Enola Holmes. Il caso del bouquet misterioso di Nancy Spinger

Fiori bianchi, fiori rossi: un bouquet di indizi e di inganni recapitato senza mittente segna l’inizio di un nuovo mistero… niente paura, sta per arrivare Enola Holmes.

Quando il dottor Watson svanisce senza lasciare alcuna traccia, Enola Holmes, che ancora si nasconde dai fratelli, crede che sia una messinscena orchestrata da Sherlock e Mycroft per farla uscire allo scoperto. Enola sa che pur di ritrovarla, rinchiuderla in collegio e non averla più tra i piedi, Sherlock saprebbe usare perfino il proprio migliore amico come esca. Per questo Enola è più determinata che mai a non farsi coinvolgere. Almeno fino a quando in casa Watson non viene recapitato un bouquet composto unicamente da fiori che simboleggiano… la morte. Fiori bianchi, fiori rossi. Il mittente è anonimo, il messaggio è chiaro. Il dottor John Watson è in pericolo. E forse è già troppo tardi… Questa volta non c’è spazio per i litigi dei fratelli Holmes: se vogliono salvare il braccio destro di Sherlock, devono trovare il modo di collaborare e dar retta all’investigatrice più furba della famiglia. Tra nuove identità e messaggi in codice, continuano le avventure di Enola, un’eroina intelligente e caparbia, capace di farla sotto il naso dello stesso Sherlock Holmes.

Enola Holmes. Il caso del bouquet misterioso di Nancy Spinger, terzo volume della serie di gialli per ragazzi Enola Holmes, pubblicato il 10 novembre da DeA.

Ormai sono una fan di Enola, questa ragazzina che da sola riesce a risolvere casi sempre più intricati e, in mezzo a tutto questo, riesce pure a non farsi trovare dai suoi fratelloni pur vivendo nella stessa città. Enola voto 10 in astuzia, furbizia e intelligenza. Sherlock sarà anche il fratello famoso e acclamato, ma lei, senza bisogno che si sappia chi sta dietro alle indagini, gli bagna il naso alla grande. La dimostrazione arriva da questo terzo romanzo, sapete chi è sparito senza lasciare traccia? Il dottor John Watson.

Appena Enola apprende la notizia cerca di capire quale sia il modo migliore per intrufolarsi nelle indagini senza farsi scoprire da Sherlock e, grazie a un travestimento a prova di bomba, si avvicina pericolosamente al fratello senza destare alcun sospetto. E pensare che Sherlock e Mycroft continuano a cercarla, chissà che stiano cambiando idea sul suo conto e si stiano rendendo conto che sa cavarsela benissimo da sola e lo sta facendo alla grande.

Enola inizia a fare la conta di tutte le cose che Sherlock sa di lei e i tanti modi in cui potrebbe riuscire a scoprire dove si sta nascondendo. Prima di tutto occorre un nuovo travestimento e un nome che non sia riconducibile a lei. La Signorina Eternois si reca a casa del dottor Watson e lì vede un mazzo di fiori che richiama la sua attenzione. Proprio mentre sta interrogando la signora Watson circa quel bizzarro bouquet fa il suo ingresso sulla scena Sherlock Holmes. Enola viene congedata, ma si apposta sotto la finestra per sentire le novità sul caso e cercare qualche indizio che le possa essere d’aiuto.

Grazie alla sua grande astuzia riuscirà a ricavare delle informazioni fondamentali che la porteranno a indagare nella giusta direzione e scoprire cose sconcertanti. Dietro al rapimento potrebbe celarsi una vendetta ai danni di Watson, una vendetta che potrebbe avere un tragico epilogo. Per fortuna c’è Enola pronta a tutto per salvare il dottore e per aiutare i fratelli a porre fine a questa follia.

Nancy Springer non si è risparmiata in questa nuova avventura e ha messo Enola al centro dell’azione in ogni pagina, vero è che continua a nascondersi dai fratelli e che deve stare molto attenta ai messaggi in codice che vengono pubblicati sui giornali, ma dalla sua ha un angelo custode piuttosto sui generis. La madre torna a farsi sentire per metterla in guardia dagli inganni orditi dai fratelli che non vedono l’ora di farla diventare una signorina per bene pronta per essere maritata. No no questo non è il destino che la madre vuole per lei e farà di tutto per tenerla al sicuro.

Dal canto suo Sherlock dovrà ricredersi perché se non fosse per Enola non verrebbe mai a capo del caso e non riuscirebbe a liberare il dottor Watson dal luogo in cui è stato rinchiuso con l’inganno. Ce la farà Sherlock a dare credito alla sorellina e a rendersi conto di quanto è intelligente e pronta per affiancarlo? Chissà, forse lo scopriremo nella prossima puntata, per adesso dovrete accontentarvi di scoprire come riuscirà a venire a capo di questo mistero.

4 stelle

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.