Inganno di Sagara Lux

Titolo: Inganno (Broken Souls #2)

Autrice: Sagara Lux

Genere: Dark Romance

Trama

Tutto ha un prezzo. Iryna non ha altra alternativa che crederlo quando si ritrova con una pistola puntata alla tempia e l’uomo che ha tradito davanti agli occhi. È per questo che si presta a un gioco terribile, perché sa di avere un unico modo per salvarsi: non pensare a quello che le verrà chiesto in cambio.

Ogni gioco ha le sue regole. Genz non ha dubbi: qualsiasi cosa accadrà tra di loro, Iryna morirà.

Lei, però, non è la donna che crede. Il suo nome e le sue labbra nascondono il più dolce dei desideri e il più crudele degli inganni. È così che riesce a insinuarsi nell’ultimo posto in cui sarebbe dovuta arrivare: dentro di lui. Nella mente, nel sangue.

Lei possiede la sua anima, lui possiede la sua vita. Salvare se stessi significa distruggere l’altro. In un mondo senza giustizia e senza perdono scegliere cosa fare appare fin troppo semplice, ma quando si gioca con la morte non esistono certezze e non esiste regola che non possa essere infranta.

Recensione di Sara – Inganno di Sagara Lux, un dark romance pubblicato self publishing il 23 Dicembre 2015.

In questo secondo romanzo della serie Broken Souls troviamo come protagonista Genz, un trafficante di droga invischiato nella criminalità della città che, nel libro precedente della serie, avevamo già conosciuto. E le vicende si svolgeranno qualche anno prima di quelle di Darren e Amanda.

Genz è un uomo potente, un uomo pieno di ferite nel corpo, nella mente ma, soprattutto, nel cuore. E quelle sono le più difficili da superare. Tutto ciò che non si aspettava era trovare la propria pace in una donna mandata da lui per spiarlo, scoprire i suoi segreti e distruggerlo.
Iryna
, una donna costretta a vendere il proprio corpo per sopravvivere, costretta a rinunciare a se stessa senza via d’uscita, tradita dal proprio padre vuole solo tornare a casa, riabbracciare la madre e fuggire dal mondo in cui vive.

“Un giorno era tornato da noi con un biglietto aereo in mano. Mi aveva detto di seguirlo, perché mi avrebbe portato in un posto migliore. Mia madre era scoppiata a piangere, ma non mi aveva impedito di andarmene.
Era accaduto tre anni prima. L’ultima volta in cui ero stata padrona della mia vita. Il giorno in cui ero stata venduta.”

Genz ed Iryna sono capaci di trascinarti nel loro infero personale fatto di bugie, ricatti, tradimenti e violenza. Una passione travolgente li unisce, ma basterà per superare la mancanza di fiducia che entrambi provano?
Ogni capitolo di questo libro è una lotta; Iryna non vuole cedere, vuole essere libera e fuggire dall’uomo che, lo sa bene, alla fine la ucciderà. Genz vuole il suo corpo, la sua anima, vuole possedere ogni parte di lei. Sa che non può lasciarla andare, Iryna sà troppe cose, ma non riesce nemmeno ad ucciderla subito come invece avrebbe dovuto fare. Iryna è stata mandata lì per svolgere un compito: la donna deve spiarlo e scoprire tutti i suoi segreti, per poi rivelarli al suo padrone. Genz sa bene cosa dovrebbe fare per mantenere al sicuro la propria vita, eppure non riesce ad arrivare fino in fondo.
Genz dovrebbe pensare a quello che i suoi uomini possono aver rivelato alla donna, eppure ciò che più riesce a scuotere la sua apparente calma è il pensiero di Iryna con loro, delle loro mani su quel corpo che solo lui vuole possedere.

“Un sentimento violento e velenoso mi bruciò dall’interno. Mi sentii come la prima volta che l’avevo vista.
Volevo ucciderla. Volevo scoparla. Volevo ferirla. Volevo possederla nel senso più lato del termine. E volevo fare tutto insieme. Subito.”

Iryna, allo stesso tempo, ha più volte la possibilità di poter scappare da Genz, ma non riesce a farlo. Si è sciolta tra le sue braccia, ha ceduto al suo corpo più e più volte e, dopo ogni singola notte, ha giurato che non sarebbe più successo, ma la promessa non è servita a niente. Lei è dentro di lui, così come lui è dentro di lei. Se vuole sopravvivere e salvare se stessa è costretta a tradire l’uomo che la possiede, l’uomo che la tiene rinchiusa così come tiene prigioniera una parte del suo cuore.

“Avrei dato a Genz quello che voleva. Il piacere. L’anima. Il corpo.
Avrei atteso il momento giusto, ma alla fine sarei riuscita ad andarmene di lì e a riprendere in mano la mia vita.”

Ancora una volta questa bravissima scrittrice è capace di farci vivere ogni singola emozione sulla nostra pelle, ogni brivido e contatto come se lo stessimo provando noi, come se fossimo dentro al libro. Non è una storia d’amore, è una storia di possesso, di tradimenti e violenza. Una storia fatta di passione e dolore, vecchie e nuove ferite che i protagonisti porteranno sempre dentro di loro.
Ad ogni capitolo, non potevo far a meno di sperare in una soluzione, in qualcosa che potesse cambiare le carte in tavola ma, in un mondo così violento, non sempre ciò che il cuore vuole è la soluzione a tutto ciò che ci circonda.

«Se è questo che vuoi, odiami pure Iryna» mi sfidò aspro. «Ma fallo con tutta te stessa e fino al tuo ultimo respiro.»
«Lo farò» ansimai.
«Giuralo» insistette mentre mi sfiorava le labbra.
«Lo giuro.»

Iryna dovrà fare una scelta: la sua vita oppure la morte? Perché sa che arriverà, quando lui si stancherà di lei, perché non è altro che la sua puttana. Entrambi cercano la libertà, la pace, ma solo uno dei due può vincere, l’altro soccomberà.

Non fatevi scappare il racconto inedito su J.C, uno dei personaggi secondari che troviamo in questo romanzo, nel gruppo dell’autrice.
J.C, l’uomo d’onore di Genz, un personaggio intrigante e ben caratterizzato nonostante non sia un protagonista, che per il bene di Genz si è trovato davanti ad una delle decisioni più difficili della sua vita. Lasciatevi conquistare da questo secondo romanzo della serie e, soprattutto, non preoccupatevi per il finale, troveremo ancora Genz ed Iryna e potremmo ancora leggere della passione travolgente che li unisce come un filo invisibile.

4 stelle

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.