Al Trunk Mahoney – Defensive Line di Jean Joachim

Al Trunk Mahoney - Defensive Line di Jean Joachim

Quando sua moglie lo lasciò, i progetti di Al Trunk Mahoney sul formare con lei la famiglia che non aveva mai avuto andarono in fumo. Trunk era uno dei migliori difensori della NFL, ma il successo in campo non si estendeva anche al resto della sua vita. Avere avventure di una sola notte con varie donne era facile per il sensuale lineman, ma il suo segreto gli aveva sbarrato le porte del matrimonio. La felicità che desiderava sarebbe sempre rimasta appena al di fuori della sua portata?

La bellissima Carla Ricci, proprietaria di un bar e donna indipendente, poteva scegliere chiunque volesse. Era una donna che seduceva e abbandonava gli uomini, e aveva preso una decisione che scoraggiava il novantanove virgola nove percento di loro dallo sposarla, ma non le importava. Poi, arrivò Trunk Mahoney. Carla si convinse che sarebbe rimasta fedele a se stessa, ma la sua forza di volontà sarebbe stata in grado di rimanere salda per sempre, o alla fine si sarebbe accontentata di una breve storia che le avrebbe spezzato il cuore?

Recensione della Queen – “Al Trunk Mahoney – Defensive Line”, di Jean Joachim il sesto volume della serie sport-romance “First & Ten”, tradotto dalla Quixote Translations.

Al Trunk Mahoney pensa di avere una vita felice, defensive lineman dei Kings, squadra di football prossima a partecipare al Superbowl, una moglie che lo aspetta a casa e degli amici con cui condividere lavoro e risate. Fino a quando durante un allenamento riceve un sms da Mary in cui c’è scritto che tra loro è finita, perché ha incontrato un’altra donna e vuole il divorzio. Per Al questo è un duro colpo, tutte le sue certezze crollano e si ritrova di nuovo solo, senza nessuno da cui tornare a casa la sera che lo accolga con un abbraccio.

Rimasto orfano in tenera età, e sbattuto da una casa all’altra tra i vari parenti rimasti, cresce con l’unico sogno di trovare un giorno un po’ di quel calore umano che solo una vera famiglia può darti.

Essere un eroe gli riempiva il cuore, ma il desiderio di trovare qualcuno che si prendesse cura di lui non l’aveva mai abbandonato. Aveva creduto che quella persona fosse Mary, ma si sbagliava

Dopo la rottura con Mary si rifugia, in cerca di conforto, nel suo pub preferito il Savage Best, che appartiene a Carla la dolce e fidata amica con cui spesso si è confidato. Tra di loro c’è sempre stata una chimica pazzesca, Al non è il classico sportivo tutti muscoli e niente cuore, e Carla è sensuale e bellissima.

Il giocatore le aveva rivolto un ghigno sexy e aveva lasciato vagare lo sguardo ardente dei suoi bellissimi occhi azzurri su di lei. Trunk Mahoney era sesso su due gambe e lei l’aveva desiderato, finché non aveva notato la sua mano sinistra

È una donna che ha sempre contato sulle proprie forze per tenere a galla il locale facendo del suo meglio per accontentare i clienti con il suo charme schietto e diretto e quando le si presenta l’occasione, la prende al volo e chiede a Trunk Mahoney di prendere in affitto la stanza al piano di sopra. Inizia così una convivenza molto particolare, entrambi percepiscono la forte chimica sessuale, tra baci roventi e abbuffate a tarda notte, scoprono di non essere poi così diversi; entrambi desiderano soltanto un compagno di vita, che li tenga al sicuro e ci sia sempre nei momenti di bisogno. La loro storia parte lentamente, perché dei segreti nascosti nel loro passato, rischiano di compromettere per sempre la relazione. Riusciranno a superare le loro più recondite paure e vivere appieno questo sentimento?

Smeraldi il 3 febbraio ci sarà la finale del Superbowl e da assidua sostenitrice di questo sport, non potevo farmi sfuggire la lettura di questo romanzo. Il football americano è poco conosciuto in Italia, soprattutto tra le donne, ma da maschio mancato quale sono, conosco bene le regole e tutto l’interesse mediatico che c’è nella finale della stagione della NFL. Durante le partite di football due squadre di 11 omoni partono alla conquista del territorio tra passaggi e placcaggi per arrivare dritti alla meta e segnare il touchdown. E’ uno sport di squadra dove tutti hanno un ruolo preciso e in questo romanzo il ruolo del nostro Al (Trunk = tronco) Mahoney è quello del difensore, da qui deriva il soprannome tronco. La sua vita è sempre stata dettata da questo sport, fin da piccolo per sfuggire alla sua triste realtà si è buttato anima e corpo nel football, dove, grazie al Coach e ai compagni di squadra, sentiva di appartenere ad una famiglia. Il suo estremo bisogno di essere amato e protetto, e quel calore umano che tanto agogna, lo cerca anche nella sua amica Carla che prova per lui dei sentimenti mai dichiarati, perché sposato e quindi inavvicinabile. E’ una storia pura, semplice, senza troppe regole, dove i sentimenti giocano il ruolo principale. Non ci sono grandi colpi di scena, ma questo non toglie nulla all’evolversi della trama. Assistiamo allo sbocciare del loro amore in un modo così dolce e naturale che alla fine del libro facciamo il tifo per questa coppia bellissima. Nella vita non servono grandi colpi di scena o esibizioni di nessun tipo, perché le cose belle nascono nella più totale semplicità. Alla prossima lettura la vostra Queen Morena!

4 stelle

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.