Heartstopper volume 3 di Alice Oseman

Charlie non avrebbe mai pensato che Nick potesse ricambiare il suo sentimento, ma ora sono ufficialmente fidanzati, e Nick ha anche trovato il coraggio di dirlo a sua madre. Ma ora deve dirlo anche agli altri; e la vita non è sempre semplice, anche se hai accanto qualcuno che ti ama. Heartstopper parla di amicizia, amore, lealtà, salute mentale. Unendo le storie private di Nick e Charlie, finisce per parlarci di qualcosa di più grande, che interessa tutti noi.

Heartstopper volume 3 di Alice Oseman, graphic novel in uscita oggi, 2 marzo, grazie a Mondadori nella collana Oscar Ink.

Se siete alla ricerca di una storia che non ha mai fine Hearstopper è perfetto per voi. Questo non è il mio volume preferito della serie, il secondo resta inarrivabile, ma non posso certo dire che non sia carino e godibile. Anche se ho qualche appunto da fare e deciderò in seguito se voler continuare a leggere di Nick e Charlie.

Nick ha compiuto un passo importante nello scorso volume, finalmente si è sentito pronto per dire a sua madre che è bisessuale e che è innamorato di Charlie. Questo però non significa che sia il momento per far sapere a tutti questa cosa. Nick vorrebbe rendere pubblica la relazione con Charlie, ma lui crede che sia meglio aspettare senza farsi prendere dall’ansia di dover dire agli altri ciò che provano l’uno per l’altro.

Le relazioni non sono mai semplici e non ho mai capito questa frenesia di dover etichettare tutto e di dover far sapere a terze parti cose private.

Nick e Charlie continuano la loro bellissima storia d’amore nascondendosi da occhi indiscreti perché non serve che tutti a scuola siano a conoscenza di cosa provano e questo non perché ci sia da vergognarsi del sentimento che nutrono, ma perché conta solo quanto stiano bene insieme, senza dover dare giustificazioni e spiegazioni.

Nick capisce che la scelta di Charlie non è così sbagliata quando vede la reazione spropositata di suo fratello, un vero idiota che non perde occasione per attaccarlo su qualsiasi cosa, figuriamoci il suo ‘cambiamento di rotta’. Le cose a scuola per fortuna vanno meglio, Charlie non è più vittima dei bulli e gli amici di Nick gli chiedono scusa per come si sono comportati con Charlie non avendo posto un freno alle cattiverie di Harry nei suoi confronti.

Gli amici di Charlie sono sempre fantastici e ci sarà modo di vederli tutti muoversi in un ambiente diverso grazie a una gita a Parigi che farà venire allo scoperto non solo la storia d’amore dei nostri due beniamini, ma anche un sentimento nascente che metterà di fronte due che han fatto della timidezza il loro marchio di fabbrica.

Vi starete chiedendo quindi cosa possa avermi fatto storcere il naso visto che tutto sembra così cute. Non ho particolarmente apprezzato la scelta di far emergere dal nulla un problema di Charlie, non c’erano state avvisaglie nei capitoli precedenti e quindi mi è sembrato un pochino forzato e non so come l’autrice vorrà affrontare l’argomento nei capitoli successivi, so solo che è un problema che non va assolutamente sottovalutato e che coinvolge sia ragazzi che adulti ogni giorno. Altra cosa che mi ha fatto dire ‘era proprio necessario?’ tutti gli insegnanti di Nick e Charlie sono gay, possibile che non esistano coppie eterosessuali che possano lanciare messaggi positivi? Avrei preferito meno generalizzazione, non so se ho spiegato bene il mio punto di vista e spero che questa critica non ferisca nessuno, credo però che se si vuol far passare il concetto di bellezza e purezza non si debba forzare così tanto la mano perché si rischia l’effetto contrario.

Insomma smeraldi se avete voglia di scoprire qualcosa di più su Nick, Charlie e il loro nutrito gruppo di amici dovete assolutamente comprare Heartstopper.

1 stella

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.