Il più Fortunato di M.J. O’Shea e Piper Vaughn

La rockstar Nick Ventura ha toccato il fondo. Geloso del nuovo amore di suo fratello, inizia ad abusare dei propri vizi e, annebbiato dai fumi dell’alcol, finisce per schiantarsi contro un negozio con la propria auto. Umiliato pubblicamente e a un passo dalla galera, per ordine del tribunale entra in un programma di riabilitazione.
Il nutrizionista Luka Novak è appariscente, effeminato, il genere di gay che Nick, bisessuale, normalmente schernirebbe. Il carattere solare dell’uomo nasconde, però, un profondo dolore causato da una precedente relazione. Luka sa che dovrebbe diffidare della reputazione di Nick, ma ne è attratto suo malgrado e la loro amicizia, inizialmente incerta, si trasforma in passione. Ben presto Luka si renderà conto che la paura di Nick di perdere l’immagine da cattivo ragazzo sicuramente implicherà il non rendere mai pubblica la loro relazione.
Nick aveva sempre creduto di non avere bisogno di nessuno, finché Luka Novak non entra nella sua vita. Adesso deve conciliare il passato, libero da ogni preoccupazione, con il futuro che all’improvviso desidera più di ogni altra cosa. E la prima lezione che deve imparare è come diventare l’uomo di cui sia lui che Luka hanno bisogno, piuttosto che rimanere il ragazzo che è sempre stato. Solo.

 Il più fortunato

Recensione di Karmen – Il più Fortunato – Serie “Lucky Moon” #2 di M.J. O’Shea Piper Vaughn edito dalla Triskell Edizioni uscito il 18 giugno 2018.

Dopo “Come chiaro di luna” tornano in Italia, grazie alla Triskell Edizioni, M.J. O’Shea e Piper Vaughn con un nuovo emozionante M/M della serie “Lucky Moon” dedicato al secondo fratello Ventura: Nick.

Nick Ventura è il bassista dei “Moonlight e fratello minore di Shane (il protagonista di “Come chiaro di luna”, è il classico ragazzo “sesso, droga e rock’n’roll”, dopo l’abbandono da parte della madre quando lui aveva solo cinque anni e lasciati alla mercé di un padre violento ed alcolizzato, l’unica cosa che resta loro è fare affidamento l’uno nell’altro.

Shane, il fratello maggiore, è sempre stato per lui il suo tutto: una madre, un padre, un fratello maggiore ed ora che nella sua vita è tornato Jesse che lo ha monopolizzato.

Nick è sempre di più alla deriva.

Un giorno dopo una notte brava fatta di eccessi, sotto l’effetto di alcol e droga va a schiantarsi con l’auto contro la vetrina di un negozio, la situazione è molto seria e l’unica soluzione per evitare il carcere è isolarsi per tre mesi in una clinica di riabilitazione.

F*****o la riabilitazione. Nick si sentiva un tale idiota. Non aveva bisogno di un programma da sfigati di dodici step, lui non era un maledetto tossico. Gli piaceva bere, e magari a volte aveva bisogno di un po’ di fumo per rilassarsi. E forse ogni tanto gli piaceva farsi una sniffatina di coca solo per divertirsi. Il che non avrebbe dovuto essere un maledetto shock per nessuno, e per quanto lo riguardava, non era poi così grave.

L’inizio non è dei migliori, le sedute con lo psicologo sono inutili, aprirsi per lui non è mai stato semplice, solo Shane è in grado di ascoltarlo e comprenderlo ma lui ormai è un uomo sposato per poter essergli di supporto.

Oltre che dal punto di vista psicologico, Nick ha bisogno di una riabilitazione alimentare, l’uso di sostanze tossiche e la carenza di assunzione di cibi sani lo ha ridotto ad un relitto umano malconcio e denutrito, nonostante quella aria da cattivo ragazzo, ha la necessità di mettere su peso e fare attività fisica, la persona che si occuperà di lui è il nutrizionista: Luka Novak.

L’uomo – se mai lo si poteva chiamare così – seduto dietro l’enorme scrivania sembrava più uno studente del college troppo cresciuto che qualcuno con una vera e propria laurea. Ed era… beh, era piuttosto attraente. Parecchio affascinante – soffici capelli biondi tirati su e induriti dal gel a formare una cresta perfetta, quella pelle dorata veramente bella che solo i biondi naturali potevano avere, e, da quanto Nick poteva intuire, un corpo che avrebbe preferito vedere nudo sotto di sé che non dietro una scrivania.

Luka è un ragazzo dolce e solare, un amico fidato ed integerrimo nella propria professione, vittima dei pregiudizi da parte dello psicologo della clinica a causa della sua omosessualità, è un uomo tradito da un compagno promiscuo.

Salvare Nick diventa la sua missione, lui è l’unico che comprende sin da subito che sotto quella dura corazza di indifferenza si nasconde un ragazzo spaventato, solo, abbandonato dal suo punto di riferimento, da tutto quello che gli è rimasto: il fratello Shane.

