Blog Tour – Le tre figlie di Anna Dalton – Una madre ingombrante

Buongiorno smeraldi e benvenuti alla terza tappa del Blog Tour dedicato a Le tre figlie di Anna Dalton, romanzo pubblicato da Garzanti il 14 giugno. Una lettura coinvolgente e interessante che parla del rapporto complicato tra una madre particolare e le tre figlie. La narrazione a tre voci permette al lettore di capire nel profondo le protagoniste e ci mostra come le loro personalità, così diverse, si siano formate negli anni grazie e per colpa delle scelte di Dalia, una donna che ha preso tanto dalla vita e che loro non si sono mai sforzate di capire.


Dopo tanti anni, il sontuoso cancello di Villa Fiorita si apre di nuovo per accogliere Margherita, Viola e Iris. Tre sorelle. Tre giovani donne che, per ragioni diverse, si sono lasciate alle spalle la casa in cui sono cresciute e tutto quello che significava per loro. Ma ora è lì che devono tornare. Perché Dalia, la loro madre, vuole scrivere un’autobiografia che racchiude tutta la storia della famiglia. Non solo i dettagli della sua luminosa carriera di attrice che, all’apice della fama, ha deciso di ritirarsi dalle scene; ma anche segreti che le tre sorelle non vogliono che vengano svelati. Perché hanno ormai la loro vita. Perché finalmente nessuno sa chi sono e non sono più circondate da giornalisti e fotografi. Perché quello che è stato è giusto che resti sepolto. La verità non sempre è la scelta giusta. Margherita, Viola e Iris hanno solo un weekend per far cambiare idea a Dalia, una donna che non le ha mai ascoltate perché sempre concentrata su sé stessa. Ma la posta in gioco è troppo alta e loro non sono più tre ragazzine. Sono cresciute e il loro futuro dipende da quello che verrà scritto in quel libro. Solo unite potranno raggiungere il loro obiettivo. Ma il rapporto tra sorelle può essere sia un rifugio sia una prigione e la famiglia a volte è un luogo in cui lasciare che ogni segreto rimanga tale per sempre.

Dopo il successo dellApprendista geniale, La ragazza con le parole in tasca e Tutto accade per una ragione, Anna Dalton torna con un romanzo maturo e potente. La storia del legame speciale che unisce tre sorelle. La storia di una madre che ha sempre imposto le proprie scelte. Una storia che racconta le ombre che albergano in ogni famiglia e le luci che colpiscono inaspettate.


14/06 Le tre figlie – A spasso coi libri
15/06 Sorelle: rifugio o prigione? – Bookspedia
16/06 Una madre ingombrante – Esmeralda viaggi e libri
17/06 Segreti di famiglia: fra peso e comunanza – Il regno dei libri
18/06 4 Donne a villa Fiorita – I miei magici mondi

Dalia è il personaggio più carismatico, deve essere stato difficile crescere all’ombra di una donna che accentra su di sé gli sguardi e che sembra non tenere conto del pensiero delle figlie. Per noi la mamma deve stare un passo indietro, deve essere un porto sicuro, la nostra confidente, amica, colei che sa esserci in ogni momento. Tutto il contrario di Dalia. Lei è sempre stata egoista, una vera diva che non ha mai messo la famiglia al primo posto e che sta compiendo un percorso di purificazione dell’anima per mettere a tacere le voci che le dicono in modo insistente di non essere stata una buona madre.

Il mondo mi conosce come Dalia, l’Ultima Diva, ma ora ho capito che valgo molto di più. Che la mia vita è stata molto di più. Ed è giusto che io la racconti. È giusto per me, per il mio pubblico, ma è giusto soprattutto per voi. Come dice Sadhu, «solo la verità ci rende liberi». E io, ora, voglio sentirmi libera.

Dalia sgancia la bomba dell’autobiografia attraverso una lettera e le tre figlie accorrono a Villa Fiorita per farle cambiare idea, quel libro non può vedere la luce, adesso che sono libere dalla sua influenza e tutte si sono fatte una vita non può tornare e rovinare tutto ciò che hanno costruito con tanta fatica.

Sarà un fine settimana lungo e imprevedibile in cui verranno a galla gli stati d’animo di tutte le protagoniste e in cui non si risparmieranno battute al vetriolo. Tutte hanno molto da recriminare a Dalia, tutte vogliono convincerla a fare un passo indietro, tutte credono che lei sia in debito con loro e non hanno intenzione di scendere a compromessi.

Dalia è pronta a fare la sua entrata in scena trionfale, come solo le grandi dive possono permettersi. In questi anni in cui ha avuto solo sporadici rapporti con Iris ha capito di essersi persa tanto dal lato umano e che è arrivato il momento di riportarle tutte sotto lo stesso tetto e di convincerle a darle un’altra occasione.

Sua madre era effettivamente più quieta, forse più stanca? Più fragile? Forse quel vedere la fine vicina l’aveva davvero cambiata? Era possibile che la vecchiaia e la malattia fossero riuscite laddove tre figlie e una vita di lotte non erano servite a niente?

Possibile che Dalia sia diventata una persona ragionevole e che loro non avessero motivo per preoccuparsi tanto? O la sua è tutta una finta? In fondo è stata una grandissima attrice e potrebbe anche recitare la parte della madre comprensiva che ha bisogno della vicinanza delle figlie per sentirsi completa.

Tutto questo, e molto altro, sta a voi scoprirlo. Se avete voglia di conoscere una Dalton più matura dovete dare una possibilità a Le tre figlie.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.