Questa volta leggo #2 – Con te non ho paura di Jenny Anastan

Buongiorno smeraldi, secondo appuntamento della rubrica Questa volta leggo ideata da Chiara – La lettrice sulle nuvole, Dolci – Le mie ossessioni librose e Laura – La libridinosa.

Il primo mese è stato stupendo, mi ha permesso di adocchiare libri a me sconosciuti e di sapere quante delle blogger coinvolte avessero i miei stessi gusti in fatto di lettura. Laura scusa se anche questo mese mi butto sul romance, ma è la mia droga, non riesco a resistere…forse verrà il giorno in cui mi dedicherò a letture più impegnative, ma non è questo.

Il tema del mese era: Questa volta leggo…un libro che non sono riuscita a leggere nel 2017. La mia lista era infinita così mi sono lasciata guidare dall’istinto e dalla voglia di conoscere meglio un’autrice che ho imparato ad apprezzare attraverso i nostri scambi via social per due grandissime passioni che abbiamo in comune (il Milan e Susan Elizabeth Phillips): Jenny Anastan.

con te non ho paura

Cosa esiste di più logorante della fiducia infranta?

Il futuro incerto e il cuore in mille pezzi, Callie non crede più a nessuno, tanto meno alla famiglia che nel momento del bisogno l’ha abbandonata a se stessa. Soprattutto, non ha più alcuna speranza in quello che è stato e continua a essere, suo malgrado, un pensiero costante e quotidiano: Nicolas Allister. Di una bellezza mozzafiato, carismatico imprenditore di successo, l’uomo dei suoi sogni adolescenziali è la mano che dona e quella che priva. E a lei sembra voler togliere ogni cosa, perfino la libertà di ricostruirsi un futuro lontano dal passato e dalla maledetta notte che ha sconvolto la sua esistenza.
Eppure… Eppure Nicolas non è così autoritario come sembra e il suo dispotismo appare più un’arma di difesa contro la paura. Già, ma paura di cosa?
A pochi passi dall’abbandonare tutto, i pensieri si fanno per un attimo più lucidi, e sarà proprio in quel momento che Callie e Nicolas capiranno che la realtà, a volte, è più semplice di una vita tutta da rifare.

con te non ho paura

Recensione di Esmeralda – A settembre avevo acquistato il cartaceo di Con te non ho paura di Jenny Anastan, lui era lì che mi osservava dalla libreria e mi attraeva grazie alla sua splendida cover e ho capito che questo era il momento giusto per iniziarlo.

L’ho divorato, non riuscivo a posarlo, volevo sapere cosa si nascondeva dietro al mistero della notte che ha cambiato la vita di Callie e quale fosse il motivo per cui Nicolas avesse tanta paura, cosa celasse il suo passato di così doloroso da non credere nel futuro con la donna perfetta per lui.

Callie è una protagonista in cui mi sono ritrovata al 100% e chiunque mi conosca bene sa quanto per me conti sentirmi in sintonia con la parte femminile della storia. Il protagonista maschile conta, sia chiaro, deve coinvolgermi, essere in grado di intrigarmi, ma io devo AMARE il carattere della protagonista. E Callie l’ho amata follemente. Lei è tosta, intelligente, assennata, una donna a tutti gli effetti nonostante i suoi soli ventun anni. Una ragazza che è stata allontanata dalla sua famiglia per un fatto che non ha commesso, una ragazza che è passata, nell’arco di una notte, dall’essere vista da tutti come la principessina della Manhattan che conta alla bimbetta viziata che si sballa per divertirsi, una ragazza che ha cambiato la propria vita da ricca snob, decidendo di andare a conoscere il mondo vero, quello in cui nulla ti è regalato e il tuo nome altolocato non conta nulla.

Io ammiro quella ragazza e non ho potuto fare altro che tifare per lei dall’inizio alla fine, quando fatica a non crollare al ritorno a NY senza la sua famiglia ad accoglierla, quando decide che lei può fare a meno di loro e preferisce trasferirsi a Brooklyn con la sua migliore amica Amanda invece di tornare a vivere nell’agio, quando cerca di convincere se stessa, in ogni modo possibile, che il suo cuore non batte più in maniera furiosa per l’uomo che da sempre è al centro del suo universo, l’unico che non dovrebbe nemmeno essere nei suoi pensieri, Nicolas Alister, il fidanzato della sua algida e frivola sorella maggiore Grace.