«E tu vuoi aiutarlo, vero?» disse Jeana con un sorriso. «A volte penso che avresti dovuto essere uno degli psicologi e non il nutrizionista. Vuoi sempre rimettere in sesto quei pazzoidi.»

Luka scosse la testa. «Non voglio occuparmi di tutti loro. Ce ne sono alcuni, a Glenwood, che non riesco a gestire. Ma lui? Non so perché, ma voglio aiutarlo. Credo che forse abbia passato un brutto periodo e che le cose gli siano sfuggite di mano, ma vedo che c’è del buono in lui, sotto le spine.»

Jeana rise piano. «Non guasta che sia sexy da morire, corre anche voce che sia decisamente bisessuale.»

Seduta dopo seduta, riuscirà a scalfire quel muro e ad entrare nelle grazie di Nick, sarà capace di farlo sentire meno solo fino a diventarne il suo nuovo punto di riferimento e anche qualcosa di più…

Eh sì ragazze mie poco prima della metà del romanzo tra i due scoccherà la famosa scintilla e la passione prenderà il sopravvento.

Cosa succederà tra Nick e Luka al termine dei tre mesi di riabilitazione?

Con la mente, aveva rivissuto quella scena tutto il pomeriggio. In pratica, aveva detto a Nick, senza dirglielo esplicitamente, che era attratto da lui. E lo era davvero. Maledizione. Ma ciò non significava che avrebbe dovuto dire una cosa del genere. Nick sarebbe rimasto in clinica ancora per qualche settimana, ancora troppo tempo perché entrambi dicessero qualcosa di cui Luka, alla fine, si sarebbe pentito.

Basta con Nick Ventura.

Nick riuscirà a mantenere una relazione senza combinare altre c*****e?

Cari Smeraldi “Il più fortunato” è un romanzo dolce, romantico, sensuale ed a tratti commovente (la storia di Tucker, il cane dei Ventura, mi hai fatto anche scappare una lacrimuccia) due personaggi da scoprire e svelare, due esistenze agli antipodi eppure così affiatati.

Nick inizialmente è odioso, viziato e lagnoso, l’unica cosa che è in grado di fare è sbuffare e piangersi addosso, come nel libro precedente, ci è stato presentato come uno s*****o di dimensioni epiche ma, man mano che le autrici metteranno carne sul fuoco, non si potrà non amare e poi, ovviamente alla fine avrà il proprio riscatto capace di risollevare la trama e la sua posizione.

Era difficile rimanere a galla quando ti investivano le onde.

Non vi nego che vi farà incazzare, d’altro canto per Nick tutto è così nuovo, è sempre stato uno s******e seriale senza sentimenti, uomini o donne indistintamente erano solo un buco da riempire e nulla di più, è arrivato all’età di trent’anni senza mai baciare ne provare sentimenti, questo ovviamente fino alla comparsa di Luka.

Luka è l’eroe della storia, a volte la vittima sacrificale, il Think positive in versione tutto muscoli e autocontrollo, una perla rara dietro quell’aspetto irreprensibile in studio ma che diventa una calda pantera sotto le lenzuola. Lui è il veterano della coppia, Nick il verginello inesperto, sarà in grado di far provare sensazioni ed emozioni mai sperimentate fino a oggi.

Un contrasto sensuale che vi catturerà nella sua tela.

Lo stile del duo O’Shea-Vaughn è fluido, incalzante, con il giusto equilibrio tra dramma e passione, le scene di sesso sono calde ed esplosive, la narrazione in terza persona dona una visione a 360 gradi sui due protagonisti permettendoci di carpirne pensieri, sensazioni e sentimenti, anche se a volte, ho avuto qualche difficoltà nel capire chi dicesse cosa.

Soffrirete con loro e per loro, oltre che per le discutibili decisioni di Nick che creeranno una voragine nel vostro cuore, risanato solo dal più romantico degli epiloghi.

«Sono tuo, Luka Novak. Tuo. Anche se non mi volessi, se non volessi vedermi mai più, il mio cuore apparterrà per sempre a te.»

Luka era sotto shock. Fissava Nick, i suoi grandi occhi blu, dolci e sensibili nell’oscurità. Nick gli si avvicinò, finché la sua fronte non fu contro la propria. Rabbrividì e gli tirò dolcemente i capelli.

«Per favore, di’ che mi vuoi ancora. Ti prego.»

Ho adorato anche i loro figli pelosi, è bello quando, soprattutto nei M/M, nel quale costruire una famiglia sembra un po’ improbabile, scoprire che 1 + 1 è uguale 4 se si ha amore da donare.

«Ho rovinato così tante cose nella mia vita,» sussurrò mentre lo baciava. «A volte sembra che far andare male le cose sia quello che mi riesce meglio. Ma forse tutti quei casini sono accaduti per un motivo. Forse mi hanno portato qui, a questo momento. Con te. Mi sento il ragazzo più fortunato del mondo, adesso.»

Consiglio questo libro?

Certamente con tutto il cuore a tutti coloro che sanno guardare oltre i pregiudizi di genere e che cercano l’amore in qualsiasi forma esso sia.

Buona Lettura

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published.