Bryce di Nana Malone

Soldi, potere, prestigio e… fallimento. Bryce Coulter è… il Giocatore.

In procinto di essere all’altezza della sua eredità sportiva come tennista di fama mondiale, Bryce Coulter perde tutto il suo prestigio a causa di un infortunio. Ora che il suo futuro professionale è in pericolo, l’ultima cosa di cui ha bisogno è una partner di allenamento dalla lingua tagliente e dai colpi micidiali… o forse invece è proprio tutto ciò di cui ha bisogno.

Tami Ivey ha già abbastanza problemi con il suo lavoro e non ha bisogno di portarseli anche a casa. Per lei, giocare a tennis è l’unico modo per riconnettersi con la ragazza che è stata in passato. Quindi, il giorno in cui Bryce Coulter si presenta sul suo campo da tennis, lei decide di fare ciò che le riesce meglio: far scappare i ragazzi. Solo che Bryce non scappa. E forse lei non vuole che lui lo faccia…

Bryce di Nana Malone, primo volume della serie sport romance Il giocatore, pubblicato da Hope edizioni il 30 novembre.

Quando leggo sport romance non so resistere, sono sommersa di letture in questo periodo, ma appena è arrivata la mail che conteneva questa news mi son detta ‘ma sì dai si legge velocemente, hai bisogno di leggerlo’ poi Lorella mi ha dato il via libera e così ho richiesto la copia staffetta e sono felice di aver passato qualche ora del mio tempo in compagnia di Bruce e Tami.

Credevo di trovarmi di fronte a una delle dinamiche che più amo l’hate to love, ma mi sbagliavo perché Bryce è un cioccolatino, non esattamente il mio genere preferito di protagonista, ma la caratterizzazione che ha pensato per lui la Malone è riuscita comunque a conquistarmi. Bryce ha visto la sua vita andare in frantumi in un attimo, era un astro nascente del tennis e un infortunio grave lo ha messo fuori gioco per parecchio tempo, forse non potrà mai più tornare ai livelli di prima.

L’astro nascente della famiglia Coulter liquidato in un istante. Poetico e doloroso.

Bryce viene da una famiglia molto facoltosa in cui ognuno deve sempre dare il 110 per cento, senza risparmiarsi, sono molto uniti ma avere il fiato sul collo e dover dimostrarsi all’altezza non è facile per nessuno. La depressione è dietro l’angolo, non riesce a scendere a patti col suo fallimento è l’ombra di se stesso, quasi irriconoscibile. Che fine ha fatto il playboy sempre pronto a far festa e a divertirsi? Caduto in un buco nero da cui non ha la forza di risalire.

Tami Ivey non ha avuto una vita facile, ha perso i genitori, fa un lavoro che detesta e ha un’unica valvola di sfogo: il tennis. Ha sprecato la sua chance di farne una professione da ragazza quando ha dovuto prendersi cura della madre malata, ma non rimpiange nemmeno un secondo passato accanto alla donna che l’ha messa al mondo.

Bryce e Tami si incontrano per caso. Tami sta colpendo con tutta la sua frustrazione una pallina su un campo da tennis abbandonato e Bryce sta fuggendo dalla sua famiglia per ritagliarsi qualche attimo solo di autocommiserazione. Bryce rimane incantato da lei e affascinato dal suo gioco. Ci vede del potenziale non sfruttato, ma Tami non ha nessuna intenzione di farsi abbindolare da un bel faccino, ha già avuto la sua dose di delusione con gli uomini e non vuole replicare per nessun motivo al mondo. Meglio sola che ricoperta di false promesse.

Bryce vuole rincontrarla e crede che l’unico modo sia aspettarla al campo, proprio qui Tami lo salva da un’aggressione colpendo al collo il malvivente con la sua amata, e molto logora, racchetta da tennis. Bryce per ringraziarla le chiede di poter sostituire la sua racchetta con una che sia all’altezza del suo talento. Inizialmente Tami tentenna, non vuole sentirsi in debito, ma poi capisce che le intenzioni di Bryce sono buone e che può lasciarlo avvicinare. Iniziano così a trascorrere parecchio tempo insieme, Bryce vorrebbe molto di più ma Tami crede che l’unico modo in cui può averlo nella sua vita sia come amico. Certo resistere all’attrazione è piuttosto complicato, specie quando le distanze iniziano a ridursi drasticamente…riusciranno a mantenere la promessa che si sono fatti o cederanno alla passione?

Tami fugge, Bryce la insegue, Tami ha paura, Bryce cerca di rassicurarla. Insieme funzionano dentro e fuori dal campo, adesso sta a Tami decidere se è pronta per lasciarsi andare.

Bryce di Nana Malone è un libro da comfort zone, so cosa aspettarmi, mi rilasso e mi godo la lettura dall’inizio alla fine, senza ansie, senza preoccupazioni, totale e assoluto relax. Credo proprio che proseguirò la serie anche perché il tennis, che inizialmente credevo solo marginale, non lo è stato e io apprezzo quando lo sport non viene utilizzato solo come espediente, ma diventa una parte importante del romanzo. E adoro che la serie abbracci sport diversi, una novità assoluta per la sottoscritta. Insomma smeraldi se amate lo sport romance, i protagonisti spezzati e le protagoniste battagliere questo libro fa per voi.

«Non ho intenzione di scusarmi perché mi è piaciuto» mormorò Bryce. «E davvero, voglio solo passare del tempo con te. Quando sto con te…» scosse la testa. «Non provo quel senso di claustrofobia. Riesco a respirare. Io… voglio solo avere la possibilità di conoscerti.»

link ebook Amazon

link cartaceo Amazon

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.