Il mio universo sei tu di K.A. Tucker

Trama Ivy è una tatuatrice di talento e, dopo anni passati  in continuo movimento, ora finalmente sta cercando un posto dove mettere su casa. Pensa di averlo trovato a San Francisco, ma tutto cambia quando si ritrova a essere testimone di un terribile crimine. Ed ecco che all’improvviso è pronta a fare i bagagli di nuovo, ma un incontro casuale con uno sconosciuto la trattiene in città, dandole un motivo per restare.
Almeno finché Ivy non scopre che il loro incontro non è stato affatto casuale…

Il mio universo sei tu

Recensione a cura di Dalia – Il mio universo sei tu di K.A. Tucker, pubblicato oggi, 4 ottobre 2018, da Newton Compton.

Amo visceralmente K.A. Tucker, ho adorato tutti, ma proprio tutti, i suoi libri. Mi ha catturata con la serie dei Dieci piccoli respiri e poi con la Burying Water si è affermata tra le autrici a cui sarei disposta a dare il mio primogenito, se lo avessi.

Comunque, scherzi a parte, ho aspettato il quarto libro di questa serie per un anno e mezzo. Inizialmente la casa editrice lo aveva dato in uscita nel giugno 2017 poi, da un giorno all’altro, la pubblicazione slittò a data da destinarsi. Oggi finalmente l’attesa è finita e, grazie a Dio, ho potuto leggere quest’ennesima chicca dell’autrice.

Per quante di voi non avessero letto la serie (ma fatelo, ne vale davvero la pena) tengo a precisare che tutti libri sono degli stand alone, anche se alcuni personaggi secondari in un libro li ritroviamo coprotagonisti e protagonisti in quelli successivi. In effetti, avevamo già incontrato Ivy nei libri precedenti. La Tucker, inizialmente, le aveva dato un ruolo un po’ da “stronzetta” ma con un grande potenziale, e quindi chi meglio di lei per concludere questa fortunata serie? Ivy è una tatuatrice, di grande talento. Per anni si è spostata da un luogo all’altro, tanto che nel libro precedente è a Dublino, non ha una meta precisa, si sposta inseguendo solo la sua arte e lo sghiribizzo del momento. Ora, però, sente che anche per lei è venuto il momento di mettere su casa e San Francisco le sembra il posto ideale. È stato in questa città, infatti, che, grazie allo zio Ned, ha capito fin da bambina cosa volesse fare da grande. Però, quando tutto sembra andare per il verso giusto e lei è pronta a fare il grande salto, il suo mentore, lo zio Ned, viene barbaramente ucciso quasi davanti ai suoi occhi. Quella che fino a pochi istanti prima sembrava essere la strada giusta per lei, diventa all’improvviso qualcosa da evitare a tutti i costi. Ancora una volta è pronta a scappare via, per allontanarsi dai ricordi e dal dolore. Ma il destino ha scelto altrimenti. La morte dello zio nasconde un segreto, anzi forse più di uno e, pur non volendo, la nostra Ivy ne rimane invischiata. Ma, come spesso accade alle protagoniste dei nostri amati libri, alla sua porta si presenta Ice o meglio, Sebastian, che cercherà in tutti i modi, di tirarla fuori dai guai. Ma chi è Sebastian? Che ruolo riveste e rivestirà nella vita di Ivy? Ebbene, io ho visto Sebastian come una sorta di cavaliere dall’armatura scintillante pronto a sfidare i draghi per la sua “principessa” anche se dovrebbe imparare a sconfiggere prima i suoi demoni. Il problema, però, è cosa accadrà quando questa donna dall’apparenza rude, forte, sexy e volitiva scoprirà che non tutto ciò che è nero lo è davvero? Come reagirà quando capirà che Ice/Sebastian non è ciò che dice, né ciò che sembra? Il libro è permeato di un sottile erotismo, un po’ di suspense e, tanto, ma proprio tanto romanticismo. Per come la vedo io, ancora una volta la Tucker ha fatto centro, raccontandoci in modo splendido di come due mondi diversi possano intrecciarsi per non lasciarsi andare più.

5 stelle

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.