Un amore adolescenziale che non ha abbandonato Callie nemmeno raggiunta la maggiore età, un amore puro fatto di chiacchiere e poco altro, ma alimentato dai sogni. Un amore infranto nella notte che ha spazzato via ogni certezza di Callie. Vedere gli occhi di Nicolas così freddi e intransigenti nei suoi confronti, non avere più alcun contatto con lui e gli amati genitori per cui era la figlia perfetta, sentirsi abbandonata a se stessa in una clinica in cui nessuno sembra credere alla sua parola. Come si può riemergere da tutto questo? Come si può tornare alla vita di prima e avere la voglia di riabbracciare le persone che ti hanno voltato le spalle? Difficile, quasi impossibile direte voi, ed è quello che si impone Callie, ma il suo cuore è di tutt’altro avviso, il suo cuore ama, il suo cuore spera di tornare integro e di poter riabbracciare il suo amato padre e l’uomo che non riesce proprio a scacciare dalle sue fantasie.

Il ritorno a NY è traumatico, Nicolas si comporta nel modo peggiore possibile e della sua famiglia non vi è nemmeno l’ombra, ma quello che Callie non sa è che il suo ritorno improvviso, dopo quasi quattro anni di silenzio, risveglia in Nicolas la voglia di averla accanto, di respirare la sua stessa aria, di saperla al sicuro, anche se è ben consapevole di non esserle stato accanto nel momento in cui ne aveva più bisogno.

Nicolas è un uomo estremamente complesso che, lo dico senza tanti giri di parole, avrei voluto prendere spesso e volentieri a sberle. Egocentrico, contenuto, distaccato, questi sono i lati che mostra al mondo, la sua facciata sempre composta, difficile da scalfire e che nasconde un mondo interiore con cui sarebbe difficile per chiunque venire a patti. Io l’ho detestato, mi ha fatta infuriare, mi ha fatta sospirare, ho sofferto per lui e con lui, mi ha smosso qualcosa difficile da spiegare a parole perché lui è tutto e il contrario di tutto, le sue azioni spesso sembrano non avere senso e sarà come sempre Callie a subirne le conseguenza e a trovarsi spiazzata ben più di una volta.

Callie e Nicolas sono il cuore pulsante di Con te non ho paura, la forza della giovane Callie, l’amore incondizionato per Nicolas, la sua voglia di liberarlo dalle catene in cui lui stesso si è imbrigliato saranno il motore di tutto.

Ho aspettato tanto per leggere questa storia, ho aspettato troppo per conoscere il modo di scrivere di Jenny Anastan, errore madornale il mio. Lo stile di Jenny è maturo, coinvolgente, mai appesantito da eccessive descrizioni, i dialoghi sono ben studiati e calibrati, le caratterizzazioni dei protagonisti, e non solo, sono studiate nei minimi particolari, nulla è lasciato al caso e già in questo primo volume si vede che nella sua testa è ben delineato l’evolversi dell’intera serie. Promossa a pieni voti, senza alcun ripensamento, se non avete ancora letto nulla di suo vi consiglio di rimediare al più presto.

bellissimo

Potrebbero interessarti anche...

43 Risposte

  1. Laura ha detto:

    Non è proprio il mio genere, ma devo farti i complimenti per la recensione. Hai reso proprio l’idea della storia.

  2. Jenny ha detto:

    Grazie mille di cuore per questa recensione bellissima <3

  3. Susy Tomasiello ha detto:

    Questo libro ce l’ho in lista anch’io e non vedo l’ora di leggerlo soprattutto dopo le tue parole.
    p.s. anche per me i romance sono come una droga quindi ti faccio volenteri compagnia 🙂

    • esmeralda ha detto:

      Susy devi assolutamente leggerlo, ho ordinato anche il secondo volume della serie e non vedo l’ora di averlo tra le mani 😉

  4. Manuela ha detto:

    Il romance è anche la mia droga… infatti grazie alla tua recensione mi sono segnata il titolo. Questa rubrica sta piacendo tanto anche a me.

  5. Stefania Crepaldi ha detto:

    Molto molto interessante!
    Io ho una rubrica di scrittori e scrittrici emergenti che meritano una video recensione.
    Sonia, mi consigli questo o un altro romanzo dell’autrice quindi?
    Ho visto che ha un buon numero di recensioni su Amazon!

