La casa dei meravigliosi tramonti di Heidi Swain

Trama La notizia della morte di Gwen, per Lottie Foster, è davvero un fulmine a ciel sereno. Non solo perché era la più cara amica della sua adorata nonna, ma anche perché ha deciso di lasciarle un’eredità impegnativa: lo splendido Cuckoo Cottage. Lottie ha sempre adorato quella villetta, ma Matt, un affascinante costruttore del posto, la mette in guardia: sta cadendo a pezzi. Fortunatamente, però, lui è disposto a darle una mano con tutti i problemi che continuano a saltare fuori. La disponibilità di Matt verso Lottie, agli occhi del suo vicino di casa Will, è decisamente sospetta. Il fatto che sia geloso, è ovvio, non c’entra niente… Ma Will è anche il veterinario di Minnie, la pestifera cagnolina che lei ha ereditato insieme al cottage e alle quattro roulotte d’epoca, che intende rimettere in sesto. Il sogno segreto di Lottie, infatti, è di dar vita a un campeggio vintage anni Cinquanta. Ma non potrà davvero realizzare il suo desiderio prima di aver capito di chi fidarsi, specie adesso che ci sono due uomini a contendersi il suo cuore…

La casa dei meravigliosi tramonti Recensione di Margherita – La casa dei meravigliosi tramonti dell’autrice Heidi Swain, pubblicato il 31 maggio da Newton Compton Editori.

 A volte abbiamo bisogno proprio di letture come questa per staccare la spina, per immergerci, anche solo per qualche ora, nella natura e tra l’affetto della gente. La casa dei meravigliosi tramonti è il primo romanzo di Heidi Swain pubblicato in Italia grazie alla Newton Compton.

Charlotte “Lottie” Foster è una ragazza diffidente ed allo stesso tempo ingenua, restia a fidarsi di chi vorrebbe entrare a far parte della sua vita, ha una passione per il restauro e il riciclo ma non ha ancora trovato la propria strada, nessuna carriera si prospetta all’orizzonte.

Un giorno, apprende la notizia dell’improvvisa scomparsa di Gwen, la più cara amica di sua nonna Flora, questo tragico episodio si rivela un duro colpo per lei ed in quel preciso momento realizza di esser rimasta veramente sola. Gwen e sua nonna sono state le persone più importanti nella sua vita, coloro che si sono prese cura di lei amandola da quando era solo una bambina.

Si reca quindi a Wyndbrigde per il funerale e lì conosce David, il legale della donna che la informa del testamento e della sua eredità. Lottie è confusa, cosa mai potrebbe averle lasciato Gwen? Non si vedevano da tempo, tra loro ci sono state solo chiamate e non le aveva mai fatto nessun accenno riguardo ad una possibile lascito.

Lottie scopre di aver ereditato il Cuckoo Cottage nelle Fenland, una graziosa villetta con il suo arredamento eclettico, ettari di campi e granai. Inizialmente questo la sconvolge ed allo stesso tempo la sorprende mentre pian piano i ricordi legati alla sua infanzia passata lì con i suoi nonni riaffiorano.

“… ora che i nonni se ne erano andati e avevo tagliato i ponti con tutti gli altri, non sembrava che mi stessi davvero lasciando qualcosa alle spalle. In realtà, sembrava più che stessi ritornando a casa.”

Al suo arrivo nella piccola città incontra Matt, un costruttore del posto che si offre di aiutarla nei lavoretti di restauro per il cottage che, a detta sua, sta cadendo a pezzi, mettendo così in evidenza la necessità di provvedere al più presto ai problemi che compaiono uno dopo l’altro. Oltre questo, senza farne alcun mistero, si dimostra chiaramente interessato a lei.

Conosce anche Will, il suo vicino di casa, un ragazzo riservato che non ama molto parlare di sé, nonché veterinario di Minnie, la cagnolina terrier che Lottie ha ereditato insieme al cottage. Fin da subito si dimostra sospettoso dell’interessamento di Matt nei confronti della ragazza ma, la sua potrebbe anche essere solo semplice gelosia. Il primo incontro tra Will e Lottie avviene in un modo alquanto insolito, davvero imbarazzante anche… scatenando subito un senso di antipatia da parte di lei nei suoi confronti, beh non sono proprio partiti con il piede giusto.

