Come il sole di Miriam Tocci

Trama

Si può rinascere dalle ceneri della propria vita?

Giulia vuole credere in se stessa. È difficile però, quando tutto va storto. Nel giorno del suo trentesimo compleanno, scopre di essere stata tradita dal fidanzato e perde l’incarico nella casa editrice dove lavora. La vita sembra crollarle addosso, ma Giulia fa tabula rasa: con il sorriso sulle labbra e il cuore a pezzi, accetta un nuovo impiego in un campeggio sul lago Trasimeno, decisa a rinascere.

Marco, agente dei NOCS rimasto vittima di un infortunio durante un’operazione di commando, ha invece perso ogni speranza. È tormentato da incubi e da un lacerante senso di colpa per la morte di un compagno e amico, e vive all’ombra di se stesso, con l’unica prospettiva di mantenere fede a una promessa. L’incontro casuale e brillante con Giulia riesce a portare luce nella tempesta di Marco e l’attrazione si rivela subito intensa per entrambi.

Sulle sponde del Trasimeno illuminato dalla primavera, Giulia sente che solo grazie all’amore è realmente approdata a una vita nuova, finché un pericolo non si affaccia inaspettato, rompendo ancora ogni equilibrio.

Come il sole di Miriam Tocci, un romance contemporaneo autoconclusivo, pubblicato da Amazon Publishing oggi 3 settembre.

Quando mi è stato proposto di recensire il nuovo libro di Miriam Tocci ho accettato immediatamente senza alcuna esitazione, felice di poter leggere nuovamente qualcosa scritto da questa bravissima autrice che, anni fa, mi aveva fatto innamorare dei protagonisti della “Serie Ovale”. Storie che, ancora oggi, rileggo con grande piacere e nostalgia.

Ma adesso è giunto il momento di conoscere Giulia e Marco.

“I segnali di una giornata storta non sono poi così difficili da riconoscere. Non sono soltanto apparenza ma veri e propri avvertimenti da non prendere alla leggera.”

Nonostante le sue molte insicurezze, Giulia si considera una ragazza fortunata: svolge un lavoro che le piace e, a breve, si sposerà con Edoardo, l’uomo che ama. Ma nel giorno del suo trentesimo compleanno comprende cosa significa “avere una giornata storta”. La casa editrice di libri per ragazzi per cui lavora, inaspettatamente, la licenzia e, al suo ritorno a casa, scopre che Edoardo la tradisce con una collega del suo studio legale. Questo si rivela un duro colpo per lei che, a trent’anni, si ritrova senza più alcuna certezza, a rimboccarsi le maniche e ricominciare da zero. Umiliata e con il cuore a pezzi, raggiunge suo fratello Alessandro a Fregene con le valige e i suoi due gatti per allontanarsi da tutto e tutti.

Ma Giulia è decisa più che mai a dare un taglio alla sua vecchia vita e accetta un lavoro presso la “Locanda blu”, un campeggio con annessa locanda sulle sponde del lago Trasimeno. Ed è qui che incontra Marco, un agente dei NOCS costretto a prendersi un periodo di aspettativa a causa delle ferite riportate nell’ultima operazione di commando. Operazione a cui è costata la vita al suo amico e compagno di squadra, Christian. Quanto accaduto lo ha cambiato profondamente, ha perso la voglia di vivere ed è pronto a rinunciare a tutto ciò in cui ha sempre creduto. Marco è divorato dai sensi di colpa e dai rimorsi, ma adesso il suo unico obiettivo è tener fede alla promessa fatta al suo amico. Anche se la sua permanenza alla locanda lo porterà a soffrire ancor di più a causa dei ricordi e della nostalgia che quel luogo evoca.

Ma l’incontro con Giulia cambierà ogni cosa.

Tra dubbi, paure e una passione inaspettata, Marco e Giulia troveranno la forza e il coraggio per lasciare andare il passato e affrontare ciò che minaccia il loro amore.

