Blog Tour – Cercasi amore vista lago di Virginia Bramati – I personaggi

Buongiorno smeraldi e buona tappa dedicata al nuovo romanzo di Virginia Bramati, Cercasi amore vista lago, in uscita il 19 settembre con Giunti. Ho scelto di dedicarmi alla presentazione dei personaggi che popolano il romanzo, questo perché il microcosmo in quel di Verate creato da Virginia necessita di essere compreso prima di avvicinarsi alla lettura di questo nuovo volume facente parte della serie dedicata alle splendide ragazze di Verate.

Cercasi amore vista lago

Trama Bianca Maffei: 33 anni, una laurea in architettura e… una passione per i cantieri. Nonostante lavori da qualche anno in uno studio importante, Bianca non perde tempo in riunione con i capi ma adora mettersi scarponcini e caschetto e andare dove le gru lavorano e i carpentieri danno forma allo spazio. Bianca riesce a sentire la forma che la casa prenderà, a vederla quando ancora è fatta di pochi segni tracciati sul terreno, e questo la rende felice. Fino a che, con la crisi, non capita anche a lei di essere vittima di una “riorganizzazione”… Il solo lavoro che riesce a trovare è in un’agenzia immobiliare fuori città, nel paesino brianzolo di Verate. Lascia così il centro di Milano per mettersi alle dipendenze del geometra Volpe, pittoresco individuo dalle scarpe squadrate e dall’etica discutibile. Eppure, appena arrivata a Verate Bianca trova per sé un meraviglioso abbaino con vista fiume, proprio sopra la mitica Osteria Moretti dove le oche bianche chiacchierano con gli avventori e basta ascoltare attentamente per sapere tutto quello che accade in paese. Sarà proprio lì, all’ombra della plumbago in fiore, che Bianca scoprirà i piani di un immobiliarista senza scrupoli. Sarà proprio da lì che partirà, armata solo del suo “fiuto” segreto, per una nuova avventura che la condurrà fino alla casa più meravigliosa che potesse immaginare…

Bianca Maffei, architetto sognatore, appassionata di cantieri, ha ben chiara fin dall’infanzia la sua vocazione “A sei, alle richieste della maestra di disegnare una casa io consegnavo planimetrie. Infantili, imperfette, imprecise ma inequivocabili planimetrie.” Impossibile non empatizzare con lei fin da subito visto il brutto tiro che le viene giocato dalla sua “migliore amica” Irene e le conseguenze che questo gesto increscioso apporta alla sua vita. Arrivata nel ridente paese di Verate la sua vita cambia radicalmente, le sue giornate fatte di cantiere e muratori si trasformano in giornate ricche di amicizie al femminile, bambine estremamente intelligenti e oche che sembrano in grado di comunicare con le persone. Inoltre il lavoro di agente immobiliare risulta molto più interessante di ciò che credeva inizialmente e presenta diversi lati positivi. Bianca è caparbia, intelligente, simpatica e ci mette poco a integrarsi in questa comunità mostrando le sue grandi capacità a cui nemmeno il rigido ingegner Andrea Sanna sembra essere indifferente.

Andrea Sanna, “laurea in ingegneria al Politecnico di Milano e un master in Business Administration conseguito alla Bocconi e che, dopo varie esperienze all’estero, è ora socio della Patrol Real Estate, società con proprietà in tutto il mondo e sede nella city di Londra” un vero squalo nel settore, o almeno così sembrerebbe visto il modo algido in cui accoglie chiunque, architetto Maffei compreso. L’ingegner Sanna è un uomo elegante, fascinoso e irreprensibile che ha deciso di trasferirsi a Verate per stare vicino al fratello costretto su una sedia a rotelle. Un uomo generoso e cocciuto che non potrete fare altro che apprezzare man mano che proseguirete la lettura.

 

Eugenia Maffei, sorella gemella di Bianca, “mentre crescendo Eu rivedeva i suoi progetti professionali passando dalla ballerina alla hostess (sorvolerei sulla fase addestratrice di My Little Pony) per approdare infine all’avvocatura, io, in qualche modo, tenevo duro. E diventavo architetto.” E’ grazie a una sua illuminazione se Bianca si reca a Verate ed entra nel giro delle mitiche ragazze.

