Blog Tour – Recensione in anteprima – Il destino a portata di app di Eleonora Mandese

il destino a portata di app

Trama Jessica Bonomi è una studentessa fuorisede a Milano.
Ossessionata dallo shopping compulsivo e costantemente alla ricerca di soldi che non ha, studia ogni giorno un metodo nuovo per contrarre debiti e allontanare il più possibile l’idea del futuro.
Ad un passo dalla laurea non supera il suo ultimo esame e, piuttosto che ammettere di essere un fallimento, progetta di architettare una falsa festa di laurea mentre prova a cercare lavoro.
Dopo migliaia di curricula inviati a vuoto e nessun tipo di riscontro, un uomo con dei buffi mocassini color noce si accorge di lei e le lascia il suo biglietto da visita.
Adriano Quercetti è il fondatore di Foodster, un’applicazione che promette di partire dallo schermo per far ritornare la gente alla vita reale.
Jessica non rappresenta soltanto una novità, ma è qualcosa di diverso che è pronto a scontrarsi con i fantasmi del suo passato riaccendendo in lui ciò che pensava di aver definitivamente perso…
Cosa potrebbe succedere se ambizioni e sentimenti si mescolassero, minacciando di cambiare ciò in cui si è sempre creduto?

il destino a portata di app

Recensione in anteprima a cura di Lolly&Stella – Il destino a portata di app di Eleonora Mandese, ultimo chick lit nato dalla penna di questa talentuosa autrice Italiana, autopubblicato ed in uscita oggi 12 novembre.

Jessica è la classica ragazza moderna che preferisce puntare le vetrine dei negozi che tenere il naso sui libri. La distanza dai suoi genitori le permette di mentire sul suo reale corso di laurea, portando avanti la menzogna anche con il suo fidanzato Federico e la sua coinquilina Rebecca, perché non riesce ad ammettere nemmeno con se stessa cosa vuole fare nella sua vita, e pensa che una sana seduta di shopping sia la panacea contro tutti i mali.

“ Ogni volta che l’umore è a pezzi fare shopping mi aiuta a trovare il mio chakra, rilassandomi più di qualsiasi seduta di yoga. ”

Inizialmente il suo personaggio ci viene presentato così poco attento e superficiale da non rendersi conto di quanto le cose intorno a lei siano cambiate, tanto da sconvolgere totalmente anche la sua vita.

L’incontro con Adriano Quercetti, progettista di un’app rivoluzionaria, segna l’inizio della svolta nella vita di Jessica. I due apparentemente non hanno nulla in comune, lui è sciatto e insignificante e poco attento ai canoni della moda, lei è troppo piena di sé e superficiale, ma sarà la collaborazione fra i due a far emergere una nuova Jessica, consapevole delle proprie capacità e pronta per iniziare una nuova vita senza menzogne e sotterfugi.

” Non pensavo che l’idea di essere toccata da un altro uomo mi eccitasse fino a a questo punto. “

I personaggi principali sono ben caratterizzati e riusciamo a scoprirli e ad apprezzarli durante la lettura. Jessica, per la sua superficialità iniziale, può risultare un pochino distante ma, piano piano, riuscirà a farsi amare; mentre Adriano, con la sua “goffaggine”, è un personaggio che abbiamo apprezzato sin dal primo istante, un uomo che è diventato una rarità nella nostra società, dove spesso le persone preferiscono “apparire” invece che “essere”. Pur con una storia molto sofferta alle spalle, anche la sua vita arriverà ad un punto di svolta, soprattutto grazie ai suoi amici Micheal, Giovanni e Andrea, che lo aiuteranno a sviluppare l’app Foodster, e a Jessica, che lo farà uscire dal suo guscio.

“ I vestiti sono esattamente come le persone.

Alcuni sono irraggiungibili, sembrano essere stati creati esclusivamente per abbellire le vetrine e sai bene che, per quanto li desideri, non potrai mai permetterteli. A volte li provi, giusto per vedere che effetto farebbero sul tuo corpo, ma alla fine rimani delusa e ti convinci che è meglio sia andata così.

Altri invece sono meravigliosamente brutti, così tanto che non ti saresti mai sognata di poter avere una qualsivoglia relazione con loro, eppure, una volta convinta a indossarli, scopri che niente ti ha mai vestita così bene.

Ci sono quelli che si comprano per essere usati poche volte, gli abiti di “convenienza” che, come le persone, si sfruttano soltanto quando sai che potrebbero esserti utili e, dulcis in fundo, quelli che indosserai quando dimagrirai, destinati a fare la polvere sul fondo dell’armadio.

Non mentitemi! Non avete forse anche voi numeri salvati in rubrica con i quali sapete che non avrete mai più rapporti in vita vostra?

Un abito avvolge il nostro corpo per impedirci di essere nudi, la gente esiste paradossalmente per lo stesso scopo, non farci sentire a disagio e soli. ”

Eleonora Mandese ci regala un’altra storia fresca e divertente e, con una penna garbata e mai volgare, riesce a farci sorridere, ricordando vagamente lo stile della Kinsella.

Consigliamo la lettura a chi vuole trascorrere un pomeriggio spensierato all’insegna del buon umore, a tutte coloro che amano uno scrittura frizzante e immediata ma che comunque lascia soddisfatte e arricchite da una nuova storia da portare nel cuore.

Ed inoltre, non siete curiosi di provare Foodster?? E sì, avete capito bene, l’app de Il destino a portata di app diventa reale dal 12 novembre, insieme al lancio del libro, e sarà possibile scaricarla gratuitamente!! Una grandissima novità quindi!
Per saperne di più, basta leggere questo nuovo chick lit della nostra Eleonora.

Vi auguriamo una buona lettura, sicurissime che non resterete deluse da Jessica e Adriano.

Il destino a portata di app

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published.