Come il sole è una storia dolce, romantica e con qualche nota amara e dura che la rende più intensa e coinvolgente, infatti pagina dopo pagina vi ritroverete a sospirare, a sognare ad occhi aperti e ad emozionarvi. Storia che si è rivelata di una semplicità e scorrevolezza inaspettate, l’ho adorata anche per il suo epilogo. Ma in questo romanzo non troverete solo romanticismo e passione. L’autrice apre una finestra sul mondo dei NOCS, un corpo speciale della polizia, sulle difficoltà e scelte che affrontano ogni giorno e che inevitabilmente coinvolgono anche le persone care accanto a loro. Infatti penso che sia una scelta di vita coraggiosa, per tanti motivi. Il lavoro svolto dal protagonista non è solo l’unico aspetto della storia su cui l’autrice si sofferma, tratta anche un tema purtroppo ancora molto attuale che coinvolge noi donne. Lascerò a voi scoprire di cosa si tratta. Ma la bravura della Tocci non sta solo nell’affrontare argomenti delicati senza rendere l’intera storia pesante, ma anche nelle sempre più accurate descrizioni dei luoghi in cui è ambientata e la capacità di creare personaggi ben delineati e con personalità. Tutto questo ha reso l’intero romanzo più vivido e reale nella mia mente tanto da sembrare di farne parte.

Cosa dire dei protagonisti?

Giulia è una ragazza dolce, premurosa e determinata, con una grande capacità di entrare in sintonia con chi la circonda. Sempre disponibile a confortare e a donare un sorriso a chi ne ha bisogno. Ma la grande fiducia che ripone sempre negli altri non le ha permesso di notare ciò che accadeva sotto il suo naso. Il tradimento del suo ragazzo, nonché futuro marito, le ha fatto comprendere che la loro relazione non era poi così perfetta e idilliaca come pensava. E, anche se è una persona molto insicura, non ha esitato un attimo dall’allontanarsi dalla sua vecchia vita, da tutto ciò che l’ha fatta soffrire e trovare la serenità altrove. Ciò che non si aspettava però era di conoscere una persona come Marco.

Dopo quanto accadutogli nell’ultima missione Marco non è più lo stesso di prima. Adesso è un uomo pieno di rabbia, frustrazione e dolore, tormentato dagli incubi e dai propri demoni che ogni giorno non smettono di ricordargli ciò che purtroppo è accaduto e chi ha perduto per sempre. Ma pian piano l’allegria e la spontaneità di Giulia fanno breccia nel suo cuore. Restio a credere di poter essere nuovamente felice. Accanto a lei riscopre la bellezza di una vita normale, comune, senza armi, missioni e sensi di colpa. La curiosità iniziale che hanno provato l’uno nei confronti dell’altra ben presto si trasformerà in un rapporto fatto di complicità e fiducia, fino a sbocciare in una passione travolgente.

Un particolare che mi ha molto incuriosita della protagonista è la sua abitudine nel lasciare ovunque post-it su cui sono riportati i propri pensieri o citazioni tratte dai libri. È una cosa che ho trovato molto carina e che ho anche imitato, al momento il mio quaderno delle recensioni è pieno di post-it colorati con i pensieri scritti da Giulia. Pensieri in cui mi sono rispecchiata in diversi momenti della lettura.

“A volte sembra che la vita si diverta ad accanirsi contro di noi. Ma per dimostrarci cosa: i nostri limiti o le nostre potenzialità?” Un pensiero profondo, che induceva a ragionare sul senso delle prove a cui ci sottopone l’esistenza: ci sembrano ingiuste ma, nel superarle, scopriamo cose di noi stessi che mai avremmo creduto.

Insomma care lettrici, con questa recensione spero di esser riuscita a incuriosirvi almeno un po’ ed a convincervi a dare una possibilità a questa nuova e bellissima storia di Miriam Tocci.

5 stelle

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.