Game day di Federica Tronconi

Penso a quante benedette volte ho calpesto quel pavimento: almeno cinque al giorno
escludendo gli extra. Noi giocatori lo consideriamo il grande “contenitore” dove finiscono i
nostri segreti, dove l’ansia spesso ti prende, dove sfoghiamo le frustrazioni e tutto rimane qui,
in disparte, non pubblico.

La sezione sportiva non era certo ciò che si aspettava Stefania. Dopo anni di gavetta desiderava il salto, invece si troverà a seguire il campionato e la squadra della sua città. Oltre alla forte delusione dovrà affrontare Andrea Castaldi… l’uomo dell’anno.
Lui è tutto ciò che lei odia… o forse no.
Si troverà così a dover compiere per l’ennesima volta una scelta tra ciò che vuole e ciò che deve.

Game day di Federica Tronconi, sport romance pubblicato da O.D.E. edizioni il 29 settembre.

Chi lo avrebbe mai detto che Federica si sarebbe cimentata nel romance? Quando ho visto il suo nome spiccare su questa cover è stata una splendida sorpresa e quando mi ha contattata per chiedermi se avessi voglia di leggerlo le ho risposto subito di sì. Ci siamo conosciute grazie ai libri, qualche annetto fa, lei ufficio stampa di una delle mie CE preferite e io piccola blogger che iniziava a proporsi per collaborare con loro, ci siamo trovate subito e mi è spiaciuto tanto quando ha intrapreso un’altra carriera. Sono stata davvero felice di ritrovarla in una nuova veste e, da amante degli sport romance, ho apprezzato il modo in cui ha parlato del basket, si vede che è un argomento che conosce molto bene, e mi sono piaciuti molto entrambi i protagonisti anche se devo ammettere di avere un debole per il bel Castaldi.

Andrea Castaldi è l’uomo di punta della squadra di Firenze, il miglior giocatore del campionato, colui che tutte le squadre più grandi vorrebbero ingaggiare. Dalla sua ha un fascino indiscusso, un fisico invidiabile e nessun problema a dire quello che pensa. Castaldi non ama le luci della ribalta fuori dal campo, vuole spiccare solo per le sue capacità, ma a volte tenere un profilo basso quando hai donne che ti si gettano addosso come le api sul miele è piuttosto difficile. E quando la fama di playboy ti si appiccica addosso scrollarla via risulta parecchio complicato.

Stefania Gorini è una giornalista, ha un passato nel basket, sport a cui ha dato tutto fino all’università, ma quel mondo l’ha delusa e tradita e non vorrebbe averci più niente a che fare. Peccato che qualcuno ai piani alti abbia deciso che debba far parte della redazione sportiva, altro che promozione, questo è un declassamento bello e buono e lei non può credere che le sia capitata una sciagura simile. Come se questo non bastasse il suo primo incarico sarà intervistare proprio Castaldi. Stefania si presenta da lui sul piede di guerra e Andrea le serve su un piatto d’argento l’intervista peggiore che potesse avere, si atteggia in modo arrogante e presuntuoso, le mostra quello che lei vuole vedere. Ma Castaldi non ha certo finito di irritarla, nossignore, lui sa che armi usare per farla arrabbiare e ci mette tutto se stesso per raggiungere lo scopo.

Andrea e Stefania continueranno a ronzarsi intorno, inevitabile quando si lavora nello stesso ambiente, lei si tira indietro, lui continua la sua avanzata, lei attacca e lui reagisce, una guerra senza esclusione di colpi che li porterà a scoprire cose dell’altro che non avrebbero nemmeno immaginato.

Castaldi è spiazzato da questa ragazza che non si getta ai suoi piedi, è attratto dalla sua semplicità e dal suo sguardo che nasconde qualcosa. Lui ha sempre saputo come conquistare una donna, ma con lei si sente in difficoltà, è titubante, teme di commettere qualche errore che potrebbe farla fuggire. Stefania cerca di tenerlo a debita distanza, la sola presenza di Andrea la innervosisce, è attratta da lui, dal suo fascino, dal suo magnetismo, lui la confonde e non può più negare di avere voglia di dargli una possibilità di farla ricredere. Riuscirà Stefania a lasciarsi andare e a fidarsi di Andrea?

Sono molto felice di aver letto questo bel sport romance a cui non manca nulla e che vi terrà incollate al kindle per sapere se il bell’Andrea riuscirà a conquistare la regina di ghiaccio Stefania. Io dopo poche pagine ero già irrimediabilmente sua, impossibile resistergli a lungo. Come ogni buon romance che si rispetti ci sarà da penare, ma chi ama i libri dove tutto è rose e fiori? La sottoscritta no di sicuro, per me solo palate di sofferenza please. Quindi smeraldi datemi retta se amate il genere, se avete voglia di evadere dalla quotidianità qualche oretta, se amate gli atleti che fanno girare la testa dovete dare una possibilità a Game day di Federica Tronconi.

4 stelle

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.