    • esmeralda ha detto:

      Jenny Anastan è amatissima e il motivo è evidente leggendo questo libro. Appena possibile leggerò il secondo volume della serie, certa che non mi deluderà e il primo maggio attendo con ansia il suo primo sport romance (genere che io adoro) dal titolo King. Jenny ha una bella fetta di pubblico affezionato ed è una delle self che vende di più.

  6. Dolci Carloni ha detto:

    Ho letto un paio di suoi libri e li ho davvero molto apprezzati, questo mi manca e devo recuperare.

  7. CHIARA ROPOLO ha detto:

    Ciao, ho letto altri due libri di questa autrice e mi piace il suo stile. Riguardo a Laura ti consiglio di fuggire, pure in fretta. Sul romance può soprassedere ma se dici che ami il Milan… È stato un piacere conoscerti

    • esmeralda ha detto:

      ahahahah allora comincio a correre, grazie per la dritta Chiara. Purtroppo al cuor non si comanda e il mio è irrimediabilmente rossonero, è stato bello conoscervi 😉

  8. lisse ha detto:

    Bella recensione, completa e articolata.

  9. Eliza ha detto:

    Ehm…. no, non ce la posso fare a leggerlo. Ma una curiosità, non per far polemica ma per capire: non vi sembra sempre la stessa storia in questi libri?

    • esmeralda ha detto:

      Eliza, sarò sincera, certe volte mi sembra di leggere storie simili per questo di alcune autrici leggo un libro e poi le “abbandono” perché non mi lasciano alcun ricordo, ma quando trovo un’autrice di romance che ha uno stile che mi coinvolge e mi emoziona difficilmente la lascio andare. Hai mai provato a leggere Susan Elizabeth Phillips? 15 libri pubblicati in Italia (ma in America sono molti di più visto che si avvicina ai 70anni) e ZERO ripetizioni, storie sempre differenti ma con il suo stile unico e inimitabile. Non ti dico di provarla perché non voglio il tuo male, ma se un giorno ti venisse la voglia sappimi dire cosa ne pensi.

  10. Laura ha detto:

    Di base mi domanderò sempre di quale droga vi facciate per decidere di leggere roba del genere! Tralascio storia, personaggi e parere tuo, ma ci tengo a dirti che la copertina che tanto ti ha attirata sembra una merdina di puffo! E non dico altro, perché potrei diventare davvero antipatica!

  11. Azzurra ha detto:

    Il self è un mondo che non conosco, ammetto di avere dei pregiudizi a riguardo…

  12. R. ha detto:

    Ciao Susy, peccato che a me non piacciano i romance altrimenti con la tua recensione mi avresti convinta!

  13. Cristina ha detto:

    Perdonami ma non ce la faccio XD Solo la copertina mi urta il sistema nervoso. Poi il genere. No, non fa proprio per me!

  14. Grazia ha detto:

    Non conoscevo il libro, purtroppo questi sono libri che non mi attirano molto xD

  15. Chicca Palmentieri ha detto:

    non ho mai letto questa autrice lo confesso, ma più di una volta mi sono ritrovata a leggere recensioni positive dei suoi romanzi.
    io sono una che legge un discreto numero di self, ed alcuni di loro sono stai una piacevolissima scoperta (conosci tania paxia?)
    mi sa che devo rimediare con jenny vero? 😀

  16. Bacci ha detto:

    E niente, con i romance io non vado proprio d’accordo. La tua recensione però è ben articolata.
    Alla prossima,
    Bacci

  17. lea ha detto:

    Ciao, mi spiace, ma queste storie sono troppo lontane dalla mia realtà e non riesco proprio a pensare di leggerne una.
    Un saluto da Lea

  18. Erica Libri al caffè ha detto:

    Ciao! anche io, ultimamente , leggo più romance che altro e questo mi sembra molto intrigante.

  19. Cristina Benedetti ha detto:

    Purtroppo i Romance mi attirano pochissimo, faccio davvero fatica. Questo sembra carino ma non riesco mi sembra di leggere sempre le stesse dinamiche. Mah!

  20. Ely ha detto:

    Devo metterlo in lista subito allora!

  21. Ely ha detto:

    Devo metterlo in lista subito allora! ❤️

  22. meravigliosa recensione! un libro che metterò di certo in lista!

  23. daydream ha detto:

    Non ho mai letto questa autrice, ci faccio un pensiero anche se la trama magari non mi convince al 100%!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.