 

 

 

 

 

I genitori di Bianca ed Eugenia, bizzarri e interessanti, il padre ha una fabbrichetta e ha sempre sperato di vedere le sue figlie affiancarlo al comando, una volta scoperta la scelta delle università delle figlie ha esclamato «Due disoccupate, ho allevato due destinate alla disoccupazione più nera». E vogliamo parlare della mamma fan scatenata dei Måneskin??? Fantastiche le loro incursioni.

 

 

 

 

Giacomo Sanna, fratello di Andrea, un ragazzo pieno di vita, ex professore costretto su una sedia a rotelle da una malattia genetica rara che non è riuscita a togliergli nemmeno un briciolo del fascino che possiede da sempre.

 

 

 

 

 

 

 

Eleonora Moretti, oste della trattoria Moretti che gestisce insieme alla dolcissima mamma Clotilde, è una vera forza della natura, con la testa sempre un po’ tra le nuvole, in grado di farti cambiare decisione con un solo sguardo e di sapere sempre cosa mangerai senza che tu lo chieda (anche perché spesso questo è inutile).

 

 

 

 

 

 

Nuccia, figlia undicenne di Eleonora, semplicemente fantastica, come si può non adorare una bimba con la fissa per i nomi delle persone che parla in questo modo «Ma sì, dài… colori invece che nomi veri. Tipo: Verde, Viola, Azzurra, e perfino Blu! E anche Celeste, che oltretutto mia nonna dice che qui era un nome maschile una volta. Bianca. Come te lo spieghi?» e ha per migliori amiche tre oche permalose?

 

 

 

 

 

Penelope, Priscilla e Gedeone, le tre oche di cui vi parlavo sopra, amiche per la pelle di Nuccia salvate da morte certa alla vigilia di Natale di qualche anno fa e che ormai fanno parte del folklore di Verate.

 

 

 

 

 

 

 

 

Alessandra “Sassi” Molinari, protagonista del primo volume della serie sulle ragazze di Verate, Tutta colpa della neve (e anche un po’ di New York), buffa, combinaguai, una vera mina vagante con un cuore d’oro enorme.

 

 

 

 

 

 

 

 

Max Bauser, protagonista maschile di Tutta colpa della neve (e anche un po’ di New York), felicemente sposato con Sassi che gli ha letteralmente stravolto la vita, portando la ventata di leggerezza di cui aveva bisogno.

 

 

 

 

 

 

 

Costanza Moretti, giornalista, protagonista del secondo volume della serie sulle ragazze di Verate, Meno cinque alla felicità, sposata con uno dei medici dell’ospedale di Verate, per lei il ritorno al paese di origine è stata una manna dal cielo (in tutti i sensi).

 

 

 

 

 

 

 

Andrej Volkov, medico nell’ospedale di Verate, sposato con Costanza e protagonista di Meno cinque alla felicità. Abitava, prima di Bianca, nella famosa stanzetta della nonna appartenente alle Moretti.

 

 

 

 

 

 

 

 

Alessandra Mantovani, sindaco di Verate, protagonista del terzo volume della serie sulle ragazze di Verate, E se fosse un segreto?. Per la madre Mary, parrucchiera ufficiale di Verate, sarà sempre lamiasendi nonostante l’importante carica che ricopre.

 

 

 

 

 

 

 

Stefano Parodi Valsecchi, primario dell’ospedale di Verate, un posto all’avanguardia, sposato con Alessandra e protagonista maschile di E se fosse un segreto?. In questo volume avrà un ruolo molto importante.

 

 

 

 

 

 

 

 

Potrei andare avanti all’infinito presentandovi altri personaggi importanti di Verate, ma rischierei di tediarvi e non è assolutamente questo il mio intento 😉 per cui non posso fare altro che mostrarvi le tappe del blog tour che non potete perdere per nessun motivo al mondo.

Cercasi amore vista lago

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.