Amore senza ombre di Jay Crownover

Trama Che Hudson Wheeler è un bravo ragazzo lo sanno tutti, compresa la fidanzata di una vita che l’ha tradito a un passo dal matrimonio. Ma dato che fare sempre la cosa giusta non paga, Wheeler ha deciso che è giunto il momento di cambiare stile e vivere alla giornata, concedendosi notti folli, belle macchine e ragazze disponibili. Una vita spericolata, insomma, sul filo del rasoio. Poi ritrova una vecchia amica, Poppy Cruz, e quegli occhioni tristi nel viso più bello che abbia mai visto lo colpiscono dritto al cuore. Di colpo, l’unica cosa che desidera è prendersi cura di lei, cancellare le sue paure, vederla sorridere di nuovo.

Bella e delicata come un fiore, Poppy considera ogni estraneo un potenziale nemico, ogni uomo un possibile aggressore. È questo che la vita le ha insegnato: chi doveva proteggerla l’ha tradita nel più orribile dei modi e ora lei tiene il mondo a distanza. Stranamente, però, con Wheeler non ci riesce. Perché c’è qualcosa nel sorriso accattivante e nelle ruvide mani da meccanico di quel ragazzo che le fa venire voglia di stargli vicino. Di fidarsi di nuovo di qualcuno. Forse l’unico in grado di riparare il suo cuore e la sua anima danneggiati è proprio lui, con il suo tocco, le sue parole, il suo amore. Un romanzo commovente e intenso, un’emozionante storia di rinascita.

amore senza ombre

Recensione della Queen – Amore senza ombre è il capitolo finale della serie “Saints of Denver”, quarto volume che vede come protagonisti Poppy & Wheeler, edito dalla HarperCollins uscito il 25 gennaio.

Smeraldine è giunto il momento dei saluti, la nostra permanenza a Denver è arrivata all’ultima tappa della storia, iniziata con Oltre le regole e giunta al capitolo finale con Amore senza ombre. Io non sono assolutamente pronta a lasciare andare i nostri ragazzi e voi? Conosciamo meglio la coppia più dolce e delicata di tutta la serie.

Protagonisti della nostra lettura, sono Hudson Wheeler e Poppy Cruz, due giovani ragazzi che avevamo avuto modo già di conoscere nel precedente capitolo. Wheeler è un giovane meccanico, sbattuto da una casa famiglia all’altra, con la passione per i motori e le vecchie auto d’epoca da restaurare per riportare a nuova vita. Tradito dalla ex fidanzata e ora in attesa di un figlio da lei, passa le sue giornata in officina, e per consolare il suo cuore spezzato salta da un letto all’altro cercando così di dimenticare per qualche ora la sua attuale situazione. Poppy è una giovane donna con un passato tragico alle spalle, suo marito Oliver l’ha soggiogata per anni, facendola sentire sempre sbagliata e una nullità. Un brutto giorno in seguito ad una aggressione, la rapisce e tortura fino a quando assediato ormai dalla Polizia, si toglie la vita sparandosi un colpo davanti a lei.

Il marito l’aveva rapita minacciandola con una pistola. Anche Salem, sua sorella, la donna di Rowdy, era stata vittima dell’aggressione. Poppy Cruz aveva seguito il pazzo con cui era sposata soltanto per proteggere la sorella. Ne era venuto fuori un incubo spaventoso, non riuscivo a immaginare come ci si potesse riprendere da una cosa del genere

Da questo momento in poi inizia la sua lotta per la sopravvivenza, ridotta a uno straccio, cerca di riappropriarsi della vita che fino a quel momento le era stata negata. Evita come la peste il contatto umano con l’altro sesso, e passa le sue giornate lavorando con gli animali, fino a quando un giorno fa qualcosa di inaspettato. In clinica arriva un cucciolo di cane di poche settimane, e decide di regalarlo a Wheeler perché possa aiutarlo a sentirsi meno solo e a guarire le sue ferite. Con lui c’è sempre stato un legame invisibile, fin dai loro primi incontri prova delle sensazioni inaspettate, sensazioni che le restituiscono quel briciolo di sicurezza che la fanno sentire in parte al sicuro. Il suo percorso è costellato da ricadute, ma insieme a Wheeler sente che può iniziare a sperare che ci sia qualcosa di bello nella vita. Lui dal canto suo, ha sempre provato qualcosa per Poppy, anche quando era fidanzato, aveva notato la sua bellezza delicata e lo sguardo impaurito.

