King. Libero di amarti di T. M. Frazier

Bear vorrebbe piegare a mani nude le sbarre di metallo della sua cella e scappare. Non a causa degli altri carcerati, che lo vogliono morto, ma perché Thia è là fuori, dove lui non può proteggerla. Thia non è il tipo di ragazza che aspetta di essere salvata, specialmente quando anche lei ha delle missioni da compiere. Bear e Thia sono pronti a lottare, non solo per le loro vite, ma anche per il loro amore. Perché questa è una storia d’amore, sì, ma anche di dedizione e lealtà.

King. Libero di amarti di T. M. Frazier, quarto volume della serie dark romance “King”, pubblicato il 29 giugno, dalla Newton Compton

Quante di voi, come me, alla fine del libro precedente avevano avuto voglia di sbattere il kindle dall’altra parte della stanza o bruciare il libro che avevano tra le mani? Dio mio, un nervoso che mi ha logorato per mesi. Poi, finalmente, la storia di Thia e Bear è tornata di nuovo tra le mie mani e leggerla è stato un vero piacere. Chi ha letto la prima parte della storia sa benissimo che Bear ha preferito pagare al posto di Thia, per nulla al mondo il giovane avrebbe lasciato che la donna che ama più della sua stessa vita venisse accusata per un atto che non era stato assolutamente intenzionale e che le ha già rovinato abbastanza la vita. Prima di andare via le promette che sarà presto di ritorno, che deve essere paziente e aspettarlo. Ma lo sapete, Thia non è la classica ragazza della porta accanto che aspetta calma e placida il ritorno dell’amato. I mesi passano da un lato con una lentezza estenuante e dall’altro in un vortice tempestoso che spazza via tutto quello che incontro sul suo cammino. Arrivata al punto di non sopportare più che il suo uomo non sia accanto a lei, Thia è disposta a tutto pur di riportarlo in libertà. Ma Bear non è rimasto con le mani in mano, la battaglia con i Beach Bastards e con quel pazzo del padre è imminente e lasciare Thia da sola non è più un’opzione, anche se per tutto il periodo di lontananza l’ha fatta controllare a vista da Rage, un nuovo personaggio femminile, che vi lascerà senza parole.

La parte iniziale del libro ha un ritmo più lento ma, via, via va crescendo fino a diventare un treno in corsa, perché se la storia di Bear e Thia è iniziata come se fosse il sogno di una ragazzina sola e sperduta, si è trasformata in un sentimento autentico, forte, a tratti crudo. Nessuno dei due ha vita senza l’altro e sono disposti a tutto pur di riuscire a stare insieme. Ho amato profondamente Thia, è una donna forte, volitiva, capace di grandi gesti d’amore ma anche di accettare il lato crudele del suo compagno e di esserlo a sua volta. Il loro è un amore che abbraccia il lato oscuro, ci sono state un paio di scene che mi hanno fatto venire i brividi, ma la Frazier è maestra nel creare personaggi oscuri e tormentati che non diventano degli orsacchiotti solo perché si sono innamorati. I colpi di scena sono molteplici così come tanta è la crudeltà dimostrata da alcuni membri del moto club dei Beach Bastards che hanno perso del tutto la loro umanità. In questo libro troverete di tutto, amore, amicizia, morte, distruzione, azione, suspense, tradimento per non parlarvi dell’ultima scena del libro che mi ha letteralmente sconvolto lasciandomi con la voglia irrefrenabile di leggere la prossima avventura. Le amanti del dark non possono assolutamente perdersi questa storia, ne rimarranno colpite e affascinate.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.