Alibel. La Malastriga di Gabriele Clima e Francesca Carabelli

Roma, ai giorni nostri. Ben è un ragazzo autistico, adora i corvi, il latte e cioccolato, e si è appena trasferito in una vecchia palazzina nell’antico quartiere di Testaccio. All’ultimo piano di quella palazzina vive Alibel, una ragazza decisamente strana, che non va a scuola, non mangia quasi niente e ha pochissimi amici, tutte persone molto eccentriche. Come la Malastriga, per esempio, che ha il potere di vedere al di là delle apparenze e di cogliere le energie invisibili di cui è fatto il mondo. Ben e Alibel ancora non lo sanno, ma presto si troveranno risucchiati in un mistero che viene da molto lontano: centocinquant’anni fa, nella Roma papalina e corrotta, una bambina fu ingiustamente accusata di empietà e condannata a morte. Qual è il filo sottile che lega quella bambina e la nuova amica di Ben? Un romanzo a due voci, una scritta e una illustrata, che racconta due storie che si intrecciano, un’amicizia molto singolare, e la Roma di oggi legata a quella oscura e misteriosa dei secoli passati. Età di lettura: da 11 anni.

Alibel. La Malastriga di Gabriele Clima e Francesca Carabelli, libro illustrato per ragazzi pubblicato da il battello a vapore il 9 novembre.

Che libro ragazzi, anticipo subito che ci sarà un seguito dal titolo Il libro nero e io sono impaziente di conoscere come prosegue la storia perché l’idea che sta alla base è innovativa e la scelta di mettere insieme questi due autori geniale. Le illustrazioni create da Francesca sono splendide e permettono di vivere la storia nella storia, perché i piani temporali così distanti si intrecciano e emerge un passato oscuro che ha molto da dire.

Ben e Alibel sono i giovani protagonisti e non potrebbero essere più diversi. Ben è un ragazzino autistico che vive la vita in modo molto metodico, odia i rumori forti, non gli piacciono i posti affollati e ha una passione smodata per i corvi. Ben sa tutto su quegli animali così intelligenti, conosce ogni minimo particolare e li prende spesso come esempio. Alibel vive all’ultimo piano del palazzo in cui si trasferisce Ben con i suoi genitori. Lei ha idee tutte sue e ha catalogato ogni inquilino in una categoria precisa. Fin dal primo incontro decide che Ben gli piace anche se è davvero parecchio strano, e si propone di fargli conoscere le bellezze della città eterna. Nonostante Ben fatichi nelle relazioni sociali fa subito amicizia con Alibel e si affida a lei ciecamente. Tra i due ragazzini nasce un rapporto di fiducia totale e insieme affrontano un’avventura che ha dell’incredibile. Conoscono una vecchina di nome Malastriga, una persona molto particolare di cui non voglio svelarvi troppo, ma sappiate che ha il potere di sentire le energie di ogni persona e di far vedere loro episodi del passato. Alibel si presta a questa lettura e vede se stessa esattamente come è oggi in un passato che non ha vissuto. Ben fatica a credere a questo, la sua mente razionale non può comprendere qualcosa che va al di là del ragionamento e così minimizza ciò che Alibel ha visto, ma questo non la ferma, lei vuole indagare ancora, vuole scoprire come sia possibile vedere se stessa in situazioni antiche di cui non ha nessuna memoria.

Il mistero si infittisce e anche Ben inizia a capire che deve esserci sotto qualcosa, non possono essere visioni o sogni anche perché un manoscritto giunge nelle loro mani senza sapere come e i due ragazzi iniziano a credere che ci siano delle forze che spingono per mostrare loro la verità.

Una storia di amicizia e di coraggio, un romanzo di crescita in cui la fiducia e la comprensione hanno un ruolo fondamentale, Alibel e Ben dovranno affrontare diversi ostacoli, dovranno condividere le loro esperienze e le loro sensazioni. Ci saranno passaggi leggeri come quando Alibel insegna a Ben i vari tipi di sorriso e le occasioni in cui sfoggiarli. Ci saranno capitoli intensi e altri paurosi, tanto da dare alla storia quel tocco gotico che lo rende un romanzo diverso da tutti gli altri. Impagabile l’ambientazione, Roma è il teatro perfetto per tutte queste vicende sepolte nei secoli. Roma con i suoi segreti e col suo fascino inconfondibile. Roma che ha vissuto mille vite e che nasconde misteri a ogni passo.

Alibel. La Malastriga è uno di quei libri in grado di tenere incollati alle pagine sia adulti che bambini, non pensate nemmeno per un secondo che sia solo un romanzo per ragazzi perché può insegnare tanto a qualsiasi età e in più ha delle illustrazioni che lo rendono unico, un vero gioiellino da conservare con cura nella propria libreria. Spero che esca presto il seguito perché il finale apre un mondo di possibilità che io non vedo l’ora di scoprire.

4 stelle1 stella

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.