Io ti ho visto, Poppy. Ti ho visto, quando non avevo né il diritto né una ragione per farlo.

Se i due ragazzi finiranno insieme o no, è scontato, ma il fulcro della storia è il modo in cui affronteranno insieme i loro demoni del passato, e come riusciranno a vivere giorno dopo giorno un ragazzo abituato sempre a stare solo e una giovane donna impaurita da tutto, anche dalla sua ombra. E’ un percorso di rinascita, scoperta, di grandi battaglie e ostacoli da superare insieme mano nella mano. L’argomento principale della storia è la violenza sulle donne, e devo dire che un tratto distintivo della nostra Jay, è il modo sempre delicato di trattare argomenti così scomodi ma che fanno sempre più spesso parte della nostra quotidianità.

“Non so molte cose, ma una cosa sì, e cioè che nessuna donna, assolutamente nessuna, merita di subire qualsiasi tipo di violenza da parte di chi sostiene di amarla. Ogni forma di violenza è orrenda e terribile, ma la pazienza, l’amore e la comprensione possono fare moltissimo per aiutare una sopravvissuta a guarire”

Queste sono le parole che l’autrice scrive dopo la fine del libro, e ho voluto inserirle nella recensione, perché il messaggio che lanciano è importante: ogni donna deve imparare ad amarsi e rispettarsi sempre, senza mai lasciarsi sopraffare da un uomo, perché l’essenza del suo essere deve emergere e non sottomettersi a qualcun altro. Nessuna violenza sia fisica o morale, è accettabile, perché se una persona tiene a noi, vuole soltanto il nostro bene.

Come tutte voi bene sapete, io ho una passione folle per la Crownover, e non sto qui a ripeterlo, ma una cosa devo dirla, era dai tempi di Nash e Saint che non mi capitava di avere gli occhi a cuoricino. Hudson Wheeler è il bravo ragazzo che tutte noi ci meritiamo di avere, quello sempre pronto ad aiutarti e sostenerti, che ti ama incondizionatamente e su cui puoi sempre contare. Non è il classico bad boy tatuato che l’autrice ci ha abituato ad amare, certo di tatuaggi ne è ricoperto anche lui, ma a differenza dei ragazzi di Denver lui ha quella dolcezza tipica di chi rispetta e sa onorare le donne. Si capisce che mi sono innamorata di lui dalla prima parola???

Poppy è una ragazza che avrei voluto abbracciare dall’inizio alla fine del libro, per farle sentire che nessuno di noi è solo al mondo e c’è sempre speranza per un futuro migliore. Ho ammirato la sua determinazione e l’impegno a intraprendere un percorso di guarigione non facile, e uscire dalla sua comfort zone per aprire il suo cuore al ragazzo che più di tutti le ha fatto provare di nuovo dei sentimenti. Voglio lasciarvi con una citazione che secondo me rappresenta tutta la dolcezza che l’autrice ha voluto far trasparire da queste pagine. Ogni donna merita almeno una volta nella vita di sentirsi dire una frase del genere:

Non voglio essere un ospite nella tua vita, Poppy. Non sono interessato a visitare il tuo cuore. Intendo trasferirmi in pianta stabile, accampare i miei diritti e radicarmi così a fondo che nulla mi possa più spostare. Non voglio che tu debba mai sostituire i ricordi che hai di me con qualcosa di meglio.

Buona lettura Smeraldine, la zia Jay ci ha fatto intuire che c’è in ballo un progetto sulle future generazioni di Denver, chissà se diventerà mai realtà sulla carta stampata. Io lo spero.

Baci dalla vostra Queen

You may also like...

4 Responses

  1. Bella recensione 🙂

  2. Anonymous says:

    Bellissima recensione!!!!! Hai centrato il fulcro e significato per me del libro!

  3. Filomena Caporaso says:

    Bellissima recensione! Come sempre invogli a prendere il libro e iniziare a leggere! Ho evidenziate il significato più profondo del romanzo.

    • Filomena Caporaso says:

      Bellissima recensione! Come sempre invogli a prendere il libro e iniziare a leggere! Hai evidenziato il significato a mio avviso più profondo del romanzo!

Leave a Reply

Your email address will not be published.