Begin Again di Mona Kasten

Trama Nuovo nome, nuovo taglio di capelli, nuova città. Così Allie Harper, diciannove anni, è pronta a scrivere la sua storia, a un migliaio di chilometri di distanza dal suo passato, all’università di Woodshill, dove si è iscritta a Letteratura. Ma c’è ancora un tassello mancante per rendere davvero perfetto questo nuovo inizio: un alloggio. La ricerca si sta rivelando più difficile del previsto e Allie ha smesso di contare i tentativi andati male. Finché, all’ultimo appuntamento in agenda, finalmente arriva lei: la casa perfetta. Pulita, luminosa e accogliente. Peccato per la compagnia: con i suoi tatuaggi e l’aria strafottente, Kaden White è l’ultima persona con cui Allie vorrebbe condividere un appartamento. E Kaden, dal canto suo, non vuole affatto una coinquilina, che lo tramortisca con tutte le sue chiacchiere da donna. Purtroppo per loro, però, le circostanze non lasciano altra scelta. Non resta quindi che arrendersi e stabilire immediatamente le tre regole fondamentali per la convivenza perfetta: niente sentimentalismi, nessun’interferenza nei fatti altrui e, soprattutto, nessun contatto fisico. Ma le regole sono fatte per essere infrante…

begin again

Recensione di Esmeralda – Begin Again di Mona Kasten pubblicato da Sperling & Kupfer il 6 marzo. Primo volume della serie Again dell’autrice e youtuber tedesca composta da tre libri che parlano di un gruppo di amici trattando in ogni volume una coppia diversa, per cui andate in ordine mi raccomando, non ve ne pentirete.

La trama mi aveva attratto come solo i new adult sono in grado di fare. Quando leggo la parola college il mio cervello va in brodo di giuggiole, non posso farci nulla. Provo a resistere, ma mi risulta troppo difficile e alla fine mi resta una sola opzione: cedere.

Ci ho messo poco a convincermi in questo caso oltre a college la trama gridava a gran voce: rapporto difficile e protagonista complicato. Tutte cose con cui vado a nozze.

Allora eccomi lì, pronta a scoprire questa nuova autrice tedesca, pronta a immergermi totalmente in un rapporto tormentato e a scoprire pregi e difetti, non solo di Allie e Kaden, ma anche di tutti i loro amici (e non) che saranno protagonisti dei capitoli successivi della serie.

Begin Again ha soddisfatto le mie aspettative, mi è piaciuto, mi ha coinvolto, mi ha fatto arrabbiare e sospirare. Chi non cerca tutto questo in un romance? Unica pecca, ma chissà che si scopra altro nei successivi capitoli, è la mancanza di una degna conclusione ai tormenti dei due protagonisti. Situazioni legate al loro passato che inevitabilmente continuano a ripercuotersi nel loro presente e a minare il loro futuro. Ne parlano, comprendono che devono imparare a conviverci, ma non vengono risolti e questo non mi ha convinta al 100%.

Ho invece molto apprezzato Allie e Kaden, con i loro difetti, le loro sfuriate, le fughe improvvise, le incomprensioni, le parole sparate come proiettili sull’altro per ferirlo. Tutti questi drammi mi hanno permesso di immergermi totalmente nella loro storia e di scoprire le loro mille sfaccettature.

Allie fugge dalla sua famiglia e non è molto chiaro il movente di questa fuga, le spiegazioni iniziali sono un po’ debolucce, sembrano quasi i capricci di una ragazzina viziata, ma arriverà la svolta, a circa metà libro, e il suo volersi staccare il più possibile dai genitori assumerà tutto un altro significato. Allie sceglie l’università di Woodshill e per sentirsi libera e indipendente le manca solo una cosa: trovare un alloggio. I dormitori sono pieni, gli appartamenti che ha visitato fino a quel momento sono abitati da folli e le resta solo un’opportunità: il signor White. Piccolo problema, il signor White non sembra esattamente disponibile a prenderla come coinquilina e la pianta in corridoio appena si rende conto che non è un ragazzo. Complice la disdetta del successivo appuntamento e il bisogno di dividere l’affitto decide di darle una possibilità dettando tre semplici regole…

«Primo», esordì alzando un dito, «non vieni a scocciarmi con le tue menate da femmina. Non mi frega niente di ciò che succede nella tua vita, quindi non impormi la tua compagnia. Non ci saranno serate femminili sul mio divano, i programmi alla tv li decido io, e tu non verrai a sfogarti da me in lacrime.»

«Secondo», proseguì imperturbabile, «tieni la bocca chiusa quando rimorchio qualcuna. Non ho intenzione di giustificarmi in casa mia.»

«E terzo…» «Non me ne frega niente dell’effetto che fanno le tue gambe con questi pantaloncini.» Avvampai, ma rimasi impassibile. «Tra di noi non ci sarà mai niente. Quindi non farti illusioni, capito?»

Un bel tipo non trovate? Scontroso, irascibile, lunatico o meglio, come lui stesso afferma, sempre insopportabile. Entrare in sintonia con lui non è semplice, chiuso ermeticamente in se stesso e difficilmente decifrabile, ma in grado di compiere gesti che ti spiazzano e lo rendono irresistibile agli occhi di Allie. Indimenticabile la prima gita insieme, per scaricare la tensione e condividere con Allie, la ragazza da cui si tiene alla larga come se avesse la peste, uno dei suoi luoghi segreti.

begin again

Kaden è molto più di quello che mostra all’inizio del romanzo, sembra un bad boy, ma appena inizia ad aprirsi in lui c’è un mondo incredibile che aspetta solo di essere scoperto. Di bad boy credo non abbia proprio nulla, solo l’aspetto può trarre in inganno con tanto di tatuaggi, capello spettinato ad hoc e barba che gli adorna il viso, per il resto è un ragazzo dolcissimo (anche se bipolare in un paio di occasioni) il cui passato è talmente ingombrante da condizionarlo nel presente.

I botta e risposta tra Allie e Kaden, le loro scene sensuali e le uscite con i migliori amici che si possano desiderare, rendono questo primo capitolo bello e avvincente, Begin Again è un libro che non potete perdervi se siete amanti del genere new adult. Io adesso aspetto Trust Again in uscita il 17 aprile che, sono certa, riuscirà a darmi tantissime soddisfazioni.

bellissimo

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published.