio parlare oggi. “La distanza tra di noi” è il secondo volume della serie “Close”, dopo “Così vicini” che racconta la storia di Riccardo e Omar ora è la volta di Mattia e Marco. Vi consiglio quindi di leggere il primo volume della serie e di non leggere la recensione per non incappare in spoiler.

Mattia, ma per tutti Matt, è il fratello più piccolo di Omar e fratellastro e coetaneo di Riccardo. Riccardo è stato adottato dai genitori di Mattia e Omar ma già dall’infanzia quando erano solo dei semplici amici e vicini di casa il loro legame era qualcosa di indissolubile. Questo legame si è accentuato quando Rik entra a far parte della famiglia, ma vivere sotto lo stesso tetto per i motivi che sono ben raccontati nel primo volume della serie, porta a degli strascichi non indifferenti per tutti, ma soprattutto per Mattia. Matt cresce con i sensi di colpa per non essere riuscito a proteggere il suo migliore amico dai maltrattamenti subiti e questo lo porta ad uno stress emotivo non indifferente, rendendolo tra le altre cose, balbuziente e dislessico. Una sera come tante, i fratelli escono per locali e decidono di andare al “Boys” un locale in cui le scelte sessuali sono libere, dato che Rik è gay e Omar è bisessuale. Vuoi per i fiumi di alcool che scorrono, vuoi che i fratelli decidono di sfidare Mattia, in quanto a detta loro è l’unico non gay, che quest’ultimo si trova costretto a provarci con un ragazzo. Una volta che Mattia riesce a prendere coraggio, adocchia un uomo che ha catturato il suo interesse seduto al bancone del bar, avvicinandosi a lui però capisce che in realtà questo ragazzo è già occupato. Deluso da questo primo tentativo di approccio andato male con una persona del suo stesso sesso, decide di tornare al tavolo dai suoi fratelli e chiudere almeno per quella sera il capitolo uomini. Di ritorno al tavolo, inciampa e versa il contenuto del suo drink sulla camicia di un ragazzo, Marco, che incurante delle goffe scuse di Mattia e folgorato dai suoi occhi, gli ruba un bacio.

Li per li Mattia rimane sconvolto, ma dentro di sé è consapevole di provare attrazione per gli uomini, ma la paura che gli venga affibbiata una nuova etichetta, lo fa scappare a gambe levate facendo perdere le sue tracce e non riuscendo a conoscere l’identità di quel ragazzo. Quella notte però non è solo Matt ad incappare in un particolare episodio, anche Rik e Ramo combinano qualcosa. Rik per scappare dalle ripercussioni di quello che è successo quella notte decide di trasferirsi, insieme a Mattia, a Bologna città in cui entrambi frequentano l’università, essendo ormai stanco di fare la spola come hanno fatto negli anni precedenti.

Mattia però non ha messo in conto quanto la vita può essere beffarda a volte perché, il primo giorno e alla prima ora del corso che deve obbligatoriamente frequentare per laurearsi, incontra di nuovo Marco. Marco però è il professor Romani docente di “Teoria e Metodologia dell’allenamento”.

La scintilla tra loro è molto forte, ma i ruoli che entrambi vestono uno di alunno e uno di insegnante non permettono loro di potersi chiarire. Ma Marco, uomo dichiaratamente gay, determinato, abituato a combattere per vedere i diritti LGTB una volta per tutti riconosciuti, decide di tentare il tutto per tutto con quel ragazzo debole e indifeso perché dietro quella corazza di silenzio e paure, lui intravede il mondo, il suo mondo.

La vita purtroppo non è semplice e facile per Marco, si troverà difronte ad una scelta molto importante e metterà la sua vita sentimentale nelle mani di Mattia. Riuscirà Mattia ad uscire dal guscio ed affrontare la sua sessualità e il mondo intero?

Come ho detto in precedenza aspettavo da molto tempo questo libro, è stata Ella Blake con il suo “Così vicini” a farmi entrare nel mondo delle letture MM. Anche questa volta con questo secondo capitolo è riuscita a farmi emozionare, tanto e forse di più che con il primo. La dolcezza e la debolezza di Mattia contrapposta alla determinazione e alla forza di Marco, che insieme diventano un vulcano, ha saputo coinvolgermi emozionarmi come sapevo già sarebbe successo. Per me la penna di Ella è una garanzia, quando ho bisogno di rientrare nella mia confort zone, dopo aver letto storie difficili o che non mi sono piaciute rileggo il suo primo libro e da oggi aggiungerò anche questo alla mia lettura cuscinetto.

Il lavoro che Ella ha fatto sui personaggi e sulla loro caratterizzazione non è stato sicuramente facile. Riuscire a mettere su carta, a far trasparire tramite parole semplici la confusione e la sensazione di inadeguatezza che prova Mattia, ma anche la forza e la determinazione di Marco che ha conosciuto la vera sofferenza della perdita, è qualcosa di estremamente emozionante. La scrittura dell’autrice è semplice e la scrittura a pov alterni ha aiutato a rendere questa fiaba moderna qualcosa di unico. E’ una storia d’amore, di rivincita ma soprattutto di accettazione, perché prima di tutti gli altri siamo noi stessi a doverci accettare per quello che siamo, soprattutto perché non siamo invincibili.

Penso abbiate capito che è una lettura che assolutamente consiglio, ma fidatevi leggete anche il primo capitolo non ve ne pentirete.

A presto, Pri

smeraldo

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.