Esplorando i dintorni del cottage entra in uno dei granai e Lottie scopre, con meraviglia e stupore, di aver ereditato anche quattro roulotte vintage che non aspettano altro che lei per essere rimesse a nuovo. Il suo sogno è quello di trasformare la proprietà in un campeggio anni cinquanta. L’eccitazione e la gioia per un nuovo progetto scorrono in lei come un fiume in piena, ha grandi idee in proposito e non vede l’ora di metterle in pratica.

Questo rappresenterebbe un grande cambiamento, una nuova opportunità.

Che sia la svolta che aspettava per un nuovo futuro?

Chissà forse Gwen aveva visto più lontano di lei?

Per realizzare questo suo sogno dovrà far affidamento su qualcuno che la aiuti e la sostenga, ma chi? Dovrà stare più attenta ora che ci sono due uomini che cercano di attirare la sua attenzione e tutta Wyndbridge che osserva ogni sua mossa.

Per scoprire cosa accadrà non vi resta che leggere il romanzo.

“«Qualche volta», disse lui,… «tutti abbiamo bisogno di una piccola spinta nella direzione giusta».”

Se sono attratta da un romanzo pur non conoscendo l’autrice in questione c’è sempre un motivo, e pochissime volte il mio istinto ha sbagliato. Anche questa volta (almeno per me eh) mi ha portata ad apprezzare una nuova autrice ed il suo romanzo.

La storia è davvero molto molto carina, dolce, romantica, con un pizzico di ironia, leggera e scorrevole. Per chi cerca qualcosa di non troppo impegnativo questa lettura è l’ideale, troverete segreti, bugie, qualche scena comica (che non guasta mai), amore, amicizia e tanta dolcezza.

Lottie è alla ricerca del suo posto nel mondo, ha sempre cercato di adattarsi come poteva ma, adesso, le è stata donata una possibilità ma non è detto che tenersela stretta sia semplice e senza difficoltà, in effetti dovrà faticare parecchio soprattutto nel momento in cui sa di trovarsi in un posto nuovo e di non sapere di chi potersi fidare. Ma non si darà per vinta e lotterà per difendere ciò che più le sta a cuore.

“Il mio desiderio di vivere la vita piatta e tranquilla nella quale ero rimasta intrappolata così a lungo era ormai lontano. Ora ero pronta ad afferrare ogni opportunità che Gwen mi aveva donato.”

I personaggi sono davvero tanti, alcuni hanno un ruolo fondamentale nella storia mentre altri più marginale, ma non meno importante o essenziale ai fini della vicenda, non avrete difficoltà a distinguerli, ognuno di loro ha caratteristiche che li rendono unici e diversi l’uno dall’altro. Ricordate questo durante la lettura: non lasciatevi ingannare.

Anche se fanno tutti i misteriosi, come in ogni piccola città sanno tutto di tutti, si conoscono da sempre ed i pettegolezzi, le invidie e le voci si diffondono a macchia d’olio, soprattutto quando arriva un nuovo cittadino. Ma l’accoglienza calorosa e la simpatia dimostrata da alcuni di loro, aiuterà Lottie ad aprirsi ed a fidarsi per la prima volta instaurando così delle vere amicizie. Ma proprio tutti meritano la sua fiducia? Fin da subito persino io ho nutrito dei sospetti verso alcuni personaggi… e infatti non mi sbagliavo!

Però a volte ho trovato snervante il comportamento della protagonista nel credere a tutto quello che le veniva riferito da chi le era vicino, al suo posto io sarei stata più cauta cercando di persona subito dei possibili riscontri, per questo proprio no, non mi è piaciuto questo suo aspetto. Per fortuna le mie preghiere sono state ascoltate e aprirà finalmente gli occhi.

L’autrice non si dilunga molto con le descrizioni, ne sono presenti una giusta dose per aiutarci ad immaginare le varie ambientazioni e vicende permettendoci così di proseguire la lettura in modo scorrevole e senza intoppi.

L’epilogo è una delle parti di questa storia che ho preferito, dove tutto finalmente trova una strada verso la verità. Alcune rivelazioni sono state davvero inaspettate… non vi dirò di più!

Sto iniziando ad apprezzare questo genere di romanzi in cui sono presenti molti personaggi le cui storie si intrecciano tra loro, fino a qualche anno fa li avrei snobbati ma adesso mi sembrano piacevoli e veloci da leggere.

Se cercate una lettura leggera che vi tenga compagnia durante l’estate l’avete trovata.

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published.