Blog Tour – L’amore addosso di Sara Rattaro – Giulia vs Giulia

Buongiorno smeraldi e benvenute al Blog Tour dedicato alla nuova edizione di L’amore addosso di Sara Rattaro, con la collana Pickwick di Sperling & Kupfer.

Quando Sara di Bookspedia mi ha proposto una tappa del tour ero restia a prenderne parte, temendo che questo libro si discostasse troppo dalle mie solite letture, ma non si può abbandonare un’amica nel momento del bisogno e così ho accettato e mi sono tuffata nella lettura senza sapere ancora quale tappa mi sarebbe toccato affrontare.

Il titolo che abbiamo deciso di dare al mio soliloquio è Giulia vs Giulia, ma prima eccovi la presentazione del romanzo.

l'amore addossoTrama Una giovane donna attende con ansia fuori da una stanza d’ospedale. È stata lei ad accompagnare lì d’urgenza l’uomo che ora è ricoverato in gravi condizioni. È stata lei a soccorrerlo in spiaggia, mentre passava per caso, dice. Non dice – non può farlo – che invece erano insieme, che sono amanti. Lo stesso giorno, in un’altra ala dell’ospedale, una donna è in attesa di notizie sul marito, vittima di un incidente d’auto. Non era con lui al momento dell’impatto; non era rintracciabile mentre la famiglia, da ore, cercava di mettersi in contatto con lei. E adesso, quando la informano che in macchina con il marito c’era una sconosciuta, non sembra affatto stupita. La prima donna è Giulia. La seconda è ancora Giulia. E il destino, con la sua ironia, ha scelto proprio quel giorno per fare entrare in collisione le due metà della sua vita: da una parte, quella in cui è, o sembra, una moglie fortunata e una figlia devota; dall’altra, quella in cui vive di nascosto una passione assoluta e sfugge al perbenismo di sua madre – alle ipocrisie, ai non detti, a una verità inconfessabile. Una verità che perseguita Giulia come una spina sotto pelle; un segreto che fa di lei quell’essere così tormentato e unico, luminoso e buio; un vuoto d’amore che si porta addosso come una presenza ingombrante, un caos che può soltanto esplodere. Perché l’amore è una voce che non puoi zittire e una forza che non puoi arrestare. L’unica spinta che può riportarti a ciò che sei veramente.

l'amore addosso

La trama dice tutto delle due Giulia che convivono nella stessa persona. Da un lato Giulia sottomessa da sempre al volere opprimente della madre e dall’altro Giulia felice, spensierata e innamorata dell’uomo che appartiene ad un’altra donna.

Come si possono far coesistere due persone così differenti, come si possono portare avanti due vite parallele senza avere mai il timore di essere scoperti, senza sentirsi sporche dentro, senza arrecare sofferenza a nessuno?

Due persone così diverse e così simili. Unite avrebbero creato la donna perfetta, peccato che io non ci riuscissi. Ero solo l’unione di due metà sbagliate. 

Giulia sembra riuscirci perfettamente fino a quel mattino. Il mattino in cui tutto cambia. Il mattino in cui il destino viene a reclamare un conto molto salato. Il mattino in cui Giulia riavvolge la sua vita come un nastro per capire dove ha sbagliato, per comprendere il momento in cui tutto è andato a rotoli.

Esiste un momento preciso nel destino di ognuno di noi in cui una cosa diventa chiara: siamo sempre noi gli unici responsabili delle nostre azioni.

Giulia è una donna complessa in cui non è per niente semplice immedesimarsi, io non ci sono riuscita nemmeno per un momento. L’ho trovata spesso troppo debole e succube della madre, una donna che, al contrario di Giulia, è forte, a tratti tirannica, certa di avere la verità in mano e di scegliere sempre ciò che è meglio per tutti. La madre di Giulia è la causa maggiore delle follie della figlia. Se cresci con un punto di riferimento che ti insegna a nascondere lo sporco sotto il tappeto, perché conta solo ciò che è visibile agli occhi degli altri, come puoi diventare una persona coscienziosa e saggia? Sarai sempre convinta che non importa che il tuo comportamento sia impeccabile, ma solo che gli altri non vengano a scoprire i tuoi atteggiamenti sbagliati, equivoci. Giulia cresce con questo mantra e, quando scopre il marito in compagnia di una sconosciuta, non pensa di affrontarlo come farebbe una moglie normale, tutt’altro, si ritrova a sperare che nessuno lo venga mai a sapere perché questo metterebbe lei e la sua famiglia in imbarazzo.

Ero più nervosa che triste, più furente che avvilita. Avevo fatto una cosa sciocca e difficile da comprendere, ma non era per quello che stavo male. Come al solito, l’importante era che non si sapesse. 

L’omertà è uno dei mali maggiori della nostra società e L’amore addosso ne è l’esempio lampante, Giulia è vittima di questo meccanismo, delle cose non dette, dei pensieri nascosti. Potrebbe avere in mano la sua vita, ma non compie mai lo scatto per governarla davvero, troppo abituata a farsi vivere dagli altri, e così succede che un evento sepolto sotto le macerie nel passato, le faccia compiere un gesto che la porterà a conoscere l’uomo che porterà una ventata d’aria fresca e molta luce nella sua vita.

Si chiama errore, quella falsa rappresentazione della realtà, quel centimetro sbagliato nel nostro metro di misura, quella divergenza tra ciò che vogliamo e ciò che dichiariamo e di cui però sembra impossibile fare a meno. 

Giulia vs Giulia, tradimento vs amore, moglie vs amante, figlia vs madre…tutte associazioni corrette perché Giulia è tutto questo e molto di più, ma la base è sempre la stessa: Giulia è una donna infelice. L’infelicità e l’insoddisfazione sono così profondamente radicate dentro di lei da renderla egoista, interessata solo a cercare di rincorrere una felicità che sembra non volere mai realmente arrivare.

Non c’è nulla da fare. Per quanto sia intenso il nostro dolore e profonda la ferita, avremo sempre una sola convinzione. Che esista un solo modo di agire: il nostro. 

L’amore addosso non è stato un libro facile da leggere, Giulia non è un personaggio positivo per quanto possa essere molto più reale di tanti altri, alcune sue scelte sono comprensibili, ma amarla è tutto fuorché semplice. Se siete alla ricerca di una storia che vi porti a riflettere, senza la magia della perfezione ad ammantare il tutto, ve lo consiglio.

l'amore addosso

You may also like...

1 Response

  1. Sara Fabian says:

    Una bella tappa ne è uscita fuori 🙂 grande sonia! <3

Leave a Reply

Your email address will not be published.