Dream Again di Mona Kasten

Jude Livingston ha perso tutto: i risparmi, la dignità e il sogno di diventare un’attrice di successo. Devastata, lascia Los Angeles e si trasferisce dal fratello a Woodshill, in Oregon, dove si trova a convivere suo malgrado anche con Blake Andrews, il suo primo, grande amore. Un tempo, Jude e Blake erano una coppia affiatata, ma la distanza e le scelte di vita differenti – Blake si avviava a diventare un campione di basket, Jude desiderava conquistare Hollywood – li avevano portati ad allontanarsi e a scegliere di mettere fine alla loro storia. Ora che sono costretti a una vicinanza forzata, Jude si rende conto che Blake sembra molto diverso dal giovane spensierato che lei conosceva e ha tutta l’aria di essere un uomo che ha sofferto molto. Eppure, l’aspirante attrice ne è ancora attratta come non mai. Riuscirà a convincere Blake a rimettere in gioco il suo cuore e a darle una seconda occasione?

Dream Again di Mona Kasten, quinto volume della serie new adult Again, in uscita oggi, 29 settembre, sempre con Sperling & Kupfer.

Devo subito confessare che, per quanto mi sia piaciuto, non ha raggiunto i miei preferiti attestandosi a una valutazione complessiva di quattro stelle. Questo potrebbe essere imputabile a me, non ho alcun dubbio, è un periodo sovraccarico e il mio entusiasmo per la lettura non è ai massimi livelli. Ma oltre a essere una passione è un impegno e mi sto sforzando di stare al passo, certa che a breve riprenderò il ritmo giusto senza sforzo. Dopo questa premessa, di cui forse poco vi importava, torniamo a noi e alla Kasten, autrice che ammiro perché è in grado di intrattenermi introducendo tematiche che portano a riflettere anche una fruitrice di romance come me. Dream Again ha due protagonisti che, con pregi e difetti, sanno catturare l’attenzione del lettore e ho apprezzato la scelta di non svelare subito le loro carte e di rendere questo riavvicinamento molto tribolato. Il tutto e subito qui non esiste perché Jude e Blake si conoscono molto bene e hanno un passato che non può essere cancellato con un colpo di spugna.

Jude aveva tutto e non ha più niente. Aveva l’amore della sua vita e lo ha gettato al vento per inseguire una carriera che sembrava alla sua portata ed è finita in nulla. Il suo sogno era diventare un’attrice e sembrava in grado di conquistare Hollywood ma purtroppo si è dovuta ricredere. Il mondo dorato che anelava fin da ragazzina sotto la superficie scintillante era pieno di insidie e brutti incontri. Jude è rimasta al verde e ha deciso di bussare alla porta di suo fratello Ezra per chiedere aiuto senza ricorrere ai suoi genitori che non vuole vengano a conoscenza del suo fallimento. Jude ha puntato tutto sulla recitazione, non ha una laurea, non sa fare nient’altro e non sa come farà a rimettersi in piedi dopo quello che le è successo, la cosa certa è che non rimetterà mai piede ad Hollywood.

Blake sta attraversando un periodo difficile a causa di un infortunio che lo tiene lontano dal campo di basket e di certo non migliora quando apre la porta di casa e si trova davanti Jude, la ragazza che gli ha spezzato il cuore e che ha faticato non poco a dimenticare. Blake non la vuole in casa sua, non vuole condividere gli spazi con lei, non vuole vederla gravitare intorno alle sue amicizie perché la sua presenza gli ricorda costantemente cos’erano e cosa non potranno mai più essere.

Jude sa di aver sbagliato lasciandolo andare, ma all’epoca le sembrava la cosa migliore da fare perché le carriere di entrambi erano troppo importanti per rischiare che uno dei due mollasse tutto per seguire l’altro. Dovevano concedersi di inseguire i propri sogni senza limitazioni di nessun genere. Questo è stato l’errore di valutazione di Jude che ha ferito Blake e lo ha cambiato. Pare non esserci più traccia del ragazzo spensierato con cui è cresciuta, ma lei è certa che si nasconda ancora da qualche parte dentro di lui e che debba solo riemergere.

Woodshill le sembra il luogo giusto per rimettere la propria vita in carreggiata, accantonando la recitazione per sempre e accontentandosi dei lavori che riesce a trovare per mettere da parte qualche soldo e lasciare casa di Ezra e Blake al più presto.

L’inizio non è dei migliori, ma le cose sono destinate a migliorare specie quando entreranno a far parte della sua vita delle persone che abbiamo già avuto il piacere di conoscere nei precedenti capitoli e quando Jude si renderà conto che il suo rapporto con Blake ha ancora una piccola possibilità di tornare a essere civile. Prima di essere una coppia erano amici e potrebbero tornare a esserlo se solo lo volessero, certo hanno un paio di cose da chiarire e la sincerità in questi casi è alla base di tutto. Riusciranno Blake e Jude ad aprirsi completamente raccontandosi tutto ciò che è necessario dire? Blake saprà perdonare a Jude la scelta di lasciarlo andare? Jude avrà il coraggio di confessare il motivo per cui è fuggita da Hollywood?

È stato più facile mettermi nei panni di Blake che in quelli di Jude, sarà che normalmente sono le donne a essere ferite, sono loro che soffrono e non sanno darsi una spiegazione logica, ma Blake è senza alcun dubbio il personaggio a me più affine. Ho capito la sua riluttanza, ho compreso i suoi sbalzi d’umore e il suo essere scostante e distaccato. Tutte noi avremmo reagito così, se non peggio, alla ricomparsa nella nostra vita del nostro primo grande amore. Jude è un enigma, è la parte forte della coppia, colei che mette cuore e ragione e li manda avanti di pari passo senza far mai prevalere l’uno sull’altro. Jude è impulsiva e pragmatica al tempo stesso, non è semplice starle al passo, ci sono momenti in cui è alle stelle e altri in cui si sente sotto un treno. Certo se imparasse a essere più sincera con se stessa e con gli altri tutto andrebbe meglio e riceverebbe l’aiuto di cui ha bisogno. Ovviamente non andrò oltre perché tutto ciò che c’è sotto dovete scoprirlo da sole leggendo Dream Again, sono certa che non ve ne pentirete e spererete che questa non sia la conclusione della serie che ci ha appassionato per cinque capitoli.

«Essere adulti è uno schifo.» Un altro brontolio di conferma. «Vuoi che ti sveli un segreto?» «Cosa?» «Credo che ti semplificheresti moltissimo la vita se smettessi di cercare di essere a tutti i costi qualcuno che non sei.»

4 stelle

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Chicca Palmentieri ha detto:

    di questa serie sono ferma al primo volume che mi era piaciuto molto. mi riprometto di recuperare gli altri ma il tempo manca!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.